Home > Uncategorized > Sempre a proposito di cose da iniziati…

Sempre a proposito di cose da iniziati…

Con un grazie a Pois per la preziosa segnalazione, una vignetta che uno che dice che gli piacciono gli Who NON poteva esimersi dal pubblicare!

With apologies to The Who

  1. giugno 10, 2007 alle 16:29

    Domani The Who a Verona: il mio Omo ci sarà.

    talkin’ ‘bout my generation

  2. giugno 10, 2007 alle 16:29

    Domani The Who a Verona: il mio Omo ci sarà.

    talkin’ ‘bout my generation

  3. giugno 10, 2007 alle 16:29

    Domani The Who a Verona: il mio Omo ci sarà.

    talkin’ ‘bout my generation

  4. giugno 10, 2007 alle 19:28

    lo slogan attualizzato potrebbe essere ‘hope I die before third world war’

  5. giugno 10, 2007 alle 20:06

    Mi sta anche bene, ma ad essere proprio pignoli, spero di morire COMUNQUE a tarda età e MOLTO PRIMA della terza guerra mondiale. Il più prima possibile. Fai trecentomila anni.

  6. giugno 11, 2007 alle 08:20

    ahahahhahahah
    carina

  7. giugno 11, 2007 alle 18:14

    LellaTS, mi fai fare un resoconto su come si sono comportate le due cariatidi superstiti?

  8. giugno 12, 2007 alle 15:50

    Non appena torna dal suo tour europeo Verona-Monaco-Katowice-Londra.

    (ovvero: Who-PearlJam-PearlJam-PearlJam)

    Per ora posso dirti che diluviava e che Verdone era seduto davanti a lui. Gli sms non erano sufficientemente ampi per aggiornamenti più dettagliati. 🙂

  9. giugno 12, 2007 alle 15:59

    Mi sorge un lievissimo sospetto che gli piacciano i Pearl Jam…

  10. giugno 12, 2007 alle 16:10

    No, va a vederli perché ad un suo amico avanzavano dei biglietti :)))

    PS: mi ha appena telefonato da Monaco per farmi sentire il rumore della transenna sotto il palco!

  11. giugno 19, 2007 alle 08:51

    te lo dico io com’è andata all’arena: ho preso tant’acqua come non ne avevo mai presa!
    infatti alla terza canzone ha iniziato a piovere come cristo la mandava: han coperto tutto e spento il palco e sono andati nel backstage.
    dopo 20 minuti s’è un po’ calmata la pioggia: altri 20 minuti per asciugare e rifare il soundcheck, iniziano a cantare e a roger gli parte la voce: con l’umido tira una stecca da paura alla prima strofa.
    stizzito s’incazza con tutti e va via dal palco.
    pete ci chiede di pazientare altri 10 minuti.
    dopo un quarto d’ora ricomincia a piovere.
    e noi a ripararla.
    finalmente si decide a cantare, con una voce che pareva joe cocker.
    ma il pubblico e tutta la band cantavano con lui.
    e pete è un grande.
    oh, io ti dico che a me è garbato da morire: a un certo punto ero sotto l’acqua scrosciante e manco la sentivo…

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: