Home > Uncategorized > Lezione di grammatica

Lezione di grammatica

Che poi io in teoria oggi starei un po’ storto… Sì, è OT rispetto al post, ma lo stesso: esci di casa, sali in macchina e litighi dieci minuti con la portiera che non si chiude (soluzione: spruzzo di decongelante nel meccanismo della serratura, e la stronza riparte guardandoti con aria di sfottò); prendi la strada più veloce solo che oggi un’ambulanza si è messa in modo da trasformare le due corsie in uno stretto budellino e perdi altri dieci minuti. I venti minuti di ritardo in arrivo diventeranno un’ora al momento di andarsene dal lavoro…

Vabbè, riprendiamo col post.

In napoletano esiste una quarta coniugazione, dal sofisticato sapore ellenistico: i verbi che finiscono in -iare. OK, ce li abbiamo anche in italiano, ma in napoletano vengono coniugati in una maniera del tutto particolare. Facciamo un esempio con il verbo passivo "ciaciarsi" – all’incirca "bearsi", "godersela". Se esistesse in italiano, l’indicativo presente sarebbe qualcosa tipo io mi ciàcio, tu ti ciàci e così via. In napoletano invece si coniuga così: io mi ciacéo, tu ti ciacéi eccetera, con la é leggermente allungata, tanto che verrebbe quasi da scriverlo "ciacé’o".
Vengono coniugati così molti verbi che l’italiano non ha ma ne avrebbe tanto bisogno: ad esempio, lo splendido "intalliarsi" (che sta circa per "attardarsi per assolutamente nessun buon motivo apparente"): "Mi scoccia camminare sul marciapiede, è pieno di gente che si intalléa".
Altri verbi in italiano esistono, ma la coniugazione napoletana gli aggiunge un che. Prendiamo "cazziare". Se uno mi càzzia, mi sovrasta con la sua autorità. Ma se uno mi cazzéa, oltre che con la sua autorità, mi sovrasta con la sua levatura morale/culturale/spirituale. Tutta un’altra cosa.

A questo punto, siamo pronti per concludere con un proverbio:

"Comm’ barbaréa, così nataléa"

Il significato recondito: essendo oggi Santa Barbara, registrate le condizioni meteo attuali. A Natale farà lo stesso tempo. Il che vuol dire che qui il cielo sarà bianco-grigiastro, ventoso, con un fastidioso pulviscolo che definire "neve" è troppo generoso e una temperatura di circa meno 5. Auguri…

Annunci
Categorie:Uncategorized Tag:
  1. dicembre 4, 2007 alle 15:40

    Mi ciacèo assai con queste lezioni di partenopeo! Comincio già a parlare accussì (vedi comm. precedente). Statt buon!

  2. dicembre 4, 2007 alle 15:50

    ma a natale si sara’ a casuzza, dove magari c’e’ la nebbia ma la merica non ci arriva. voi no???????

  3. dicembre 4, 2007 alle 15:58

    katika: il mistero di dove stai è tuttora fittissimo, ma se un tuo studente risponde “Marò” a una domanda difficile, mi sa che non hai bisogno di lezioni 😉
    sullepunte: no, noi quest’anno si nataléa qui (purtroppo da quasi tutti i lati, per fortuna da pochi ma importanti)

  4. dicembre 4, 2007 alle 16:16

    Eh no! Non ha risposto marò, ha risposto madò. Quindi non sono in campania…Eh eh..

  5. dicembre 4, 2007 alle 16:27

    Capperi, mi hai fregato… Beh, allora sei un po’ più a nord. Già dalle parti mie (l’Urbe Eterna) è verosimilissimo

  6. dicembre 4, 2007 alle 16:35

    Io non sono napoletana, ma della provincia giusto sotto. Da me si dice “Come Catarinèa accusì Natalèa”. S.Caterina è il 25 ottobre, proprio 30 giorni prima di Natale.

  7. dicembre 4, 2007 alle 16:41

    … ma vale solo per le condizioni meteo o anche per quelle di salute???? no, perchè io “nataléare” in queste condizioni mi piglia proprio male….

  8. dicembre 4, 2007 alle 16:50

    ProfAntigone: relata refero, io sono di Roma e là non azzardiamo pronostici
    Expecting: dovrebbe valere solo per il meteo ma, nell’incertezza, evita emozioni forti

  9. dicembre 4, 2007 alle 17:16

    siccome sto qui che smanio in preda alla tonsillite e alla blogdipendenza, mi sono appassionata al mistero di “dove sta Katika”.

    Mi sono scrupolosamente riletta il TUTTO il suo blog (a mia discolpa vi informo che ho pure qualche linea di febbre) e direi che il campo di ricerca va ristretto a città piccole del centro italia dotate di areoporto in cui atterrano compagnie che fanno tratte internazionali. Propendo per la zona Perugia Ancona, perchè non mi sembra abiti al nord (le bouganville al nord ci crescono????)…
    Naturalmente il presupposto è che il posto in cui vive sia lo stesso in cui è nata, propendo per il si però!

    Katika, dacci un indizio almeno…
    (miiiiii, come sono ridotta: Bostoniano sopportami!)

  10. dicembre 4, 2007 alle 17:54

    Expecting: reggerai l’emozione di scoprire di dov’è Katika? Non vorrei che ti venissero, che so, le labbra screpolate…

  11. dicembre 4, 2007 alle 18:40

    madòòò, (e sono di benevento, ma provincia) che bello stò post.

    da me si dice: Com’ Catrnèéa, accusì Natalèééa.

  12. dicembre 4, 2007 alle 19:33

    Per viadellaviola e ProfAntigone: io ho trovato Splinder

  13. dicembre 4, 2007 alle 19:33

    Per viadellaviola e ProfAntigone: io ho trovato Splinder

  14. dicembre 4, 2007 alle 19:36

    Ehm… volevo dire che avevo trovato l’anello mancante tra Napoli e Benevento (cercate Barbarea nella pagina di cui ho fornito il link), ma come avrete notato non ho ancora trovato il modo di pubblicare decentemente i link…

  15. dicembre 4, 2007 alle 19:59

    Aahhhhhh, allora io sono cresciuta con il detto in modalità proprietà transitiva 😀

  16. dicembre 4, 2007 alle 23:04

    Sto pariando troppo!!! ahahah
    Non so mettere link (mea culpa) ma ti consiglio un file su youtube, Lezioni di napoletano di Enzo Fischetti, così magari ti fai due risate!

  17. dicembre 4, 2007 alle 23:09

    chiedo venia per il grassetto
    non è per megalomania ho sbagliato i tag :)))))

  18. dicembre 5, 2007 alle 08:18

    boston, hai notato l’influenaza stilistica di rita sui tuoi post? il grafico delle parentesi mostra un’impennata. marò!

  19. dicembre 5, 2007 alle 09:59

    bello post.
    molto bello.
    aloha.

  20. dicembre 5, 2007 alle 13:22

    colpodicoda: non concordo. Non nel senso che non uso un sacco di parentesi, ma contesto il fatto che ci sia stata un’impennata (ne ho SEMPRE usate tante) e, soprattutto, che sia dovuta all’influenza di Rita (sono circonvoluto di mio)
    flound: grazie

  21. dicembre 5, 2007 alle 15:11

    colpodicoda: Pigrazia dice che il tono della mia risposta sembra piccato… Nel caso non voleva esserlo, eh?
    Monna83: visto! Devo dire che ho potuto seguire quasi tutto ma non proprio tutto, mi sono perso sul verbo “eccere”

  22. dicembre 5, 2007 alle 16:14

    sono offesissima. adesso ti spruzzo con una codata. gnignignignigni…

  23. dicembre 5, 2007 alle 16:52

    Ciao, leggo il tuo blog per la prima volta, sono solo al primo post, e ti devo già ringraziare per due cose: grazie per la perla di saggezza sulle previsioni meteo natalizie, significa che qui a milano ci sarà un bel solleone, e poi grazie perchè ora capisco perchè mimmo l’imbianchino dice ‘ora mi cazzéa’ anzichè ‘cazzia’. Pensavo di aver io dei problemi di comprensione audio…
    a presto,
    Lisa
    p.s. se non ti spiace ti linko

  24. dicembre 5, 2007 alle 17:02

    Lisa: sia i ringraziamenti che i linkamenti solleticano la mia cospicua vanità. Come potrei non compiacermi dei primi e rifiutare di acconsentire ai secondi? 🙂

  25. dicembre 5, 2007 alle 22:52

    Il lavoro ti rovina, bostoniano. Urge settimana di ferie

  26. dicembre 5, 2007 alle 23:09

    Ileskja, verissimo, ma nella fattispecie perché?

  27. dicembre 6, 2007 alle 02:52

    (È suonata troppo brusca. In realtà, volevo solo capire a quale spunto si attaccava la battuta…)

  28. dicembre 7, 2007 alle 19:44

    Fico, mi si cita e io me ne accorgo in ritardo, come le star.
    Boston, chetticostava dire che t’ho marchiato? Ti ricordo che sono in procinto di dare un parere su una tua registrazione. Adularmi può essere un ottimo investimento, io t’avverto.
    :-DDD
    Rita

  29. dicembre 7, 2007 alle 19:51

    Rita: spiacente, ma non ritratto. I periodi lunghi e ricchi di parentetiche sono una cosa che mi perseguita da sempre, adesso devo pure sentirmi dire che li ho copiati? Eh, no, eh?

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: