Home > Uncategorized > 3 settimane da raccontare…

3 settimane da raccontare…

1.
"Pronto?"
"Ciao, sono io"
"Allora! Sei arrivata? Tutto bene?"
"Sì, sono riuscita a trovare le valigie e l’uscita da sola, anche se a casa non ci credeva nessuno."
"Come mai chiami solo ora?"
"Siamo dovuti uscire quasi subito per portare Davide dalla pediatra a controllare alcune cose… niente di grave."
"Ah. Com’è il nipote?"
"Bellino, piccolo!"
"E l’America?"
"Mah… a dire la verità… Come dico sempre, l’America ce l’abbiamo noi in Italia."
(Bostoniano ascolta la telefonata di sua suocera e pensa: "Cominciamo bene…")

2.
"Waaaaaaaahhhhh!!!!"
"Amore, ma…" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Ma niente! Ti ho detto di dormire! Sono 3 ore che sei sveglia!" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Posso dare una mano?" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Signora, NO! Vada a dormire, per favore!!! Siamo già in due, è inutile che perdiamo sonno in tre!!!" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Amore, calmati per favore, dallo a me" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Uff… grunt! OK, prendilo te!"  (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")

(silenzio)

3.
(squilla il telefono. Numero stranissimo)
"Hello?"
"Scusa, ma non dovevi venirmi a prendere in aeroporto?"
"Mamma, ma… sei già arrivata???"
"Sì, sono qui da un’ora!"
"Ma… non arrivavi alle cinque?"
"Alle tre!!!"
"Ossignore… Scusa!!!"
"Prendo un taxi…"

4.

"Ciao, amore. Tutto bene?"
"Sì, sono qui che allatto."
"Le mamme?"
"Mi hanno lasciata sola. Tua mamma ha portato la mia in centro a fare shopping, sono uscite da tre ore e ancora non si vedono."
"Ah! E meno male che tua madre era quella dell’America che ce l’abbiamo noi in Italia…"
"È tua madre che è una corruttrice della gioventù!"

5.
"Allora? Com’è andato il compito di gruppo?"
"Con mia immensa sorpresa, abbiamo preso A"
"Sì, vabbè, ‘con tua immensa sorpresa’… Ma chi vuoi prendere in giro?"
"Tanto vado male con quello individuale"
"Sì, certo…"

6.

"Ehi, il tuo blog sta diventando popolarissimo fra le neomamme!"
"Meno male che avevo promesso di non scrivere più di Davide…"
"E di che altro potresti raccontare, in questi giorni?"
"Glab… In effetti… O di Davide o di cucina!"

7.
"Ciao papà! Ecco Davide! Davide, hai visto il nonno?"
"Un momento: se LUI mi chiama ‘nonno’ mi fa piacere. VOI, però, magari evitate!"

8.
"Prrrrrrtttt!!!"
(spalanca gli occhi con aria sbalordita)
"Sissì, è stato proprio lui"
"Non mi stupisce che ora pianga!"

9.
"Non ce la faccio più!!! Prendiamolo e andiamo a fargli le foto per il passaporto, almeno usciamo! Se non fa bene a lui, almeno evito di stare rabbiosa!"
(Bostoniano infila Davide nel marsupio. Davide strilla come un’aquila spennata viva)
(Bostoniano esce dalla porta e prende le scale. Davide smette di strillare e si guarda intorno)
(I bostoniani fanno 50 dei 300 metri che li separano dal negozio che fa le foto tessera. Davide si addormenta)
(I bostoniani arrivano al negozio. Chiamano il commesso delle foto. Cercano di svegliare Davide per 10 minuti. Rinunciano e tornano a casa)
(Arrivati a casa, Davide ricomincia a piangere)

10.
(Più tardi. Davide non ha smesso di piangere un minuto. Bostoniana ce l’ha in braccio. Solo l’amore materno le impedisce un gesto inconsulto)
"Amore!!!" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Sì?" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Vieni a darmi una mano, cavolo!!!" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"O…cchèi, nessun problema"  (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
(Bostoniano mette Davide sulle cosce)
"Waaaaaaaaaaaaaaaahhhh!!!"
(Bostoniano si mette Davide sdraiato di pancia sul petto)
"Waaaaaaaaaaaaaaaahhhh!!!"
(Bostoniano prende la testa di Davide con una mano e gli mette l’altra sotto il sedere. In questa situazione di sospensione a mezz’aria, inizia a muoverlo come se fosse uno shaker, anche se più delicatamente)

(silenzio)

11.
(8 del mattino, Sabato. Bostoniano vorrebbe recuperare un po’ di notte, quand’ecco che il suo cellulare squilla)
"Brondo???"
(amica residente a Washington) "Ti ho svegliato?"
"Oddio, a dire la verità sì…"
"Guarda dalla finestra."
(Bostoniano scosta la tenda) "Ma vaffanculo!!! Aspetta, vengo giù ad aprirti!"

12.

(2 ore dopo, Davide ha iniziato a ripiangere)
"Dai, dai, che è il momento! Schizziamo a fare le foto e il passaporto!!!" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
"Su, prepara il seggiolino!" (sottofondo: "Waaaaaaahhhh!!!")
(Bostoniano infila Davide nel seggiolino della macchina e chiude le cinture. Davide strilla come se lo stessero marchiando a fuoco)
(Bostoniano solleva il seggiolino. Davide strilla meno)
"Oh, no! Questo ci fa come ieri!"
"Presto, schizza in macchina! Ci vuole meno tempo che a piedi, magari ci riusciamo!!!"
(Tre minuti dopo, parcheggio del negozio)
"Allora, che fa?"
"Dorme come un sasso. Questa mi sa che si merita un post."
"Credo anch’io…"

Annunci
  1. maggio 14, 2007 alle 06:42

    Stai dicendo che hai due nonne per casa? Ecco, in questo momento tu non conti più niente. Il bagno è la tua unica salvezza. Cerca di attrezzarlo con cd, libri fumetti. In un nascondiglio, sopra lo sciacquone per esempio.

  2. maggio 14, 2007 alle 07:19

    due nonne è terribile….. una catastrofe!!!

  3. maggio 14, 2007 alle 09:25

    io da piccola ero come davide. ora non farei altro che dormire…è che ognuno ha i suoi tempi 😛

  4. utente anonimo
    maggio 14, 2007 alle 09:31

    eh no, non solo tra le neomamme! anche i vecchi papà che hanno già passato il guaio hanno voglia di scompisciarsi dalle risate ricordando i tempi andati (facile divertirsi, da spettatori non paganti). Bacioni a tutta la famigliola. Carlo

  5. maggio 14, 2007 alle 09:51

    Forse bisognerebbe affidarlo al fotografo…

  6. maggio 14, 2007 alle 09:52

    signor bostoniano lei ha un piccolo bastarduccio adorabile per casa, ecco!

  7. maggio 14, 2007 alle 11:32

    Hai voluto la bicicletta? e mò pedala…
    😛

  8. maggio 14, 2007 alle 12:25

    Forse si addormenta per strada perchè non ci sono le nonne……………

    :O)

  9. maggio 14, 2007 alle 12:30

    violacciocca, per ora sono sopravvissuto sia a due nonne che a un nonno (parte mia) e una nonna (parte sua). Ora, un mese abbondante di una nonna sola (parte sua) e poi la vera sfida: entrambi i nonni di parte sua!
    tortadimele, niente nonne sarebbe stato peggio, credi a me!
    bamboladirugiada, pure lui si fa delle gran dormite, il problema è sincronizzare quando ti serve che dorma con quando effettivamente dorme e viceversa…
    Carlo, che vuoi dire “spettatori non paganti”? Fila alla cassa e torna col biglietto!
    clarke, mica male come idea…
    arte82misia, stando a mia madre, è il giusto contrappasso per essere stato un filo rompicoglioni anch’io
    Fiodor, e dove scappi? La tua è pure femmina e adolescente! Per certi aspetti, ancora più ingestibile… 😛

  10. maggio 14, 2007 alle 12:32

    unbesoporti, no, si addormenta per strada persino in presenza di nonne! Spero che non diventi necessario portarlo in strada per addormentarlo: ora il tempo è bello, ma prima o poi dovrà pure piovere!

  11. maggio 14, 2007 alle 13:25

    Poveretto… una mamma e una suocera sotto lo stesso tetto

    Perche non le fai da solo le foto? ci sono alcune digitali che hanno il formato fototessera o puoi chiedere al fotografo se ti stampa lui in quel formato una foto fatta da te!!

  12. maggio 14, 2007 alle 13:51

    ommiodio, in che situazione sono andata a mettermi?!

  13. maggio 14, 2007 alle 13:59

    ivivmil, l’ufficio passaporti rilascia a sua volta foto conformi ai requisiti a caro prezzo. So per certo che, se porti foto non fatte da loro, gli fanno le pulci per convincerti a farle da loro. Già è probabile che non passino quelle fatte da un professionista, figurati quindi che possibilità hanno le mie! Dimenticavo: Davide sta per fare il passaporto americano (ci mette molto meno). Per questo dobbiamo sottostare alle loro richieste…
    fiammetta73, se lo sapessi te lo dissi, ma anche io la sto scoprendo un pezzetto alla volta!

  14. maggio 14, 2007 alle 15:02

    … ma se accampaste di fronte al negozio del fotografo tutti e tre? magari non sarebbe tanto comodo ma almeno dormireste (tutti e tre intendo!).
    abbracci afghani
    Anima Inquieta

  15. maggio 14, 2007 alle 16:32

    per chi è già stato protagonista di questo film ora non può altro che divertirsi leggendo le dis-avventure dei neo-protagonisti. coraggio, tra qualche anno andrà meglio. ciao

  16. maggio 14, 2007 alle 17:32

    Ma sta creatura che ha da berciare a sta maniera povero piccolo? Le coliche?
    …. o il connubio nonnesco ?!?!?!

    ;O)

    un bacio tesori, forza! poi son tutte gioie (dicono)

  17. maggio 14, 2007 alle 19:39

    La 7 è formidabile.

  18. maggio 14, 2007 alle 20:07

    Comunque, noi facevamo chilometri sul raccordo anulare purchè dormisse. Ci sentivamo stupidi, ma le gioie del silenzio sono impagabili.

  19. maggio 14, 2007 alle 20:19

    Expecting, mica male come idea…
    mammachioccia, dici? Se per mangiare, studiare e lavarsi è come il padre, fra i 5 e i 18 anni c’è da ridere…
    Pillow, romanamente: bboh???
    mintossicobirra, papà lo ha detto in modo più aperto, ma anche mia madre è dello stesso parere. E hanno tutti e due 7 anni più dei miei suoceri, che viceversa sono contentissimi di farsi chiamare nonni già da qualche anno!
    violacciocca, la colonna sonora era per caso questa? 😉

  20. maggio 14, 2007 alle 20:19

    Expecting, mica male come idea…
    mammachioccia, dici? Se per mangiare, studiare e lavarsi è come il padre, fra i 5 e i 18 anni c’è da ridere…
    Pillow, romanamente: bboh???
    mintossicobirra, papà lo ha detto in modo più aperto, ma anche mia madre è dello stesso parere. E hanno tutti e due 7 anni più dei miei suoceri, che viceversa sono contentissimi di farsi chiamare nonni già da qualche anno!
    violacciocca, la colonna sonora era per caso questa? 😉

  21. maggio 14, 2007 alle 20:19

    Expecting, mica male come idea…
    mammachioccia, dici? Se per mangiare, studiare e lavarsi è come il padre, fra i 5 e i 18 anni c’è da ridere…
    Pillow, romanamente: bboh???
    mintossicobirra, papà lo ha detto in modo più aperto, ma anche mia madre è dello stesso parere. E hanno tutti e due 7 anni più dei miei suoceri, che viceversa sono contentissimi di farsi chiamare nonni già da qualche anno!
    violacciocca, la colonna sonora era per caso questa? 😉

  22. maggio 15, 2007 alle 05:56

    accidenti, amate il brivido…due nonni/nonne insieme è una miscela esplosiva..mi sa che comunque il vostro bimbo è quasi stronzetto come il mio…vedrai quando tra un annetto lo sgriderai e lui ti prenderà in giro..

  23. maggio 15, 2007 alle 09:39

    due nonne in contemporanea? ho capito bene??
    che coraggio!!! però chissà com’erano felici del pupetto …ma son partite?

  24. maggio 16, 2007 alle 17:40

    esattamente. Grazie del regalo!

  25. maggio 17, 2007 alle 05:53

    come va ora?
    vi volevo far leggere questo:
    http://www.promom.org/101/
    😉
    billo

  26. maggio 17, 2007 alle 08:54

    pisellotti miei, a quando in terra natìa?

  27. maggio 18, 2007 alle 17:20

    Questo blog grazie al pupetto é diventato ancora più bellerrimo.

  28. maggio 18, 2007 alle 18:28

    violacciocca, prego, non c’è di che!
    Billo, grazie del link, Bostoniana sta provando a leggerlo. Io sono un po’ naufragato per mancanza di tempo, visto che i motivi sono ben 101!
    Pillow, tipo luglio…
    Opper, ringrazio commosso e poco persuaso. Per me è fonte di continuo imbarazzo!

  29. maggio 20, 2007 alle 12:38

    mi sa che il giretto in auto piace a tutti i bambini.
    visto che sua figlia non voleva saperne di dormire se prima non faceva il giretto in macchina, mio zio ne approfittava per dare lezioni di guida a sua moglie…che ancora non aveva la patente.
    e visto che c’era l’infanta a dormire sul sedile di dietro, mia zia non poteva far altro che essere prudente e diligente!
    far di necessità virtù….anche se….

  30. maggio 24, 2007 alle 19:26

    Hai un blog delizioso, complimenti davvero! Un bacione al piccolo Davide ^__^

  31. giugno 1, 2007 alle 11:55

    Vedo che in casa Bostoniana non ci si annoia mai. Che bello stare tutti “vicini-vicini” 🙂
    Saluti a tutti ed un massaggino sul pancino di Davide (coraggio, le coliche finiscono prima di quanto pensiate)

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: