Home > Uncategorized > Problema

Problema

Bostoniano ha circa due etti di un tipo di funghi coltivati che qui chiamano "cremini". Li fa a fette sottili e li mette in padella a soffriggere nel burro assieme a scalogno tritato, scorza di limone grattugiata con la Microplane, uno spicchio d’aglio diviso e mondato del germoglio, timo, sale e pepe. Quando i funghi hanno l’aria un po’ appassita e iniziano a fare l’acqua, ci versa una generosa dose di marsala secco e alza la fiamma, lasciando ridurre il tutto.
A parte, fa in quarti tre cespi di indivia belga e li condisce velocemente con uno spruzzo d’olio e sale prima di metterli su una griglia rovente.
Dopo aver battuto sottili ma non troppo col batticarne circa mezzo chilo di petti di pollo, li infarina con l’amido di mais e li mette nella padella calda con burro e olio di oliva, rosolandoli finché l’infarinatura prende un bel colore dorato scuro. A questo punto, ci versa dentro i funghi con la riduzione di marsala più un altro goccio di marsala per rinfrescare l’aroma. Il tempo che l’amido in eccesso formi una salsina nappata e pollo, funghi e indivia finiscono nei piatti, pronti per essere consumati assieme a una mezza bottiglia di onesto Montepulciano.

Quanta roba ha usato Bostoniano per preparare e servire il tutto?

(Risposta: non lo vuole sapere nemmeno lui. Evviva le lavastoviglie.)

Annunci
  1. aprile 8, 2009 alle 07:05

    Corollario al problema: come è possibile che leggendo il post lo stomaco della Esse emetta dei sinistri brontolii e la salivazione aumenti in maniera incontrollata ALLE NOVE DI MATTINA???

  2. aprile 8, 2009 alle 07:05

    aria appetitosa.
    io cerco di limitarmi nell’uso di pentole e pentolini, ma quanno ce vò, ce vò.

  3. aprile 8, 2009 alle 07:10

    evviva

  4. aprile 8, 2009 alle 07:19

    bono, madonna, bonooooooooooooooooooo

  5. aprile 8, 2009 alle 08:51

    anche se il numero dovesse superare le due cifre sarebbe compensato dal risultato nel piatto… e comunque c’è la lavastoviglie!

  6. aprile 8, 2009 alle 12:55

    E come è possibile che anche il mio stomaco si faccia sentire anche se ho mangiato solo un’ora fa????

  7. aprile 8, 2009 alle 13:19

    Esse: avrai fatto colazione con un bicchier d’acqua?
    Cinas: anche io, ma ho fatto i calcoli e avrei potuto risparmiare una padella purché sporcassi una ciotola per trasferirci la salsa di funghi e marsala mentre riciclavo la padella per rosolare il pollo. In fondo non ne sarebbe valsa la pena.
    YBAN: grandissima invenzione
    Pillow: a pensare che cosa sarebbe stato con dei porcini! Ma a trovarli (e a pagarli)…
    Exp: scommetto che, contando le posate, le stoviglie e il tagliere, le due cifre le supero agevolmente
    Federchicca: OK, qui la risposta che ho dato a Esse non vale. Avrai preso un digestivo efficentissimo?

  8. aprile 8, 2009 alle 14:31

    ok, c’è la lavastoviglie. ma il problema è un altro: CHI l’ha dovuta caricare? eh eh?
    perchè fischietti facendo finta di niente?

  9. aprile 8, 2009 alle 14:46

    Io non fischietto affatto. Una caricata di lavastoviglie mi pare il minimo sindacale, no?

    (prima che si scateni la solita polemica sessista seriofaceta ma in fondo chissà quanto faceta che, confesserò, mal soffro: ho anche fatto il bagno a Davide, l’ho impigiamato e l’ho messo a dormire. Dopodiché, ho lavato le padelle sporche dalla sua cena per riutilizzarle. Infine, dopo cena ho camallato i venti chili di immondizia della settimana per metterli fuori. No, sinceramente non mi sento in colpa per aver delegato la caricata di lavastoviglie)

  10. aprile 8, 2009 alle 19:28

    Smettila con ‘ste ricette, che il Comansardante soffre!

  11. aprile 8, 2009 alle 20:02

    urka! (pensò la katika mentre si eclissava con la coda tra le gambe e le orecchie basse guaendo “ma io scherzavo!”)

  12. aprile 8, 2009 alle 21:17

    ViperaVenerea: magari viene bene anche col seitan?
    Kat: ops… scusa, mi si è rovesciato il barile dell’aceto, aspetta che pulisco 🙂

  13. aprile 8, 2009 alle 21:51

    Pollo o seitan che sia, credi che noi siamo in grado di nappare, ridurre e mondare? Le mie abilità culinarie si fermano alla fase “mescola e ficca in forno”.

  14. aprile 13, 2009 alle 10:41

    Io invece FORSE je la posso faaaaaaaaa
    ma
    ho dei quiz
    1. che so i cremini? e se non ci ho i cremini posso usare per dire i pioppini?
    2. va bene er timo fresco?
    3. mi preoccupa la faccena dell’inivia che non amo. Ma mi sa che non la posso nè eliminare nè sostituire.
    Buona Pasqua!

  15. aprile 13, 2009 alle 14:17

    Zaub: ma certo che ce la poi fa’. I cremini sono lo stadio giovanile di un fungo coltivato che si chiama “portobello” e che, completamente sviluppato, è grosso come un hamburger. Da piccoli sembrano degli champignon con la capuzzella un po’ più marroncina e appena meno stupidi, non ricordo se in Italia li abbiamo (ma non mi pare). Secondo me i pioppini sono un filo troppo viscidi. Puoi usare gli champignon ma, se proprio vuoi farti un favore, usa i porcini! La belga è assolutamente optional, avevo 3 cespi da finire.

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: