Home > Uncategorized > Oggi mi sento zoofilo e polemico

Oggi mi sento zoofilo e polemico

Oggi è arrivata una candidatura di proporzioni considerevoli per il premio "faccia da culo" dell’anno: secondo i paesi balenieri, le balene sottraggono il pesce ai poveri.

Facciamo alcune considerazioni schematiche, sì? Che magari riusciamo a fare un po’ di ordine che lo spunto mi consente di innescare una polemica mica male.

  • Chi ha detto che il pesce debba essere dell’uomo o delle balene? Se chiedete al pesce, probabilmente non è d’accordo con nessuna delle due possibilità
  • Potendo consultare le balene, probabilmente pensano che sia l’uomo a levare il pesce a loro. E probabilmente anche una certa quantità di altri animali consumatori di pesce. La maggioranza non conta più nulla?
  • Fra l’altro, parte di questo pesce viene usato per creare sfarinati che l’uomo somministra a due entità non use a mangiare pesce: i vegetali (è usato come concime) e gli animali erbivori (mangime). Cretino, no? Sottrarre a chi ne mangerebbe per darne a chi mangerebbe volentieri altro.
  • Almeno uno dei paesi balenieri, il Giappone per la precisione, assieme alla Russia, sempre per la precisione, ha comperato per un boccone di pane (a livello paese, non a livello singolo personaggio politico, che ha sicuramente gradito la sua "percentuale") i diritti di sfruttamento della pesca davanti alle coste di alcuni dei paesi dei poveri che stanno rimanendo senza pesce, uno fra tutti il Perù. Lo sfruttamento è stato talmente selvaggio che alcuni tipi di pesce azzurro, una volta abbondanti al di là del concepibile, sono praticamente estinti. E l’industria del guano, una volta fiorente, è scomparsa perché il numero degli uccelli marini è precipitato a causa della carenza di cibo 
  • Una risibile percentuale della popolazione umana dispone del 90% delle risorse del pianeta. Mi pare che ci sia da lavorare molto più su questo che su quelle ladre delle balene, se davvero ci si preoccupa dei poveri

Insomma, o hanno una faccia tosta che davvero non se ne vede il fondo o hanno una miopia gravissima. Comunque, trovo inconcepibile che si possa anche pensare di valutare razionalmente una fesseria del genere… eppure si sarà costretti a farlo. Il logico non è più in grado di difendersi da solo.

Advertisements
  1. giugno 23, 2008 alle 14:27

    “Zoofilo”?

  2. giugno 23, 2008 alle 14:37

    Non nel senso che pensi tu. Non sarebbe possibile. L’unico animale la cui femmina ha delle tette decenti è l’uomo.

  3. giugno 23, 2008 alle 15:01

    in culo alla balena
    sembrerebbe il nuovo motto del terzomondismo solidale

  4. giugno 23, 2008 alle 15:11

    yetbutaname: un’intuizione ai confini del genio! :-))))

  5. giugno 23, 2008 alle 16:31

    Quando ho letto questa cosa su repubblica ho pensato a uno scherzo e invece è tristemente vera.
    Incazzarsi perché le balene mangiano sconfina nel ridicolo. Personalmente devolvo tutto il pesce che io non ho mangiato negli ultimi 15 anni a una balena bisognosa. Fatelo anche voi: lasciate il pesce alle balene e mangiatevi un piatto di ceci.

  6. giugno 24, 2008 alle 10:16

    Senza contare che quasi tutte le specie di balene mangiano plancton…

    Iris

  7. giugno 24, 2008 alle 13:21

    ViperaVenerea: potremmo unirlo al mio, che non ne ho praticamente mai mangiato perché non mi piace!
    Iris: questa è un po’ più difficile da sostenere: il plancton è formato anche (e per gran parte) da avannotti, neonati di pesce per meglio dire, quindi è tutta roba che, se mangiata, non diventerà mai sardina o acciuga. Ciò non toglie che le balene non lo tolgono “ai poveri”, a quelli lo tolgono le stesse persone che vorrebbero appropriarsi anche della parte delle balene (e delle balene stesse)

  8. giugno 25, 2008 alle 07:22

    OT: mi sembra che sia giovedì prossimo, Fabio Arboit su Capital a Undercover (alle 16.00?), fa una trasmissione monografica sulle cover di quel gruppo lì, quelli che suoni tu..

  9. giugno 25, 2008 alle 10:13

    bostoniano, sono commossa. a nome di tutti i cetacei ti proclamo beniamino dei mammiferi marini.

  10. giugno 25, 2008 alle 18:50

    io voglio quel manager, quel genio che ha suggerito a quell’altro questa idea strabiliante.
    Perchè loso, in qualche superatticocoso ufficio dirigenziale, attorno uin tavolo lungo e largo, qualche coglione col master ha tirato fuori sta bella pensata ed avrà pure ricevuto un encomio.
    Voi scorpite chi è, a fargli cadere un capodoglio sul Suv ci penso io!

  11. giugno 25, 2008 alle 20:52

    La bloggheressa Rosellina Itinerante èpure ci ha fatto un post su questa cosa! Lei poi diceva che, ecco lei è scienziata per cui lo diceva mejo de me, ma sostanzialmente pelle questioni dell’ecosistema, se ammazzi troppe balene semo noi umani a riemettece.

  12. giugno 25, 2008 alle 20:53

    bostoniano!
    certe vorte ir tu blog mi appare per orizzontale
    poi se ci clicco: si verticalizza!

  13. giugno 26, 2008 alle 14:32

    anche la mattanza a scopo “di ricerca” non è male per la nomination.

  14. giugno 26, 2008 alle 15:54

    quoto colpo. anche perche’ se continuo a mangiare pancakes ogni mattina potro’ fare la portavoce dei cetacei a pieno titolo.

  15. giugno 26, 2008 alle 21:03

    l’ho letto due volte il post, perchè nn riuscivo a crederci…cioè le balene mangiano il cibo dei poveri???? e allora le persone che a new york prenotano il gelato con foglia d’ora 48 ore prima e pagano 600 euro???? ok scusate..m’è partito l’embolo polemico…

  16. giugno 26, 2008 alle 21:20

    tortadimele: grazie del pensiero. Sono riuscito a perdermelo fra un casino e l’altro 😦
    colpodicoda: venendo da te… 🙂
    giapatoi: mi sa che viene più da qualche alto papavero delle unioni di pesca, tipi più sindacalisti ma non necessariamente più raziocinanti
    zaub: sono andato senz’altro a rompere le scatole a casa Rosellina. Sulle stranezze del mio blog, boh? Non ti so proprio dire. A meno che non succeda quando passi da un post solo-tutti i post. Se il post solo è solo testo viene stretto, poi quando apri tutti i post si allarga in base alla foto pubblicata più grande.
    gattosecco: Berlusconi ha una schiera di competitori, quest’anno… Ma è sempre il favorito
    katina: occhio al pancake. Esso è traditore e si espande. Esperienza personale.
    DiVerde: beh, ma i poveri mica mangiano i gelati con foglia d’oro… 😉

  17. giugno 27, 2008 alle 11:21

    è oggi…alle 16.30 di qui. se te lo perdi di solito mettono i podcast su capital.it

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: