Home > Uncategorized > Non cambio idea

Non cambio idea

Nossignore, non cambio idea. Non perché sia un uomo tutto d’un pezzo, il motto "solo gli stupidi non cambiano mai idea" l’ho assimilato col latte materno. Però sono convinto che non prendere il dodicenne genio della musica sia stata la cosa giusta da fare. Sissignore. Lo penso sinceramente. Anche dopo aver visto questo suo video mentre cazzeggia con la batteria…

Categorie:Uncategorized Tag:
  1. marzo 22, 2007 alle 10:01

    Ma perché ti sei posto il problema? Era ovvio che il dodicenne andava rifiutato (per il suo bene e per il vostro). Dove s’è visto mai?

  2. marzo 22, 2007 alle 11:34

    No, non mi sono posto il problema. Però il piccolo mostro mi sembrava degno di essere pubblicato. Spero per lui che non si bruci, se ne sono visti fin troppi…

  3. marzo 22, 2007 alle 13:18

    Concordo pienamente. Ma scherziamo? Rovinare l’atmosfera di cazzeggio di ultraquarantenni con la spocchiosa serietà di un dodicenne per giunta genio? Ma scherziamo?

  4. marzo 23, 2007 alle 09:31

    si, ma poi… che senso ha?
    voglio dire, perchè il padre spinge così tanto per far accettare un dodicenne in un gruppo di quarantenni?
    Se lo vuole spingere al successo, gli facesse fodnare la classica garage band e via…

  5. marzo 23, 2007 alle 11:42

    Secondo me, il padre sta cercando di infilarlo dovunque ci sia un posto, senza un vero criterio. Io penso che da noi, l’unica cosa che potrebbe imparare è che non sempre si sta in un gruppo per esibire virtuosismi, a volte devi stare lì tranquillo a fare cose semplici… Ma penso che sono cose che può anche imparare fra qualche anno. Ora forse è un po’ oltre la classica garage band, per cui capisco il discorso di farlo suonare con gente esperta, ma la situazione deve essere in qualche modo pensata per metterlo in evidenza e stimolarlo.

  6. marzo 23, 2007 alle 14:17

    l’è figo, però!

  7. marzo 23, 2007 alle 14:46

    Su questo non ci piove, per questo è finito dritto qua. Il punto è che potrebbe finire anche a Bravo Bravissimo…

  8. marzo 24, 2007 alle 10:58

    Avete fatto bene a non prenderlo: ma sai che palle fare le prove con un dodicenne? Per di più genio? Vi sareste macchiati di infanticidio dopo un paio d’ore e i post dopo li avresti scritti dalla galera, un casino.

  9. marzo 24, 2007 alle 12:47

    In effetti so’ problemi grossi! Dalla galera la connessione è lentissima…

  10. marzo 29, 2007 alle 16:05

    Ma figurati,vi sareste sentiti responsabili per lui e per la sua crescita ogni minuto..un po’ troppo direi..ben fatto si’!

  11. settembre 17, 2007 alle 17:26

    Aldilà del fatto che avrà fantasia da vendere ma un pò di tecnica gli manca è tutto sbavato il pezzo in fatto di ritmo. Provare con metronomo per credere… Secondo me il babbo cercava un baby-sitter. E voi per fortuna non avete prestato il fianco. Che tra l’altro stò Mike Portnoy senza le basi non serve a na cippa in un complessino rock… Per la serie tom di qua, tom di la, ma impara a entrare a tempo in Starway to Heaven….!!!

  12. settembre 17, 2007 alle 18:12

    Docci: spezzo una lancia in favore del povero ragazzino (il padre no, se la beccasse intera). Pare che abbia iniziato a suonare la batteria solo da qualche mese. C’è tempo, per crescere (se il padre non lo stressa prima)

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: