Home > Uncategorized > Buon anno!

Buon anno!

Dunque, che posso postare di originale per augurare buon anno a tutti? Qualcosa che non faccio mai… Ah, sì, ideona: il menu di ieri sera!

Allora, il menu di ieri sera era un menu di pesce per gente che non mangia pesce. Tipo me. Protagonista assoluto, una bottiglia di Paul Bara Grand Rosé Brut che mi sentirei di consigliare a chiunque nonostante il prezzo non proprio popolare, ma che davvero aveva tutto quello che uno spera che uno champagne gli dia più tutti i simpatici retrogusti di frutti rossi che aggiunge la vinificazione in rosé. Uno spiritosissimo blogger enologico locale dice che trova irresistibile il fatto che questo champagne sia prodotto in un posto che si chiama Bouzy – la pronuncia suona come "boozy", alcolico – ma per me conta solo il fatto che tutti i terreni dell’azienda sono Grand Cru Classe. Spettacolo. Il motivo per cui parto proprio dalla bottiglia è che l’abbiamo stappata alle 6 del pomeriggio davanti alla Webcam per festeggiare la mezzanotte italiana in diretta col parentado.

Poi passiamo al menu di pesce per gente che non mangia pesce (tipo me). Non mangiatori di pesce, ascoltate bene: per strano che vi possa sembrare, è più facile che il pesce riusciate a mangiarlo crudo e a temperatura ambiente. I crostacei, è più facile che vi piacciano fatti in modo semplice, non pasticciato con salse. Il salmone affumicato, se lo prendete non troppo cattivo (che è cattivo) o troppo buono (che sa di pesce) è praticamente uno speck. Ecco quindi che cosa è passato per la nostra festa a due (e mezzo):

Gamberoni lessi in insalata su letto di crescione e daikon

Si inizia dal daikon, il ravanellone giapponese lungo anche più di un metro. Ne servono una decina di centimetri, saranno tre etti. Si leva la scorza, lo si fa a mezzelune sottili, si sala e si mette a sgocciolare. Intanto si lava un mazzetto di crescione e si scottano in acqua bollente salata mezzo chilo di gamberoni. Sbucciati i gamberi, si condisce tutto con olio e limone e si organizza il crescione sotto, il daikon in mezzo e i gamberi sopra. Schizzo d’olio di frantoio a profumare e macinata di pepe. Il sapore senaposo dei vegetali tiene sveglio il tutto e il limone rinfresca. Ah!

Sashimi di tonno all’italiana (o carpaccio di tonno alla giapponese)

Ricetta bastarda. Mezzo chilo di splendido filetto di tonno fresco viene fatto a striscioline spesse circa tre millimetri con il coltello più micidiale che avete in casa. Letto di insalata mista con anche qualche cosa di amaro, condita leggermente con olio e limone. Le striscioline di tonno vengono appena schizzate con soia (preferibilmente a basso tenore di sodio) mescolata con pasta di wasabi (che si senta bene), sul tutto si grattugia un po’ di scorza di limone. Eh!

Tartare di tonno

Mi era avanzato un po’ di tonno del carpaccio. Fatto a dadini di un centimetro, mescolato con uno schizzo di soia, mezzo schizzo di limone e un po’ di cipolla bianca tritata fine. Ih!

Salmone all’irlandese

Fette di pane nero, tipo segale o pumpernickel, vengono tostate e spalmate col burro. Fetta di salmone. Schizzo di limone. Qualche cappero. Un po’ di cipollotto fresco a fettine. Ottimo anche con la Guinnes. Oh!

Tortino di brie

La più semplice di tutte. Prelevare il tortino di brie in pan brioche dal banco frigo di Trader Joe’s, metterlo in forno venti minuti e mangiare caldo. Uh!

Mini-soufflé al cioccolato

Ricetta simile al tortino di brie: prelevare dal banco frigo e infornare 20 minuti. E ho finito le vocali.

Auguri a tutti!

Annunci
  1. gennaio 1, 2008 alle 18:39

    ecco appunto!
    io sono in partenza, ti lascio un saluto e un abbraccio alla famiglia. a presto e buon anno.

  2. gennaio 1, 2008 alle 19:16

    Buon anno a te. Fai cose buone laggiù, e stai attenta. Un abbraccio forte

  3. gennaio 1, 2008 alle 19:23

    Accidenti, per uno che non mangia pesce, ti sei combinato bene! Io una volta ho provato a fare il sashimi di tonno (buono!) ma l’odore (?) della bestia cruda è rimasto in casa per giorni. Stessa cosa anche per voi?
    Auguri di un anno felice a te a Pigrazia e a Davide!

  4. gennaio 1, 2008 alle 19:37

    No, se no non mi sarei avvicinato! Non odorava di assolutamente nulla, a dire il vero. Sarà stato perché era freschissimo o magari perché era a bassa temperatura…

  5. gennaio 1, 2008 alle 19:42

    Vuoi sapere il mio menù di ieri sera?

  6. gennaio 1, 2008 alle 19:51

    Auguri bostoniani! Il tortino di brie mi ispirava, peccato che non sai la ricetta 🙂

  7. gennaio 1, 2008 alle 19:56

    Buon Anno Bostoniani! 😀
    Oh, io ieri sera ho mangiato pasta con le sarde direttamente dalla pentola, salsiccia con le mani e un dozzinalissimo zampone preconfezionato.
    Inoltre ho stappato un raffinatissimo fragolino da un euro e mezzo.
    Che mi chiudo nello sgabuzzino?

    ;PPPPPPPPPPPP

  8. gennaio 1, 2008 alle 20:04

    Katika: come no?
    Vipera: secondo me, la pasta brioche la trovi surgelata. Ti prendi un brie di quelli piccoli, lo avvolgi con la pasta brioche e schiatti tutto in forno a 180° finché la pasta è dorata
    Svitata: se non hai bevuto il fragolino sulle sarde, mi sembra un ottimo menu. Auguri!!!

  9. gennaio 1, 2008 alle 20:57

    Domanda da nerd: perchè uno a cui non piace il pesce mangia pesce?

  10. gennaio 1, 2008 alle 21:06

    Menù del mio 31 dicembre: colazione Riopan e Suralfin, pranzo iniezione di Plasil, cena Biochetase e Tachipirina, innaffiato da una bella tazza di cammomilla.

  11. gennaio 1, 2008 alle 21:25

    First of all, tanti auguri a tutti anche da me!

    Poi, in assenza del consorte che è andato a prelevare un tavolo appena acquistato su craigslist, do anche una risposta: sunflower, la risposta alla tua lecitissima domanda è “perché c’era la prestigiosa bottiglia da onorare!”
    Io avevo anche proposto una bella fetta di carne rosso vampiro, ma mi ha risposto inorridito che con lo champagne non c’entrava nulla.
    E a quel punto, visto che mi lamento di continuo che con lui che non mangia pesce io sto rinnegando la mia napoletanità, non ho potuto che approfittare, e credimi, è valsa la pena! 🙂

  12. gennaio 1, 2008 alle 22:18

    Pigrazia, adesso che non può sentirci, ma come lo sopporti?

    ;PPPPPPPPPPPPPPPPPP

  13. gennaio 1, 2008 alle 22:33

    Pigrazia carissima, ti esprimo i sensi della mia più profonda umana partecipazione per il fatto di non poter condividere col tuo uomo le gioie di un desco apparecchiato con tutti i frutti di mare crudi che dio creò, con i carpacci di scorfano e occhiate, con i gamberoni al ghiaccio, con le zuppe di coda di rospo etc etc. La prossima volta che vieni in Italia, chiedimi pure asilo politico per un paio di giorni: ti porto in un posticino che so io che ti farà cantare gli inni al signore, dopo.

  14. gennaio 1, 2008 alle 23:21

    Prima di tutto, augurissimi!
    Non passavo qui da tanto, il tuo Davide è diventato ancora più bello di quanto era appena nato. Ancora Auguri, per tutto…

  15. gennaio 2, 2008 alle 07:48

    non ama il pesce, ma ama il vino. e lo rispetta. e q

  16. gennaio 2, 2008 alle 08:10

    urk… mi è scappata una pinna. dicevo… non lo so, sono ancora mezza sbronza. ah, ecco: pigrazia auguri!
    lo champagne rosé è una meraviglia, io mi sono accontentata di un franciacorta rosato, meraviglia delle meraviglie.

  17. gennaio 2, 2008 alle 08:32

    Io voglio:
    il tortino di brie, perchè so caciottara de natura

    tutti li tonni!!!!
    quello li colla cipolla etc te lo rubbo!

    Buon anno!

  18. utente anonimo
    gennaio 2, 2008 alle 10:07

    Buono il pesce che non sa di pesce per chi non ama il pesce!!! Io, nella fattispecie… 🙂
    Buon Anno, Lublu

    PS riguardo al tortellino in brodo e al ragù, io vi invito volentieri tutti quanti, ma devo organizzare un raduno tipo “festa dell’Unità nazionale al parco nord”? … in casa ho 4 sedie… 😉

  19. gennaio 2, 2008 alle 10:46

    auguri a tutta la famiglia, lasciati un po’ di corsa, ma mi son gustata le ricette! (tra l’altro, essendo io affetta da odio atavico per la cipolla, mi sono astenuta dal commentare, subodorando un linciaggio..)

  20. gennaio 2, 2008 alle 11:08

    L’ultimo dell’anno io ho mangiato solo un toast.
    Che vergogna.
    Che fame.

  21. gennaio 2, 2008 alle 11:10

    Ho visto che hai letto From Hell. Un fumettone, eh?

    Io la prima volta che l’ho letto, l’ho fatto tutto in un pomeriggio. Alla fine, vista la quantità di nozioni all’interno, la densità della narrazione, e la complessità del tutto, alla fine stavo fisicamente male, un po’ come il cocchiere che viene iniziato da sir William Gull lungo tutto il pentacolo di Londra.

  22. gennaio 2, 2008 alle 11:21

    Felice anno nuovo Bostoniano, per te, Pigrazie e Davide.
    Leggere i tuoi menu è sempre un gran piacere per il palato.
    E mi hai fatto venire una voglia di questo Gran Rosé Brut che adesso corro a comprarmelo.
    Caroline

  23. gennaio 2, 2008 alle 13:03

    E mo’ lo dobbiamo assaggiare tutti questo champagn. Io nel frattempo la mia ricerchina l’ho fatta: “Intenso, fruttato, ha sentori di lampone e sapore armonioso, morbido, di struttura elegante e gentile”. Chapeau ai Bostonians. No, dico, capito come si trattano?

  24. gennaio 2, 2008 alle 17:02

    Pure il mio fragolino aveva sentori di lampone.
    Transgenico e radioattivo probabilmente, ma pur sempre lampone.

  25. gennaio 2, 2008 alle 17:36

    Senti, Svitata, passeremo per delle capre selvatiche, ma mo’ te lo dico: il fragolino piace un sacco pure a me!

  26. gennaio 2, 2008 alle 20:03

    Katika: io sto già preparando i miei enzimi ittiolitici a cotanta Grazia, sarai la prima a sapere del nostro arrivo! 🙂
    Svitata: diciamo che è perché gli riescono benissimo tre delle cose che più mi interessano in un uomo (almeno in questa fase della vita): scrivere, cucinare e fare figli meravigliosi. Che poi sia un gran scassaminchia, beh, a volte lo merito e le altre volte glielo faccio scontare! 😛

  27. gennaio 2, 2008 alle 20:04

    colpo: grazie, anche a te! Però ora sono curiosa di sapere cosa c’era in quel commento perduto…

  28. gennaio 2, 2008 alle 20:05

    shhhhh! se non lo dite al Maestro, vi rivelo che il fragolino piace pure a me. e persino il brachetto…

  29. gennaio 2, 2008 alle 20:37

    Evvai, Pigrazia! La setta carbonara del fragolino è stata appena fondata! Senti però una cosa te la posso confessare? Il fragolino mi piace perchè sa di fragola ma il braghetto non ce la faccio proprio a berlo! però, sh!, non lo diciamo alle altre eventuali adepte….

  30. gennaio 2, 2008 alle 20:37

    Sorry, volevo dire Brachetto (vedi? non riesco neanche a scriverlo)

  31. gennaio 2, 2008 alle 20:56

    @confraternita del fragolino: Il fragolino (vero) piace anche a me, ma fa venire un cerchio alla testa micidiale. Pare che di natura contenga abbastanza alcol metilico da non congelare sopra i -30…
    @Oggettismarriti: auguri anche a te
    @colpodicoda: fischia! Il Franciacorta buono non si discute, si beve!
    @zauberei: la mia vanità le pubblica apposta, le mie ricettucole. Dimmi l’esito!
    @Lublu: se il tortellino e il ragù ci sono, alla logistica ci si pensa
    @mintossicobirra: e come mai?
    @waine: se fosse stato in italiano, credo che avrei fatto la stessa fine. Mi ha salvato leggerlo in inglese, che mi ha costretto a distribuire il tutto in qualche giorno. Comunque, Alan Moore ha una testa sconfinata. Se non fosse che è disegnato e ha le bolle, definire quel libro “fumetto” è più che riduttivo.
    @Caroline: salute, ne vale la pena.

  32. gennaio 2, 2008 alle 20:58

    @sullepunte: il fatto che odi la cipolla mi ha fatto inconsciamente dimenticare di risponderti. Il che è già una risposta… Non scordiamoci che il passo successivo è detestare l’aglio. E non scordiamoci di CHI È, in particolare, a detestare l’aglio

  33. gennaio 2, 2008 alle 21:11

    @katika: un buon brachetto è una buona cosa. L’importante è non pretendere di berlo con una bistecca (l’ho visto fare…)

  34. gennaio 2, 2008 alle 22:16

    Curiosità: com’è in inglese? Prima o poi mi voglio togliere lo sfizio di vedere se, come dicono, in originale Moore fa parlare i suoi personaggi secondo i modi, gli usi, le espressioni, e il linguaggio dell’epoca, con puntate verso il cockney. Già in italiano si perdono molto delle sfumature (V in inglese parla in versi; mentre anche solo in Watchmen i personaggi come Ozymandias parlano in maniera ricercata e forbita, i truzzi come Comedian in maniera diretta e semplice, sintatticamente parlando), ma di From Hell, mi sa che il discorso potrebbe essere anche più incasinato.

  35. gennaio 2, 2008 alle 23:44

    Confermo: forti caratterizzazioni regionali (cockney, ma anche west-ender per i personaggi altolocati) e arcaismi ottocenteschi. Il peggio poi è Elephant Man: devi leggere ad alta voce e provare a capire dalla pronuncia che cosa cavolo possa aver biascicato. Tipo: “yhur hobbesty ib moft wefweffing” sta per “your honesty is most refreshing”. Reso l’idea? Però, alla fine vale decisamente la pena scornarcisi; la lingua aggiunge veramente molto.

  36. gennaio 2, 2008 alle 23:56

    Alle superiori ti fanno studiare la varietà sintattica e l’uso degli arcaismi, ne I Promessi Sposi. Beh, se non fosse che il fumetto viene considerato un’arte minore, ci sarebbe da chiedersi: Moore che ha da invidiare?

  37. gennaio 3, 2008 alle 07:05

    Perchè ho iniziato troppo presto coi prosecchi e poi non avevo più fame.

  38. gennaio 3, 2008 alle 08:45

    Sono pronta a ricredermi. Appena ti viene in mente un nome giusto fammi un fischio.

  39. gennaio 3, 2008 alle 09:18

    santamadonna il tortino di brie è un calcio al fegato ma dio lo benedica, qualunque dio sia !!!!!! Voto il Salmone all’irlandese per ragioni di cuore.
    Voto Voi per le medesime.

  40. gennaio 3, 2008 alle 10:34

    Caro bostoniano se ti sembra uno schifo il buon brachetto con bistecca, non puoi pensare cosa sia con la lasagna, il tortellino o il cotechino… è orribile solo il pensiero, lo so! Ma purtroppo ho il moroso analcolico, che non va oltre acqua e coca-cola, e per le feste abbina, appunto, il brachetto alla qualunque… la prima volta che ho assistito a tale scempio volevo morire!!
    😉 baci, Lu

  41. gennaio 3, 2008 alle 10:52

    Anche se con mooolto mooolto ritardo auguri!
    Comunque la famiglia dei bostoniani non si smentice mai in cucina;-)))

  42. gennaio 3, 2008 alle 18:14

    Wayne: Umberto Eco sarebbe d’accordo con te (oppure è invecchiato)
    mintossicobirra: vedi perché è meglio lo Sciampàn?
    katika: non mi vengono nomi particolari. Sicuramente lo fa Braida, che credo non abbia bisogno di presentazioni, ma altrettanto sicuramente costerà un capitale ingiustificabile
    Pillow: ma nooo, che calcio al fegato…
    Lublu: uàz! Hai una sacra missione, quest’uomo va redento!
    Salvietta: ricevuti forti e chiari. Come va laggiù? Qui oggi fa un freddo cane…

  43. gennaio 3, 2008 alle 18:14

    io il pesce non lo so comprare, cucinare e neanche posarlo nel piatto, mangiarlo da soli poi è una tristezza. Alla vigilia per fortuna che c’è la nonna: quest’anno ha schierato le due punte classiche, insalata di polpo e gamberi in salsa tartara, con il trequartista aggiunto, gamberoni impastellati cotti al forno. Gli spaghetti alle vongole, veterani dell’evento, non hanno presenziato per rispetto della commensale divoratrice di pesto e amidumia. Del tuo menu mi ispira molto il filetto di tonno, perché non sono mai andato oltre a quello in scatola, e il salmone, che m’imbarazza per la molteplicità delle offerte, ma buono buono m’era capitato di mangiarlo solo in Irlanda. In quel caso senza la Guinness, e il binomio ancora più m’ispira.

  44. gennaio 3, 2008 alle 18:36

    sono interattivissima oggi! sto scroccando una connessione wireless in una stanza d’albergo in cui non era affatto prevista… un saluto prima che mi becchino e mi disconnettano d’ufficio!

  45. gennaio 10, 2008 alle 15:50

    Noto degli schizzi.

    Aciduli.

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: