Home > Uncategorized > Ode alle pappardelle alla salsiccia

Ode alle pappardelle alla salsiccia

Dedicata a tutti i filastroccari della domenica la cui musa è nello stomaco. Con un pensiero plagiaro e colpevole a Gianni Rodari, il più grande filastroccaro di tutti.

Miei sodali musicali
me ne spiace, non verrò
martedì ho un esamone
e domani studierò

O compagni del mio corso
sto impicciato, non verrò
sì, lo so che c’è l’esame
la mia parte già la so

E così, il buon Bostoniano
liberato dei suoi impegni
la domenica trascorre
in affari assai più degni

Perché ormai, che si rimanda
son tre mesi, adesso basta
agli impegni ci si nega
e si prova a far la pasta

non la pasta che si compra
non sarebbe fatto nuovo
Bostoniano si avventura
nel tirar la pasta all’uovo

Di farina, un buon tre etti
similmente, uova tre
stira, schiaccia, leva, metti
appallottola e… olè

metti in frigo per mezz’ora
dentro un po’ di cellofàn
stendi con la macchinetta,
infarina bene il pian

piega, taglia, poi ristendi
lascia un poco ad asciugare
con salsiccia e pomodoro
una salsa metti a fare

ci van dentro funghi secchi
la carota, una cipolla
Oh, la pentola dell’acqua!
Falla andare finché bolla

Metti in acqua un po’ di sale
butta giù le tagliatelle
lascia lì fino a cottura…
certo, son venute belle!

Mischia dunque con la salsa
parmigiano a nevicata
porta in tavola con gioia…
Miei signori, che mangiata!

Annunci
  1. marzo 26, 2007 alle 02:21

    Bostoniano Con un piede da una sponda e uno dall’altra dell’Atlantico…

    Ma quanto ti capisco! e buon appetito!! 😛

    Da:
    Una Con un piede da una sponda e uno dall’altra dell’Atlantico..

    ^^

  2. marzo 26, 2007 alle 07:09

    Hai la macchinetta?! (Imperia?). Sei un mito! Difficilmente mi fido ma sento che potrei mangiare qualunque cosa cucinata da te. Quanto meno per il piacere che ci metti.

  3. marzo 26, 2007 alle 12:51

    Invitaci a pranzo! (e pagaci l’aereo per venire)

  4. marzo 26, 2007 alle 13:43

    Vipera, è un po’ pesantina, per una che si è appena ripresa dall’influenza… E poi tu sei vegetariana, no? Ti chiamo quando le faccio ai funghi
    Violacciocca, no, non è un’Imperia ma una Marcato. A macchinetta regalata non si guarda fra i rulli, comunque si comporta bene. Sono comunque commosso per la fiducia!

  5. marzo 26, 2007 alle 15:35

    E gnam!

  6. marzo 26, 2007 alle 20:42

    sono ammirata, a 360 gradi

  7. marzo 27, 2007 alle 07:31

    DIO MA CHE BONTà!
    non ho compreso se tu la partoristi, ma io vengo anche solo per il tuo topinambur al forno

  8. marzo 27, 2007 alle 08:07

    Mmm.. slurp!
    M’è venuta voglia di pasta ed è ancora mattina..

  9. marzo 27, 2007 alle 14:53

    Elastigirl ma dai…
    Pillow se la partorii cosa, la filastrocca o la pasta? Entrambe, a dire il vero… E la pasta la consiglio proprio!
    Nina ho dato uno sguardo al tuo sito, ma i disegni tipo le letterine illustrate sono tutti tuoi? Per quello che vale, sei proprio brava

  10. marzo 27, 2007 alle 15:46

    ma come non sai se ripasso? Certo che ripasso!! Ho risposto di là però..
    🙂

  11. marzo 27, 2007 alle 19:48

    ahò…ma bostoniano junior quando vien fuori?

  12. marzo 27, 2007 alle 19:57

    arte, un po’ di pazienza! 🙂 Fine aprile/inizio maggio.

  13. marzo 27, 2007 alle 20:07

    c’è tempo allora!
    pensavo prima 🙂

  14. utente anonimo
    marzo 27, 2007 alle 23:02

    ah, io lo farei venire fuori anche subito, sono già distrutta! peccato però che la macchinetta per impastare i pargoli abbia tempi più lunghi di quelle per le tagliatelle… 😉

  15. marzo 28, 2007 alle 07:27

    io sono stata mooooltooo precoce.

  16. marzo 28, 2007 alle 12:09

    ieri sera ho rifatto le costolette di maiale alla Bostonià_maniera!

  17. marzo 29, 2007 alle 12:50

    fò casino io in cucina
    e al mio ingegno dico stop
    faccio un giro all’ipercoop,
    fa per me giovanna rana 😉

  18. marzo 29, 2007 alle 13:47

    Aglio olio e rosmarino
    prelibato bocconcino!
    Preparai maiale ameno
    con l’amico amercicheno!

    (perdonami………………)

  19. aprile 17, 2007 alle 20:42

    Dio bono, Bostoniano. A te il Belli te fa na’ pippa…

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: