Home > Uncategorized > Chi controlla i rubinetti lassù ha un senso dell’umorismo discutibile

Chi controlla i rubinetti lassù ha un senso dell’umorismo discutibile

Ci credereste? Le previsioni ci hanno preso in pieno. Acqua, acqua, acqua, solicello… Di corsa in spiaggia! Acqua. Macheccazz

Vabbè. Passiamo alla documentazione, che è meglio.

Foto 1: avevo detto Gabicce? Macché, Miami Beach è una grossa Sabaudia!

La sobria opulenza del travertino, la purezza delle linee nel loro rigore geometrico, sembra che qui ci siano passati gli architetti che ci piacevano a LUI

2. Jungle Island. Una specie di zoo-safari molto improbabile, molto finto ma per niente squallido. Bellissime piante, bellissimi animali, pappagalli a iosa, una stanza piena di lemuri in pieno sballo da coca, una tigre bianca e un ligre… leogre… tigrone… Vedete un po’ voi come chiamarlo. Grosso quasi quanto la somma dei genitori, un gattone grosso grosso. Partirei da Davide, molto soddisfatto del passeggino noleggiato

Una distesa di fenicotteri, che fa sempre scena

Comunque, di tutti gli strani animali che ha visto, alla fine Davide ha preferito quelli a cui si è potuto avvicinare molto. In particolare le capre. Fino a che le capre non si sono interessate a lui un po’ troppo, ecco…

3. Il giorno dopo piove ancora. Si va al Seaquarium. Anche qui, Davide becca una fuori serie niente male

Cammina che ti cammina, andiamo a sbattere contro un certo avatar…

I lamantini, o dugonghi che dir si voglia, sono piaciuti solo a me

Le foche hanno incontrato già più favore

Così come i delfini

ma l’effettone lo ha ovviamente ottenuto l’orca

Di cui forse sarà bene rendere meglio le dimensioni:

4. Ecco il sole, scappiamo al mare!!!

Dieci minuti dopo, pioveva.

5. La chiusura è per Wayne. Un manichino del genere non poteva non far scattare l’associazione di idee

Si capirà che gira forse più silicone qui che nella Silicon Valley

  1. utente anonimo
    ottobre 27, 2008 alle 06:32

    Ma sono Prima???? SOno quasi etonnee dall’emozione. Davide e’ Il piu’ bello di tutte le foto, e le sue fuoriserie niente male.
    Sulla signorina di cui all’ultima foto….lascio spazio a Wayne, non voglio rovinargli la scena.

    Ben tornati.

    Vipera Pignola

  2. ottobre 27, 2008 alle 07:05

    In America sono troppo avanti.

  3. ottobre 27, 2008 alle 07:49

    il mare fa bene anche se piove
    me lo diceva mia nonna
    e a guardare Davide ne convengo

  4. ottobre 27, 2008 alle 08:13

    mi avete beccata! e io che mi ero mascosta così bene…
    ragazzi, davide è sempre più bello, e ha sempre più lo sguardo intenso del seduttore.

  5. ottobre 27, 2008 alle 08:35

    Ma che bello Davide – e che BRUTTA Miami Beach! Ma i bagnini sexy mezzi nudi abbronzati e muscolosi non c’erano?

    ViperaSloggata (Venerea, non Pignola, marò che nido di vipere questo blog :D)

  6. ottobre 27, 2008 alle 10:34

    Miami Beach è una cagata pazzesca.

  7. ottobre 27, 2008 alle 10:44

    lalide fa ciaffe ciaffe

  8. ottobre 27, 2008 alle 12:10

    bentornati! Davide è sempre più bello e fotogenico, poi con la fuoriserie dello zoo safari ha proprio l’aria del belloccio seduttore della Miami del cinema Miami (che dalla foto iniziale mi pare un po’ deludente, però…). Ciao! E comunque piove anche a Pisa, dove disgraziatamente mancano le fogne e le strade sono un lago perenne. 😦

  9. ottobre 27, 2008 alle 14:09

    ah! la capretta se lo voleva assaggiare!!! povero

  10. ottobre 27, 2008 alle 14:45

    I fenicotteri rosa!
    Belli! *_*
    E bello anche Davide, of course! 😀

  11. ottobre 27, 2008 alle 15:19

    a me più di tutte è piaciuta quella di davide nel passeggino a forma di delfino. se non altro per quello spettacolo ne è valsa la pena!

  12. ottobre 27, 2008 alle 15:25

    La capra stava palesemente cercando di avvicinarselo per assaggiargli anche la faccia oltre al mezzo di trasporto.

    OOOOH, ma c’ha i capelli ROSSI adessooo? 🙂

    Rita

    (PS: orca vacca. No, per le dimensioni dico)

  13. ottobre 27, 2008 alle 15:54

    ViperaPignola: grazie!
    Wayne: scommetto che qualche malalingua potrebbe asserire che in America sono troppe davanti, ma io mi dissocio
    yetbutaname: dipende quanto ti è costato andarci! 🙂
    colpodicoda: non era difficile, si vedevano i cirripedi da dietro la palma
    ViperaVenerea: bagnini non ne ho visti, in compenso l’umanità a Miami è assai variata e variegata (talvolta anche avariata). Una dose di bonazzi/e non manca, in effetti
    frank: specie senza sole!
    tortadimele: poverino, gli sarebbe piaciuto! Ma l’acqua dall’alto ha si è posta fra lui e l’acqua là davanti
    Cilidif: come, mancano le fogne? E perché? A parte la spiegazione che darebbero i livornesi, intendo…
    sullepunte: la capretta era in fissa dura col volante del passeggino, chissà perché
    profAntigone: avessi visto i pappagalli… Ma i lemuri sono stati la cosa più sbalorditiva
    Katika: non so come gli è uscita la faccia così marpiona, in effetti!
    Rita: il colore è un po’ falsato, penso che quello più vicino sia quello della foto in spiaggia: Biondo scuro-castano chiaro-rossiccio.

  14. ottobre 27, 2008 alle 16:11

    Come come come??? non sai come gli e’ uscita la faccia marpiona???

    ma se fa quotidiane prove allo specchio!!!!

  15. ottobre 27, 2008 alle 17:11

    c’ha una faccetta da attira-coccole quel bimbo!! tempo a parte, l’importante è che vi siate rilassati…ci siete riusciti??

  16. ottobre 27, 2008 alle 17:43

    mancano le fogne: ogni casa ha il pozzo perdente, credo si chiami così, per i propri rifiuti, quindi niente tombini comunali. Gli scarichi dei canali di scolo dei tetti vanno in strada e quando piove anche solo per mezzora, le strade sono un luogo avventuroso. Da provare! 🙂

  17. ottobre 27, 2008 alle 18:08

    sullepunte: a ripensarci, hai ragionissima!
    diVerde: mica poi tanto… anche grazie al piccolo fetente con la faccia da coccole in foto, da schiaffi dal vivo
    cilidif: avessero ragione i livornesi, allora?

  18. ottobre 27, 2008 alle 23:12

    Bentornati.
    Belle le foto, adorabile il bimbo, ma lo sapete già.
    Essere a Miami ed apparire per la prima volta con i capelli rossicci… mumble mumble…

    e che è un omaggio a chi vi chiedeva di salutargli Orazio che strazio Caine? 😛

    Ah no niente contro chi ha i capelli rossi, è solo Caine che mi ispira cattiverie 😛

    Mi spiace che abbiate trovato brutto tempo.

    Buona settimana
    Rabb-it

  19. ottobre 27, 2008 alle 23:53

    Qualcuno ha rapito il mio commento!!!! Gli UFO?
    Dicevo che Davide è irresistibile e che spero vi siate divertiti nonostante la pioggia.
    Un bacione x tutti, specialmente ad uno….
    Bye. L. HD

  20. ottobre 28, 2008 alle 08:41

    Davide adorabileee!!!

  21. ottobre 28, 2008 alle 17:44

    non posso non quotare wayne.
    in quella foto ci sono argomenti indiscutibili a favore della sua visione tettocentrica del mondo

  22. ottobre 29, 2008 alle 06:56

    Ciaoooo cusèin!Siete tornati!Stupende le foto del Bostonano, mi dispiace invece per l’avversa situazione meteo..ci sentiamo presto per i racconti!
    Cusèina

  23. ottobre 29, 2008 alle 08:24

    IL MIO ROSCETTO!!!!!!
    BELLISSIME FOTO !!!!

  24. ottobre 29, 2008 alle 20:36

    Volare85: sai che non ho idea di chi sia orazio che strazio caine? 😮
    Lemny: abbastanza… Tu ti saresti divertita molto di più, però. Giravano certe Harley stracariche che ti avrebbero riconsolata
    Francyna: 🙂
    Giapatoi: due argomenti pesanti, oserei dire
    Cusèina: attendo con fede che ti manifesti su Messenger 🙂
    Pillow: 🙂

  25. ottobre 29, 2008 alle 21:30

    Pensa: a me le Harley piacciono “nature”, come escono dalla fabbrica di Milwakee,senza troppi orpelli.
    Bye. L. HD

  26. ottobre 29, 2008 alle 22:04

    Ma dai? E lo sfizio dov’è? Insomma, se mai dovessi voler girare con una Harley, vorrei una truzzata della madonna – e naturalmente indossare una mise in tono. Se la volevo sobria, mi pigliavo una Norton Commando Mk3…

  27. ottobre 30, 2008 alle 07:17

    Spiacente, ma non c’è paragone. Appena sali su una Harley, ne sfiori il serbatoio prima di accenderla, infili la chiave pregustandoti il sound e sai di cavalcare un mito… è erotismo puro, amico mio. Nessuna è come lei! Anzi, LUI xkè la mia è un maschio 😀
    Baci al bambolo.
    Bye. L. HD

  28. ottobre 30, 2008 alle 13:35

    Un mito il cui assetto fa ridere, il cui rumore e i cui consumi non sono proporzionati a vere prestazioni, il cui peso è demenzialmente troppo elevato, i cui freni sono una barzelletta… Spiacente, se parliamo di miti il nome è “Ducati”, in subordine le inglesi classiche d’annata tipo Triumph, Norton e BSA. Ah, e le moto serie sono rigorosamente femmina! 😉 Mi sa che ci troviamo d’accordo solo sul bicilindrico…

  29. ottobre 30, 2008 alle 16:44

    Avere un punto in comune è già tanto… Inoltre se le moto serie, come dici tu, sono “rigorosamente femmina” è perche finora sono state quasi esclusivamente giocattoli da maschi. Ma è uno stato di cose che sta cambiando velocemente. Ti assicuro che la mia è una moto serissima ed è MASCHIO!!!!!! ;-D
    Bye. L. HD

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: