Home > Uncategorized > Imbarazzi

Imbarazzi

Sono ancora tutto rosso… Beh, come stareste al posto mio, se vi facessero un piacere enorme i complimenti, specie se li sentite meritati, ma aveste addosso una schizofrenia (assai normale peraltro) che vi fa sentire da una parte un mezzo genio e dall’altra l’ultimo degli impediti?

Insomma, oggi abbiamo riprovato con il gruppo quello che mi piace tanto, quelli che avremmo potuto essere gli Who ma quarant’anni fa non sapevamo ancora suonare. Il cantante si è portato un arnese bellissimo che è un registratore digitale (pensare che pochi anni fa erano praticamente dei frigoriferi e adesso sono grandi quanto un panetto di burro…) Lo ha piazzato su un trespolo e fatto partire e stasera, nella quiete della sua stanzetta, stava provando a giocare con l’equalizzazione per tirare fuori qualcosa di presentabile.

Insomma, torno a casa dopo le spesone del sabato (ho trovato le ciliege a cinque dollari al chilo!!!), apro la posta e trovo questo messaggio:

Dude, your guitar playing is really fantastic.  I was just listening to the tracks and you play just like Pete.  Great stuff!

Quando riprendo un colorito normale e scendo dalla nuvola vi faccio sapere

Advertisements
Categorie:Uncategorized Tag:,
  1. utente anonimo
    giugno 3, 2007 alle 02:31

    applausi

  2. giugno 3, 2007 alle 17:31

    Sborone

  3. giugno 3, 2007 alle 20:01

    E allora ti auguro tremila di questi imbarazzi… =)
    Dev’essere una bellissima sensazione!! =D

    By la Maledetta

  4. giugno 3, 2007 alle 23:06

    La Maledetta: effettamente…
    mintossicobirra: trovi?
    anonimo: (si inchina con compostezza)

  5. giugno 4, 2007 alle 03:46

    bostonpete, tu che sei più addentro, come funziona la legislazione sulle tribute band dalle tue parti? sempre che ce ne sia una.

  6. giugno 4, 2007 alle 08:57

    insieme a davide anche tu sei rinato! nuove energie per un boston gagliardo tosto e cazzuto!

  7. giugno 4, 2007 alle 09:29

    apperò!!
    :O)

  8. giugno 4, 2007 alle 12:33

    pois, legislazione? Intendi in merito al diritto d’autore? No idea, presumo in maniera non dissimile dall’Italia, anche se non mi è mai capitato di vedere qualcuno compilare un borderò a fine serata. Se mi dici esattamente che cosa ti serve sapere, mi informo.
    pillow, magari fosse così tranquilla… il carognino è bello ostico, e io ne vedo si e no il 30%
    unbesoporti eh? 🙂

  9. giugno 4, 2007 alle 16:38

    niente di particolare, qui dipende dalla sensibilità del gestore del locale a farti compilare i borderò, la legge c’è ma ci sono spazi in cui non ti senti controllato. Posso immaginarmi una legge analoga in certi stati Usa che entra più nell’abitudine del musicista, oppure scendi in strada ti metti a suonare e te ne puoi fregare, che è bello a pensare ma poco realistico.

  10. giugno 4, 2007 alle 16:57

    Ti saprò dire. Per ora il problema non mi si è ancora posto, ma spero di dovermene occupare a breve.

  11. giugno 9, 2007 alle 06:10

    Confermo. Il birraio intossicato dico.
    Che l’unico vero Pietro Cittàecc. son io. C’ho pure il dito sanguinolento.

  12. giugno 9, 2007 alle 22:01

    A Ze’, c’ho una depressione sull’indice sinistro sopra l’unghia che è lì da vent’anni. Praticamente mai richiusa la piaga. Se volemo fa a tira’, quando te pare. In moto mi distruggi sicuro, ma con la chitarra conosco un trucco o due!

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: