Home > Uncategorized > Quello che i giornali non fanno mai…

Quello che i giornali non fanno mai…

Il tipico giornale pubblica una notizia che rimesta a fondo nella melma, intorbidisce per bene l’acqua e poi, se il polverone alzato si ridimensiona, non fa nulla per rischiarare un po’ le acque e va a caccia di un altro stagno da intorbidire.

Io che non ho un giornale, dopo il mio modesto contributo all’intorbidimento voglio quanto meno riportare che le cose si stanno ridimensionando. Fra gli altri, anche Antonio Di Pietro e Paolo Gentiloni hanno annunciato una marcia indietro.

Stiamo a vedere che succede, ma pare che per fortuna non siamo ancora in Birmania

Advertisements
  1. ottobre 23, 2007 alle 14:58

    No non siamo ancora in Birmania, siamo in Italia, sicuro di voler tornare? 🙂

  2. ottobre 23, 2007 alle 15:16

    Beh, se c’è qualcuno che non siamo in Italia, siamo entrambi e due noi, no?

  3. utente anonimo
    ottobre 23, 2007 alle 15:21

    Salve,
    ci siamo fugacemente incontrati nella mansardina, di là, ma non ci siamo stretti le pattine. L’ho intravista anche in altri appartamenti, tipo da Nina&Rita, ma son certa anche altrove.
    Sono S.16 e per fortuna al momento sono sola in ufficio perché (e qui sono come mio solito off topic) la saga del montaggio del lettino mi ha fatto piangere dal ridere. Ikea, è stato il primo pensiero. Ci siamo cascati tutti, a volte nemmeno dotati di svitaavvita… L’ultima volta che mi sono trovata dei pezzi di legno e delle viti autofilettanti le ho affrontate col cacciavite. Quando hanno cominciato a stridermi ad ogni giro “arrendiiitiii, arreendiiitii” le ho finite. A colpi di martello. Ancora reggono.
    Ne leggerò direttamente sul blog, ma volevo comunque farvi gli auguri per la new entry in famiglia.
    S.16

  4. ottobre 23, 2007 alle 15:23

    Esatto! Ma tu domani non rimetti piede in italico suolo (certo per un lieto evento)? Io non mi muovo di qui fino a natale…

  5. ottobre 23, 2007 alle 15:57

    come mai più che ad autentica onestà intellettuale la marcia indietro mi pare dovuta al fatto che che la svista nel disegno di legge sia finita anche sulla stampa internazionale?
    e poi guarda che ci hanno una bella faccia tosta: Gentiloni dice (e quoto letteralmente)
    “… Naturalmente, mi prendo la mia parte di responsabilità per non aver controllato personalmente e parola per parola il testo che alla fine è stato sottoposto al Consiglio dei Ministri.
    Pensavo che la nuova legge sull’editoria confermasse semplicemente le norme esistenti…”

    Siccome di mestiere lui è pagato per controllarli i disegni di legge, non so… è come se una infermiera dicesse “Naturalmente mi prendo la mia responsabilità per non aver controllato le nuove prescrizioni del medico prima di somministrare il farmaco. Pensavo che le nuove prescrizioni confermassero le vecchie”. E intanto uno c’ha il nonno che giace in coma…

  6. ottobre 23, 2007 alle 16:16

    S.16, salve a lei. Mi fa piacere che abbia gradito, dato il livello dei blog che è usa frequentare.
    Salvietta, sei una lettrice attentissima!
    Expecting, più che la stampa internazionale penso che sia stato il mezzo sollevamento che si è verificato a casa nostra (dopotutto, gli stranieri non votano). Comunque, concordo: quanto a professionalità del legislatore, siamo a livello del chirurgo che dimentica una pinza nel paziente

  7. ottobre 23, 2007 alle 20:05

    Buon viaggio x domani, Bos, e ancora tutti i miei auguri.
    Bye. L.

  8. ottobre 23, 2007 alle 20:28

    Vedi Boston, non sto nemmeno a commentare gentiloni (a proposito ministro, una leggina ina ina sul conflitto d’interessi? nulla eh? non sia mai che qualche piduista possa inalberarsi), il problema è un altro: il potere ha capito da tempo che la rete può andargli tranquillamente in culo (si può dire potere?) e sta facendo di tutto per arginarne la diffusione, soprattutto laddove si fa INFORMAZIONE. Il ddl sull’editoria è stato varato in sordina a ferragosto e approvato velocemente in cdm ora che hanno toccato con mano il pericolo dopo il Vaffanculo Day. Solo che qualcuno stavolta se n’è accorto e ha riportato la notizia rovinando i piani.
    Ma troveranno altri sistemi, stai tranquillo.

  9. ottobre 23, 2007 alle 20:58

    lemny, grazie mille!
    Zeus, io continuo a pensare che qualcuno ci ha anche provato, ma alla maggior parte degli altri la cosa è genuinamente passata sotto il naso. Non so sinceramente se preferire gli intriganti o gli incompetenti (e ci sono persino intriganti incompetenti), ma ti darei il rapporto malafede/incompetenza a 35/65 in questo caso. Per ora. Se passa la legge così com’è, sono pronto a rivedere la quotazione.

  10. ottobre 24, 2007 alle 12:23

    io sto con zeus

    cioé voglio dire nel senso che la penso come lui non che gli permetto di guardarmi le tette come gli pare e piace eh

    boston ci dici che ne pensano di là dall’oceano?

    laGiusy

  11. ottobre 24, 2007 alle 12:23

    bostoniano con tutto il mio rispetto e affetto che spero di averti ben ampiamente palesato: NUN TE LEGGO PIù…….. BRAMO SOLO IL TUO ARRIVO!!!!!!
    (so’ popo na stronza………..)

  12. ottobre 24, 2007 alle 13:46

    Mi sa che c’hanno la coda di paglia, no?! buon viaggio e buon tutto!!!! 🙂

  13. ottobre 24, 2007 alle 13:54

    edi, e la faccia da culo
    Pillow, tranqua! Arrivo, ho più fretta io di te! 😉
    LaGiusy, niente che non ci si possa aspettare: i liberal e la sinistra democratica hanno usato toni catastrofici (“Dall’Italia, negli ultimi cent’anni, sono sempre usciti concetti politici ‘interessanti'”); quelli a cui piace essere perquisiti in aeroporto e non potersi portare liquidi in aereo perché così sì, che si vola sicuri, tacciono. E quelli che appoggiano certe tattiche fatte proprie dall’attuale dirigenza del paese sul controllo della comunicazione si vengono nelle mutande all’idea che certi concetti possano essere forse messi su carta e somministrati al paese. È un brutto momento storico un po’ dappertutto, da questo punto di vista.

  14. ottobre 24, 2007 alle 15:29

    Fichè non vedo non credo, disse quel tale e così pure io.

    Così come volevano mettercela in culo con un ddl agostano, potranno sempre fare un secondo tentativo in altra maniera. Staremo a vedere…

  15. ottobre 24, 2007 alle 20:55

    Non so se questa proposta, tanto è impresentabile, sia davvero sfuggita ai piani alti o sia calata sulla blogosfera italiana per studiare l’effetto che fa. Quanto costerebbero i controlli? Quanto impiegherebbe la rete a bypassarla? Quanto ci vorrebbe perché un tribunale non ravvisi forme di anticostituzionalità?

    Tornando alle cose serie: auguri agli sposi!

  16. ottobre 25, 2007 alle 08:59

    Hanno sondato il terreno. Vedrai che prima o poi la botta arriva

  17. ottobre 25, 2007 alle 09:09

    intato hai pensato criticamente a quello che hai scritto in precedenza, confermando che blog libero batte stampa imbavagliata 10 – 0. non credo che riusciranno davvero a bloccare la libertà della rete, ma il solo fatto che stiano infilando il piedino nella porta fa davvero rabbrividire. che non siamo più in un paese libero mi pare sia chiaro a tutti dal g8 a genova. o forse no?

  18. ottobre 25, 2007 alle 10:25

    Giusto per ribadire il concetto: a cosa credete che servano tutti quei ciclici annunci triofali di operazioni antipedofilia in rete, se non a demonizzare il mezzo? I pedofili su internet sono una stronzata, come bin laden, come gli anarcoinsurrezionalisti. I bambini se li inchiappettano gli zii, le torri gemelle le ha tirate giù bush, gli anarchici tornano comodi come apertura di TG per poter dare la notizia successiva (ieri eh, mica trent’anni fa): decreto sicurezza, varata l’istituzione/schedatura della banca del dna.
    E’ il regime, bellezza.

    (ihihih… questo risolino lo capiamo solo io e Bostik)

  19. utente anonimo
    ottobre 25, 2007 alle 16:30

    Io sto con la Giusy. Se poi mi vuole sbirciare tra le mutande faccia pure. Magari prima si doti di telescopio.

  20. utente anonimo
    ottobre 25, 2007 alle 16:30

    (Zeusslog, ovviamente)

  21. ottobre 25, 2007 alle 21:05

    Ti sei dimenticato di scrivere “Per ora”.

  22. ottobre 25, 2007 alle 21:08

    Non c’entra ma…

    AUGURI!

    Vi tiro una secchiata di riso.

  23. ottobre 25, 2007 alle 22:30

    urka, è vero. auguri, splendida famiglia transoceanica. pigrazia, ce la posti una volta o l’altra la foto dello sbrillocco? avrà mica ritratto il braccino il novello sposo? (dai, bostonià, che una così quando ti ricapita…)

  24. ottobre 26, 2007 alle 05:09

    Congrats!!!! auguri e figli maschi! (ah, va be’, gia’ fatto…)

  25. ottobre 26, 2007 alle 20:24

    Beh, auguri anche da parte mia!

  26. ottobre 27, 2007 alle 07:25

    … Tanti cari auguri anche da una neofita…

  27. ottobre 27, 2007 alle 16:09

    (me lo porti BEnicio, da lì!??!?!)

  28. ottobre 28, 2007 alle 06:36

    ah ecco, auguri!

  29. ottobre 28, 2007 alle 23:25

    NOZZE IL VENTISEI!!! NOZZE IL VENTISEI!!!

    ME LO RICORDAVO BENISSIMO!!!!

    Solo che son tornata solo oggi in possesso di un piccì.

    Oh, auguri. Ma davvero. Non fatemelo ripetere che poi divento melensa.
    (A meno che non gradiate, nel qual caso se ne può sempre riparlare, che dalle mie parti quelle quaranta-quarantacinque righe celebrative non si negano a nessuno…)

    ;-))))

    Rita

  30. ottobre 29, 2007 alle 21:57

    …oh ma una foto piccola piccola del matrimonio non la posti? e non fare finta di essere in luna di miele: ti abbiamo visto commentare blog in giro!!!

    auguri agli sposiiiiiiiiiiiiiiiiii

  31. ottobre 30, 2007 alle 14:34

    Uè, OK! Non ho fatto il post sul matrimonio e voi fate gli auguri qui, benissimo. Io qui vi ringrazio.

    Expecting, foto del matrimonio? No, non se ne possono avere. Bostoniano e Pigrazia sono due entità puramente astratte e non hanno un’immagine registrabile. Davide è diverso, lui esiste davvero…

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: