Home > Uncategorized > Fall from grace

Fall from grace

Scivoli sul ghiaccio. Batti il culo. Ci rideresti.
Ma hai tuo figlio in braccio. Si fa quasi nulla, ma si morde lingua e si spaventa. Da allora alterna cinque minuti di quiete inquieta a dieci di pianto. Da ormai quattro ore. E tu ti chiedi se davvero credi ancora in te stesso come padre.

  1. febbraio 17, 2008 alle 02:35

    Pensa, fra trent’anni lo racconterà al suo psicanalista.

  2. febbraio 17, 2008 alle 07:51

    Ma no che non lo racconterà:)
    un primo capitombolo in braccio a babbo è un buon punto di partenza psichico per i capitomboli a venire senza babbo. Je annata bene bostonianòn nun te cruccià.

  3. febbraio 17, 2008 alle 09:31

    Al massimo le prime parole che dirà saranno: “Papà, li mortacci!!!”…
    🙂

  4. febbraio 17, 2008 alle 09:39

    Ma dai! E’ brutto vedere che piange ma pensi davvero di metterti in discussione come padre per così poco? Dai, su. Gli passerà.

  5. febbraio 17, 2008 alle 10:02

    erto che ci credi!!!
    io un mese fa in montagna avevo in braccio Enrico e son scivolata di brutto, allora per istinto l’ho mollato, perchéavevo paura di cadergli sopra, e lui si è preso una botta sulla schiena..ma poi passa tutto, giuro….

  6. febbraio 17, 2008 alle 10:35

    Dai, l’importante è che non vi siate fatti male!

  7. febbraio 17, 2008 alle 11:57

    poverini tutti e due! Dai, quando sarà grandicello ci farete su delle grasse risate! 😉

  8. febbraio 17, 2008 alle 13:57

    No dai non ti preoccupare!E’ normale che capiti, non per questo hai sbagliato qualcosa o sei meno valido come padre!puoi dormire sonni sereni, secondo me!:)

  9. febbraio 17, 2008 alle 18:39

    ihihih mi viene da sorridere…
    ma certo che passa e vi farete delle risate 🙂

  10. utente anonimo
    febbraio 17, 2008 alle 18:52

    Boston…
    sei scivolato sul ghiaccio.

    Se avessi tirato Davide contro il muro per vedere se rimbalzava a conferma del detto “i neonati sono di gomma”, potrei capire, ma qui non c’è premeditazione, c’è una superficie scivolosa ed insidiosa sotto le suole.

    Non può essere questo a fare di te un cattivo papà, dai!

    Zia Esse

  11. febbraio 17, 2008 alle 19:13

    Esse, mi sei piaciuta col tuo commento! Hai ragione e ti quoto in pieno!! Oddio che ridere!

  12. febbraio 17, 2008 alle 19:31

    Esse, guarda che bostoniano è già un appassionato di Mythbusters, se tu gli dai gli spunti finisce che prima o poi ci prova 🙂

    Cmq gliel’ho detto anch’io che succede, e che la sua caduta piuttosto è stata un esempio di abnegazione paterna: non poteva aggrapparsi, se non lasciando andare il patato.
    Che poi se lo avesse fatto avrei commesso un uxoricidio (si dice anche per il marito?) è un altro discorso…

  13. utente anonimo
    febbraio 17, 2008 alle 19:56

    Pigrà, sono sicura che Boston QUESTO mito qui proprio non ci proverebbe, a sfatarlo 😉

    (oh, quel programma mi piace tantissimo…)

  14. utente anonimo
    febbraio 17, 2008 alle 20:18

    Miiiiiiii, che tonta, ero sloggata…

    Esse anche al #13

  15. febbraio 17, 2008 alle 20:55

    beh piccino, paura si e’ preso paura, ma non l’hai mica mollato.
    sono con Zaubrei: il capitombolo al sicuro tra le braccia del babbo e’ quello migliore per cominciare a provare i capitomboli nella vita!

  16. febbraio 17, 2008 alle 22:30

    mio padre quando avevo 3 anni per insegnarmi a nuotare, tentò di farmi fare il morto a galla, là dove l’acqua non è molto alta.
    Lui non sa nuotare.
    Arriva un onda. Io vengo trascinata via dalle sue braccia. Mi recupera pochi metri più in la.

    Io credo che queste cose succedano quando un genitore cerca di dare il massimo ai propri figli.
    Hai solo peccato di zelo paterno
    Sei e rimani un ottimo padre.

    P.S. Io adoro mio padre

  17. febbraio 18, 2008 alle 07:47

    bos, capperi! pigrazia ha ragione: hai tenuto saldo il piccoletto nonostante l’istinto immediato sia quello di mollare tutto e aggrapparsi a qualcosa per non scivolare. se avessi avuto in mano un barbaresco di gaia del 97 lo avresti mollato. invece il gene del buon genitore ti ha fatto tenere la presa.

  18. utente anonimo
    febbraio 18, 2008 alle 09:19

    Bos, come cacchio si fa a scivolare con un bebè in braccio? Non hai scarponi antiscivolo? Vivi in uno dei posti più freddi dell’universo! Certo che ce ne vuole, eh? Vedrai che tuo figlio si vendicherà appena ne avrà la possibilità! E basta con questo buonismo di merda! L’hai sconvolto! E’ evidente!

    Nina

    (retaggio di quando ho fatto volare mio fratello da un muretto perché non sono riuscita a reggerlo, io ero troppo piccola e lui era troppo cicciottello. 2 punti sul labbro. Me lo rinfaccia ancora. E io mi sento ancora in colpa. Ma se deve raccontare come gli è andata la giornata, lo fa con me, i miei non li caga neanche. E, Pigrazia, il nomignolo con cui lo chiamo è “Patato”!)

  19. febbraio 18, 2008 alle 10:30

    Come al solito la Colpo mi fa schiantare.

    (Sempre a proposito del fatto che non tutti gli schianti sono negativi).

    Rita

    PS: Nina, tuo fratello è cresciuto palesemente temprato dall’esperienza.

  20. febbraio 18, 2008 alle 12:36

    Colpo: no, neanche quello, ti assicuro! 😉

  21. febbraio 20, 2008 alle 17:27

    caspita, torno dopo pausa lavoro e trovo questo post…mi spiace bostoniano…ma anche a me son successi “incidenti” cosi’…son sicura che vai alla grande, queste cose capitano! Un abbraccio

  22. febbraio 27, 2008 alle 15:12

    ho letto ora, e volevo dire una cosa uguale a quella di vipz

  23. marzo 19, 2008 alle 17:10

    Mio padre aveva fatto cadere mia sorella dal bancone del negozio di mio nonno..lei aveva sei mesi…capita…sempre alla stessa sorella avevano chiuso le dita in mezzo alla porta e poi alla portina della macchina….

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: