Home > Uncategorized > È finita l’emergenza neve…

È finita l’emergenza neve…

Squilla il telefono. La vocina registrata di un’impiegata comunale mi avvisa che, da stasera alle 6, lo stato di emergenza viene revocato. Entro le 8, bisogna levare le auto dai parcheggi comunali e via dicendo.

Per la prima volta, decido di ascoltare il messaggio fino in fondo e vengo colpito da quest’istruzione nazista:

"I residenti hanno l’obbligo di ripulire il marciapiede di fronte alla propria abitazione. MA non possono gettare la neve in strada".

Immagino che la soluzione sia portarla a secchi nella propria vasca da bagno…

Annunci
Categorie:Uncategorized Tag:
  1. gennaio 14, 2008 alle 21:18

    mmm… un po’ (tipo una quintalata) di sale grosso? (buon vecchio metodo made in italy…)

  2. gennaio 14, 2008 alle 21:22

    Bostoniano, bostoniano… ma non hai mai visto questo spot???
    http://it.youtube.com/watch?v=9kLyXxvewc8

  3. gennaio 14, 2008 alle 22:30

    lamorachevola: in realtà, il bello di essere inquilino è che di queste cose se ne occupa il padrone di casa. Io sono quassù che lo guardo e gli auguro mentalmente “buon lavoro”
    ProfAntigone: sì, ma io bevo tendenzialmente vino rosso. La birra la bevo solo al bar…

  4. gennaio 14, 2008 alle 22:58

    quindi vorresti dire che il padrone di casa si munirà di pala e furgoncino per trasportare la neve dalla tua abitazione alla sua vasca da bagno…

  5. gennaio 14, 2008 alle 23:27

    salvietta: non hanno bisogno di furgoncino, abitano sotto di noi.
    In questi giorni di neve dico “Per fortuna!” ma in generale è un po’ una rottura.

  6. gennaio 15, 2008 alle 07:54

    O metterla in tanti bicchierini, metterci dello sciroppo al gusto che preferisci e venderla come granita!
    😉

  7. gennaio 15, 2008 alle 09:01

    Pensa, vi telefonano anche a casa…

    Noi invece aspettiamo la neve per fare i testacoda su strada o nei piazzali (lo so siamo scemi) e in questo modo la neve parte da sola..

  8. gennaio 15, 2008 alle 09:07

    Soluzione=usarla come acqua potabile.

  9. gennaio 15, 2008 alle 09:55

    io proverei a depositarla davanti al comune:)
    si vabbè vabbè lo so ho l’animo sovversivo io!!!

  10. gennaio 15, 2008 alle 10:01

    La devi mangiare, ma aspetta che passino a buttare il sale altrimenti è sciapa.

  11. gennaio 15, 2008 alle 10:27

    una spruzzatina di limone e un po’ di zucchero.

  12. gennaio 15, 2008 alle 13:09

    sai quanto mojito…………….

  13. utente anonimo
    gennaio 15, 2008 alle 13:10

    ad arrivar tardi te fregano le battute!

    Ma se uno ci butta l’acqua calda che succede?

    zauberei

  14. gennaio 15, 2008 alle 15:02

    Alkanette: perché no? Non so quanta gente voglia una granita a gennaio, ma in effetti le gelaterie sono aperte.
    gattosecco: anche qui fanno i testacoda, ma non sempre lo vogliono. I più bravi sono i camion in autostrada.
    Lupacchiotto: quindi, si ritorna al discorso vasca?
    Superpomettomel: mica male, come idea. Sostituirei la neve con l’immondizia, però
    mint: ed evitare accuratamente di mangiare quella gialla, immagino
    colpo, pillow: altra idea assolutamente da considerare. Possibili variazioni, caipirinha e frozen margarita/daiquiri
    zaub: che te se fa ‘n ber buco dove butti l’acqua e tutt’attorno resta la neve. Per sgomberare il marciapiede ti ci vorrebbero tipo duecento pentolate!

  15. gennaio 15, 2008 alle 15:12

    Ci si fa una serie di pupazzi di neve artistici, in pose grottesche, tipo con le graccia di stecchini di legno rivolte al cielo ad invocare la pietadiddìo. Poi li si guarda sciogliersi inesorabilmente, il che fa parte della performance artistica.

    (Calvin è come Il Saggio: ha una risposta per tutto)

    Rita

  16. gennaio 15, 2008 alle 15:40

    Ci ho pensato a lungo. L’idea della vasca da bagno mi sembra la + sensata, ma sarei curiosa di sapere, nelle teste dei vostri amministratori locali, cosa dovreste farci con la neve raccolta?
    Bye. L.

  17. gennaio 15, 2008 alle 15:50

    Rita: sto aspettando Davide al varco per inaugurare la stagione pupazzi di neve (in particolare, voglio rifare la scena dell’uomo di neve “anatomically correct”)
    Lemny: la risposta sarebbe “dove, sono cavoli vostri. QUA no.”

  18. gennaio 15, 2008 alle 15:53

    e scioglierla facendoci su i bisognini? così tutti gli inquilini possono partecipare equamente e il povero padrone di casa non si stanca troppo.

  19. gennaio 15, 2008 alle 15:55

    Finché è neve, il modo per eliminarla si trova.

  20. gennaio 15, 2008 alle 16:01

    Freesia: dovremmo aspettare il prossimo beer event e provare a convincere i partecipanti a farsi un giro da noi, per ottenere risultati apprezzabili. Altrimenti, tutto quello che puoi ottenere con la pipì è scrivere qualche breve messaggio (se sei bravo)
    Caroline: non è solo neve, è TANTA neve!

  21. gennaio 15, 2008 alle 17:07

    Mi offro volontario!
    Così risolvi anche il problema del taglio dell’erba del giardino.

  22. gennaio 15, 2008 alle 17:07

    … dellamaialadelletettedelculodelledonne…

  23. gennaio 15, 2008 alle 18:11

    Mint, che è successo???

  24. gennaio 15, 2008 alle 18:46

    immagino che sia semplicemente il messaggio che intende scrivere. senza spazi, così è più lungo. Eh?

  25. gennaio 15, 2008 alle 21:18

    :))) stasera, frullato per tutti!

  26. gennaio 15, 2008 alle 21:28

    Sto notando come molti suggerimenti prendano una piega alimentare/bevereccia. Mi piace. È quello che speravo uscisse da questo blog…

  27. gennaio 15, 2008 alle 21:29

    @nuriape: poi mi chiarirai per bene come fai a scrivere in italiano così…

  28. gennaio 15, 2008 alle 21:47

    se non ghiaccia più potreste uscire con la gomma dell’acqua e scioglierla. Ma il comune chiama tutti? Avrei pensato che girassero per le strade con il megafono… ehehehehe

  29. gennaio 15, 2008 alle 21:53

    Lisa: “se non si ghiaccia” è la parola magica. Posso garantire che probabilmente è ghiacciata anche la pompa – non che abbia provato. Comunque, incredibile, eh? È un servizio a cui ci si abbona (gratis), chiamano tutti e mandano persino un’email

  30. gennaio 15, 2008 alle 22:38

    Boston: da me è in corso un test sulla perversione proposto da quel matto di Uéin. Vieneme a dà na mano!

  31. gennaio 15, 2008 alle 23:50

    Ma allora non è solo nei film che spalano la neve sul vialetto. Ecco come fanno i ragazzini americani a pagarsi il college e avere pure i muscolazzi: spalano!

  32. gennaio 16, 2008 alle 12:36

    emmenomale che era finita l’emergenza neve, mannaggia mannaggia, io mi ero gia’ disabituata ad annegare al polpaccio nel tentatico di attraversare la strada!!
    btw, I’m back.

  33. utente anonimo
    gennaio 17, 2008 alle 06:43

    (psst, Boston, é oggi vero? Io intanto te li faccio, gli auguri…)
    Esse16

  34. gennaio 17, 2008 alle 08:33

    :************************

  35. gennaio 17, 2008 alle 10:20

    COMPLEANO FELIZ!
    E’ oggi vero?Come il mio papà:-)

  36. gennaio 17, 2008 alle 10:44

    Buon Compleanno Bostoniano!
    Bye. L.

  37. gennaio 17, 2008 alle 13:29

    ok, meno male che son passata presto oggi: buon compleanno!!!

  38. gennaio 17, 2008 alle 16:17

    (con voce roca alla marilyn)
    happy birthday to you, happy birthday to you, happy birthday mr bostoniano, happy birthday to you.

  39. gennaio 17, 2008 alle 16:26

    (Con voce roca alla Marilyn come Colpo, ma con in più il neo finto, la parrucca bionda, e il vestito rosso, perché io mica faccio le cose alla cazzo come lei):
    Happy birthday to you, happy birthday to you, happy birthday mister Boston, happy birthday to you!

  40. gennaio 17, 2008 alle 16:34

    Io invece ti faccio gli auguri col naso rosso e un calice di amarone in mano. AUGURI!

  41. gennaio 17, 2008 alle 16:39

    Ueeeee, ma siete bravissimi! Io sono una frana, non ricordo i compleanni, non vado a vedere i profili degli altri utenti ecc ecc ecc. Sì, metto le mani avanti perché già lo so che quando toccherà a voi farò una figura barbina.

    Uein, nota a latere per te: sei stato accuratissimo, ma sono sicuro che, come imitazione di Marilyn, hai un dettaglio di troppo che Colpo non ha bisogno di risolvere… 😉

  42. gennaio 17, 2008 alle 16:40

    Perché, lei è una bionda naturale?

  43. gennaio 17, 2008 alle 16:51

    Già, e il neo ce l’ha di suo. Per il resto uguali, eh?

  44. gennaio 17, 2008 alle 16:53

    (Cosa starà cercando di dirmi?).

  45. gennaio 17, 2008 alle 17:05

    (ah, saperlo!)

  46. gennaio 17, 2008 alle 17:06

    Mi sa che devi partire dalle api e le farfalle…

  47. gennaio 17, 2008 alle 21:16

    ¡FELIZ CUMPLEAÑOS!

  48. gennaio 17, 2008 alle 21:19

    buon compleannooooooooo! (troppo tardi?)

  49. gennaio 17, 2008 alle 21:45

    AUGURI!!!
    AUGURI!!!
    AUGURI!!!
    Tutto merito di pigrazia che me l’ha ricordato mentre chiacchieravamo un po’…altrimenti avrei rimediato un’altra delle mie belle figurelle…eppure il vecchietto sei tu!
    eh eh eh
    un abbraccio grande!!

  50. gennaio 17, 2008 alle 21:46

    Nuriape: ¡GRACIAS!
    Freesia: grazie, ma che troppo tardi… qui è il mio compleanno per altre cinque ore abbondanti! 🙂 E poi può essere troppo presto, che porta sfiga. Troppo tardi mai.

  51. gennaio 17, 2008 alle 21:48

    MT: grazie degli auguri, un po’ meno per il vecchietto! Insomma, un po’ di rispetto per i capelli bianchi (quelli superstiti, beninteso)

  52. gennaio 17, 2008 alle 22:18

    Eppi bordei. 🙂

  53. gennaio 17, 2008 alle 22:48

    dènchiùs!

  54. gennaio 17, 2008 alle 23:01

    ooohhh… ma auguri!!! happy birthday…

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: