Home > Uncategorized > Il dado è tratto

Il dado è tratto

Tutto confermato: ecco la (buzzurrissima) versione definitiva del volantino del concerto che si terrà il 7 marzo e i cui proventi andranno a beneficiare un’associazione di sostegno per i bambini autistici (appropriato, no?) Viene qualcuno?

 

Advertisements
  1. febbraio 19, 2009 alle 21:33

    non è buzzurra, solo bellamente ingenua
    mi piace

  2. febbraio 19, 2009 alle 21:52

    non è neppure bellamente ingenua è molto ……pinball wizard.
    Cipiace, e fa la sua porca figura anche sul sito del locale.

    Solo un pochino fuori mano per me.

  3. febbraio 20, 2009 alle 02:07

    Verrei, ma il tram fin lì non arriva. Comunque c’ha ragione giapatoi, fa molto flipper. A me piace.

  4. febbraio 20, 2009 alle 08:26

    cammina come un volantino…
    vive come un volantino…
    si comporta come un volantino…
    chi èèèèè??
    E’ il volantino!
    Scoprolo, su rieduchescional ciannel…

  5. febbraio 20, 2009 alle 09:28

    Mmmmh… Forse ti mando qualcuno 😛

    Oh, ammè ‘sto volantino davvero piace una cifra!

    Rita

  6. febbraio 20, 2009 alle 09:32

    ma guarda…è che non c’ho tempo sennò…piace moltissimo anche a me la buzzzzzurrrrrisssssima locandina!

  7. febbraio 20, 2009 alle 11:01

    il volantino è sballosissimooooooooooooooooo

    ora provo a chidere al capo se mi da ferie per fare un “saltino” al concerto, ecco si!

  8. febbraio 20, 2009 alle 11:36

    Ammazza che classe regà!

    Ahò, spaccate tutto, me raccomanno!

    [oggi va così, mi hai triggerato il romanaccio.]

  9. febbraio 20, 2009 alle 12:37

    Per me il volantino e fichissimo!
    E io ci vengo di sicuro… appena trovo il volo… e l’albergo… e soprattutto i soldi. Sì, ecco.
    Quelli.

    Mi sa che vengo la prossima volta, se non ti offendi! 😉

  10. febbraio 20, 2009 alle 13:02

    Vi serve mica una corista? C’ho questa voce da Amy Winehouse de noantri da quando ho la tosse e il raffreddore, che secondo me zio Pete viene apposta a vederci e improvvisa anche qualcosa alla chitarra e poi la spacca e poi….basta, la devo smettere con le sostanze psicotrope.

  11. febbraio 20, 2009 alle 15:29

    io????????????????????????????????????????????????

  12. febbraio 20, 2009 alle 15:44

    che domande!!!! (sempre se rientro nelle quote-sedili 😉 )

  13. febbraio 20, 2009 alle 16:26

    YBAN: “ingenua” ce lo vedo
    Giapatoi: Pinball Wizard? Beh, ci posso stare
    ViperaVenerea: hai visto bene dove finisce la linea del 12?
    Pillow: come vive un volantino? Ah, già, devo solo vedermi il programma…
    Rita: please, do
    diVerde: speriamo che il capo sia clemente!
    Meche: ce provàmo, che te devo da dì…
    Alkanette: ma guarda che scuse vai a inventarti! I soldi…
    Mirabelle: Amy Winehouse? Beh, più che la corista potresti cantare “Acid Queen”. Sempre che non voglia farlo Rita, verso cui ho dei doveri di precedenza che spero comprenderai!
    Superpomettomel: esattamente!
    sullepunte: un sistema si trova

  14. febbraio 20, 2009 alle 16:27

    Delfyna: e chi il tempo, e chi i soldi… scuse, scuse, sempre scuse!

  15. febbraio 20, 2009 alle 18:52

    e mi sa che pure il posto dove andrete a suonare è carino. o sbaglio?
    carina la chitarrina-union jack
    bye the way: break a leg!

  16. febbraio 20, 2009 alle 19:27

    Kat: carino… diciamo che ha molta atmosfera, una storia lunga così (parte a fine anni 50), se guardi l’elenco di chi ci ha suonato nella storia quasi non ci credi, e sono uno dei pochi localotti con un impianto audio serio che fornisca anche un tecnico del suono che sa dove mettere le mani. Quando ci abbiamo suonato ad agosto, direi che il suono è stato uno dei migliori che abbiamo avuto finora.

  17. febbraio 20, 2009 alle 22:19

    Se paghi il biglietto aereo…..

  18. febbraio 20, 2009 alle 22:30

    Coi soldi del monopoli!

  19. febbraio 21, 2009 alle 04:33

    Alla fine hai usato l’Union Jack.
    Quale affronto.
    Ufficio Stampa Sinn Féin.
    (A parte gli scherzi, bellissimo)

  20. febbraio 21, 2009 alle 11:18

    ma no che non è buzzurrissima
    parola di grafico

    sono un pò fuori mano, ma mi piacerebbe

  21. febbraio 21, 2009 alle 17:33

    Guarda… visto e considerato che l’ultimo concerto a cui io sono andata era quello di **** 😛 (Quando son passati dalla mia metropoli io non mi sono mossa da casa) e parlo degli anni novanta.

    Forse sarebbe ora che andassi anche un po’ lontano da casina bella mia, no?

    Quindi… vengo fotografo e poi…. ti rovino per sempre l’immagine pubblicando le vostre foto sul mio blog!

    Ok… tutto quanto sopra se vinco al lotto. Ah sì… dovrei giocarli i numeri non darli?
    Troppo tardi!

    In bocca al lupo!

  22. febbraio 21, 2009 alle 17:44

    Giustopeddì che hai un premio a casa mia.
    Non darmi dello spammone, ti supplico…:)

    (Clonaiti il titolo. Perdono, perdono, perdonoooooooooooo, come dicevano gli analisti sui titoli Lehman Bros.)

  23. febbraio 21, 2009 alle 22:39

    …che fai, stuzzichi?! guarda che poi il tempo lo trovo…e mi ti presento pure a casa…occhio…sgrunt!

  24. febbraio 22, 2009 alle 21:57

    Bello invece!
    Dalla Rita ci sono stata e verrei volentieri anche da te, ma tu mi capisci, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare…

  25. febbraio 23, 2009 alle 12:24

    MITIKO! Corro a vedere se ad Alitalia accettano i soldi del monopoli
    ..

  26. febbraio 23, 2009 alle 15:57

    Mint: che vuoi farci, l’iconografia è quella. Per la cronaca, la mia chitarra vera è rossa e non penso proprio a imbuzzurrirla con una Union Jack!
    Cristina13: dici? Anche quelle “ingenue” quanto inesistenti curve del manico ti sembrano perdonabili?
    Volare85: se la ripresa video effettivamente avviene e lo merita, mi sputtano da solo mettendola sui tubi!
    frank: ringrazio commosso, ma mi sa che stavolta non raccolgo: 15 nomination so’ proprio tante!
    Delfyna: ma certo che stuzzico
    Perladarsella: e che mare, il secondo oceano del mondo
    sunflower: fammi sapere se li prendono, che dobbiamo comprare i biglietti per quest’estate. In soldi veri, vogliono qualcosa tipo 3.500 dollari…

  27. febbraio 24, 2009 alle 10:55

    3500??? Acc.. Comunque, data la serietà della compagnia, dovrebbero prenderli i soldi del monopoli

  28. febbraio 24, 2009 alle 16:54

    PS: Io dubito che sarei riuscita a rovinarti l’immagine… cioè va bene che non sono un ganrché come fotografa, ma a volte qualche scatto decente mi esce!

    Oddio…spero solo che Loretta Goggi non scopra mai che ho fatto!

    😀

    Perché… li ci sta la prova! Che non me ne escono!

    Ok… che cavolo volevo solo dirti che devi metter sul tubo anche se secondo te non merita che giudichiamo noi e mi son persa nei meandri della SOM… ma ti viene mai voglia di bannarmi?

    ^_^

    Non rispondere… era domanda retorica 😛

    UH!

    Mer…coledì
    Mer…coledì
    Mer…coledì!

    lo so che è martedì…lo so

    ^_^

    (3500 $… az…arola!)

  29. febbraio 28, 2009 alle 09:11

    Con colpevole ritardo, ma con l’occhio critico che mi contraddistingue: BELLO!
    E la chitarra è quella giusta.

    (ma almeno come bis la fate Behind?) ;o)

  30. marzo 2, 2009 alle 15:22

    Come bis? Ma no, è proprio parte del secondo set. Verrà debitamente registrata e una copia autografa inviata a chi sappiamo noi.

  31. marzo 7, 2009 alle 13:20

    In bocca al lupo!
    In culo alla balena!
    Merde!!!

  32. marzo 7, 2009 alle 13:39

    Merde, xan!

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: