Home > Uncategorized > Mint, ho qualcosa da dirti

Mint, ho qualcosa da dirti

Scusa se ti cito, eh:

"Sei il più brutto e il più mona."

Sinceramente
Bostoniano

(se qualcuno non capisce il perché, si vada a vedere il suo blog)

  1. maggio 28, 2009 alle 14:09

    Mi fai un sunto boston che il blog di mint è privato!

  2. maggio 28, 2009 alle 14:31

    È appunto quello, Giap. Il blog di Mint non è privato, è CHIUSO. Quello che vedi qui è il lancio di un meme: scrivi un post in cui insulti l’Homo Dolomiticus e invita altri due bloggari a fare altrettanto. Partecipa pure, se ti va (non ti taggo direttamente perché ho già speso i miei due inviti)

  3. maggio 28, 2009 alle 14:31

    sta citazione è perfetta.

  4. maggio 28, 2009 alle 14:31

    Gatto: copia e incolla dal suo commento nel blog di Wayne per la stessa occasione! 🙂

  5. maggio 28, 2009 alle 14:49

    ma porca miseria!
    perchè ogni volta che si chiude un blog che mi piace mi sento come quando si chiude un giornale? una voce in meno è sempre una perdita.
    FOTTITI, BRUTTO MONA DI UNO JETI!

  6. maggio 28, 2009 alle 15:19

    mona…in bocca (virtuale) a un romano emigrato tra gli ienchi…
    mia sorella ti influenza troppo!! 😉
    ah….grazie ancora, grazie

  7. maggio 28, 2009 alle 15:28

    FdV: in realtà era una frase dello stesso interessato (che è trentino, quindi smoneggia a ogni piè sospinto come i veneti). Comunque, figurati!

  8. maggio 28, 2009 alle 15:31

    ah, e poi è tua sorella che è una maledetta Zelig. È più probabile che sarà lei che, continuando a frequentare me, un giorno inizierà ad apostrofare la gente con “Li mortacci tua”

  9. maggio 28, 2009 alle 15:46

    NON SONO TRENTINO, SONO BELLUNESE.

  10. maggio 28, 2009 alle 17:07

    È tutto quello che hai da dire? RIAPRI IL BLOG, MALEDETTA SPUGNA!!!

  11. maggio 28, 2009 alle 18:55

    Comunque, mint è astemio. fa finta, su, si sa. una volta ha provato un cuba libre e si è messo a letto con le pezzuoline sulle tempie.

  12. maggio 28, 2009 alle 19:08

    Cinas: ma leggero, eh? Tipo che hanno sciacquato ghiaccio e bicchiere con il rum per dolci (gettandolo via) e ci hanno versato dentro mezzo litro di coca-cola

  13. maggio 29, 2009 alle 00:32

    Ed era sgasata.
    Mint, fa nen ‘l picio, duèrta torna ‘l blog!
    (in piemontese va bene?)

  14. maggio 29, 2009 alle 08:40

    mint…che stai a combina’????????????????????????????????????

  15. maggio 29, 2009 alle 08:59

    ahm…provo in vernacolo:
    “Ndemo ostrega! Quanto te ‘a tìrito con sta storia! Versi botega e moaghea! Te ghe roto i coioni!!!”

  16. maggio 29, 2009 alle 13:54

    Farfalla, nota che ho scritto “bellunese”, non “veneto”.
    Comunque finitela, non riapro.

  17. maggio 29, 2009 alle 14:16

    Ma taci, che in tutto quest’interesse ti ci stai crogiolando… Riapri, se non altro a fini culturali. Non ci buttare stronzate nuove, lascia che si possa fare riferimento alle vecchie.

  18. maggio 29, 2009 alle 16:15

    senti mint. aperto o chiuso il blog ‘azzi tua che sono per l’autodeterminazione.

    ma bellunese non veneto un paio di palle.

  19. maggio 29, 2009 alle 16:16

    oooops!

    scusa bos, ho visto rosso e non c’ho pensato che ero sul tuo blogghino tanto beneducato mi spiace.

    se vuoi cancella eh?

  20. maggio 29, 2009 alle 16:44

    Storia diversa, economia diversa, dialetto completamente diverso, Sulle.
    Un’altra roba proprio rispetto al Basso Veneto.

  21. maggio 29, 2009 alle 21:19

    Innanzitutto saluto il padron di casa, e lo ringrazio, perché altrimenti chissà cosa avrei potuto immaginare al prossimo accesso al blog del bellunese, magari che improvvisamente gli stavo sul culo.

    Mint, questo è un colpo basso, sallo.

    Così poi, senza preavviso, non fai a tempo a girarti un attimo ed uno dei tuoi blog preferiti ha tirato giù la serranda.

    Pessimismo e fastidio…

  22. maggio 30, 2009 alle 00:48

    Mint, che cavolo… Archimede non si vede da queste parti da un anno e mezzo. La volta che si rivede è per dirti di riaprire. Mettiti una mano sulla coscienza e renditi conto che hai un preciso dovere (autodeterminazione un cazzo, visto che Sullepunte ha cominciato col linguaggio diretto)

  23. maggio 31, 2009 alle 15:31

    Bostoniano, però così mi sento un po’ cazziato, abbi pazienza. Lo so che è un po’ che latito, il fatto è che ero… ero rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C’è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!

  24. giugno 1, 2009 alle 00:37

    Noooo, Archie, ma che cazziato… Anche io sul tuo blog ci sono venuto una manciata di volte. Era solo per far comprendere a Mint la portata della reazione alla sua bislacca idea di staccare la spina.

  25. giugno 1, 2009 alle 11:44

    Mint, non te lo posso scrivere là, te lo scrivo qua: va’ in mona.
    Perché l’hai chiuso (sbattendo la porta)? I tuoi deliri erano uno spettacolo…
    Diamine, chiudono/privatizzano tutti…ma l’è na roba! -_-‘

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: