Home > Uncategorized > Panico!

Panico!

Negli USA, gran parte delle case sono di legno. Ma legnaccio-accio, tipo truciolati e assicelle. Di solito, sono in qualche modo ricoperti per farli durare un po’ di più, ma prima o poi la natura fa il suo corso e qualche punto si indebolisce.

Metti un muro indebolito. Aggiungi la stagione che diventa sgradevole da una parte del muro, mentre dall’altra è asciutto, caldo e c’è un sacco di roba da mangiare. Considera infine la sorprendente vita selvatica che prospera da queste parti.

Risultato: pare che abbiamo un topo in casa. Convincere Bostoniana a non andare in albergo fino ad avvenuta disinfestazione sarà un’impresa non da poco.

Advertisements
Categorie:Uncategorized Tag:,
  1. gennaio 15, 2007 alle 18:36

    era quasi il minimo che potesse capitarvi… l’expertise bostoniana al riguardo mi è stata utile quando un topo francese ha cercato di attaccarsi alle mie galettes… non c’è stata storia ;D
    ciao Po

  2. gennaio 15, 2007 alle 19:55

    mai stata in america .. cmq .. non ho mai capito xkè le fanno di legno dove ci sono spesso le trombe d’aria !

  3. gennaio 15, 2007 alle 21:08

    GioiaTkd1991: ah, saperlo! Forse c’è una lobby di silvicultori canadesi che preme al riguardo. O forse non hanno letto la fiaba dei tre porcellini.

  4. gennaio 15, 2007 alle 22:19

    chiamatelo stuart little!

  5. gennaio 15, 2007 alle 23:25

    Arte, LOL

  6. gennaio 16, 2007 alle 10:05

    povera donna……
    rimediate con una ruota girevole, si distrarrà nel mentre disinfestate e morirà dolcemente…. giocherellando….. l’attuale tema della morte dolce avrà un episodio in più a paletto dei suoi sostenitori……

    oggi parlo come il compare di matt damon in Will Hunting, quando lo sostituisce al colloquio, presentandosi davanti a quei signori con il calzino di spugna bianco mormorando “siete sospetti”….

  7. gennaio 16, 2007 alle 10:14

    Non esistono dei mousebusters? Sono sempre così attrezzati gli americani! Però, se Bostoniana è anche incinta (ho capito male?) io la metterei davanti a uno spavento, le tocca anche fare un salto sulla sedia con la pancia… Prenota al Plaza.

  8. gennaio 16, 2007 alle 10:37

    ops, volevo dire io NON la metterei davanti a uno spavento

  9. gennaio 16, 2007 alle 12:55

    ciao quasi-omonimo 🙂
    don’t worry, ci si abitua anche ai topi….

  10. gennaio 16, 2007 alle 15:59

    Solidarizzo con bostoniana.

  11. gennaio 16, 2007 alle 19:43

    povera Bostoniana…

  12. gennaio 18, 2007 alle 16:18

    Meglio un topo che i vermi. I topi hanno il loro bel perché.

  13. gennaio 18, 2007 alle 16:31

    Vipera, ci credo che preferisci i topi. Tu hai due gatti, che problema c’è? 🙂

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: