Home > Uncategorized > Chissà…

Chissà…

Forse, contrariamente a quanto dicevo, la campagna scandalistica di Repubblica sta davvero dando qualche frutto, anche se per ora è piccolo e avvizzito. Il mio solito termometro, cioè la radio pubblica americana che non parla MAI dell’italia a meno di cadute di governo, immondizia a Napoli e terremoto in Abruzzo, ha dedicato al problema un servizio di cinque minuti in cui i fatti sono stati presentati in maniera tale che l’americano medio sarà rimasto un minimo interdetto. La conclusione è stata infatti che ambienti vicini a Berlusconi avrebbero asserito che gli attacchi del Times sono stati orchestrati da Washington perché Berlusconi era vicino a Bush…

  1. giugno 1, 2009 alle 14:35

    fammi capire: gli ambienti vicini a colui sono convinti che a Washington siano gelosi di Sant’Ilvio? o di Bush?
    mavalà (direbbe Ghedini)
    figurati poi se il Times, notoriamente scendiletto comunista della sinistra italiana, dà retta a Washington
    gli elettori italiani non si lasceranno distrarre

  2. giugno 1, 2009 alle 15:01

    Il tono del servizio era neutro, ma i fatti erano esposti in modo tale che il sottinteso fosse “ma questi sono fuori come dei balconi”. Hanno comunque riportato come Berlusconi abbia “detto che”, nota bene, non “accusato di essere” ma “detto che” la stampa straniera è al servizio della sinistra italiana. Non ci ha fatto una figura proprio splendida.

  3. giugno 1, 2009 alle 17:39

    se passi dal mio blog ho una proposta da farti….

  4. giugno 1, 2009 alle 17:53

    ok grazie….se vuoi puoi anche inventare!

  5. giugno 1, 2009 alle 18:50

    Angeliss, magari fossi così creativo! So rendere magari benino quello che mi capita davvero, ma inventare sono una frana. Ripeto, se capita qualcosa degno di nota, te lo mando di sicuro

  6. giugno 2, 2009 alle 09:03

    Fa un po’ paura pensare a come ci vedono da fuori in questo momento… Intanto Noemi dichiara di essere illibata. Intanto qui nessuno ci crede. Intanto, che disastro di governo. Per non parlare della festa di Capodanno con 30 ragazze a Villa Certosa.

  7. giugno 2, 2009 alle 10:25

    Ha detto la NPR che Berlusca parla di complotto ordito da Murdoch, e che una volta gli ha dato dell’uomo di sinistra?

    Lo so, lo so che è l’editore di Fixed News (cit. Olbermann)…

  8. giugno 2, 2009 alle 10:35

    Speriamo:)
    In ogni caso, qui l’attcco che un tempo era solo di Repubblica va allaegandosi a macchia d’olio su altri giornali in maniera persino sospetta.
    Io continuo a pensare che ci sia eccome il complotto e che dietro ci sia Fini. SAREBBE FICHISSIMO:)

  9. giugno 2, 2009 alle 13:41

    Pellys: buongiorno e ben ritrovata. In effetti, il fatto che Noemi sia illibata o meno è irrilevante. Quello che è assolutamente fuori luogo è che un settantenne si accompagni a fanciulle in fiore, trasmettendo loro l’idea che una donna nella vita deve limitarsi ad aspettare uno sugar daddy ed essere decorativa e di intrattenimento (leggero, per carità). Ed è ancora peggio farlo da una posizione in cui le sue deviazioni malsane diventano cultura. C’è poi la considerazione di quest’uomo che prende due piccioni con una fava facendo fare a queste oche giulive carriera politica, riempiendo il parlamento di persone non qualificate che non solo fanno quel che dice il capo ma non avrebbero i mezzi per contraddirlo neanche volendo.
    Frank: no, Murdoch non è stato menzionato. Sarebbe divertente, comunque!
    Zaub: io continuo a pensare che Fini stia solo coprendo le pudenda del piazzista delle libertà nel più classico dei “good cop, bad cop”. Comunque, a proposito di giornalisti all’attacco: ma che fine ha fatto Paolo Guzzanti? È stato il primo a tirare fuori la mignottocrazia, strano che ora sia sparito…

  10. giugno 2, 2009 alle 15:40

    (Bostonuccio intanto mi cruogiolo cruogiolissimo et mi beo della risposta che hai dato alla Pellys:)) smackete

  11. giugno 2, 2009 alle 15:47

    (Zaub: e io mi crogiuolo della lettura delle anZie degli ultimi giorni. In bocchissima al lupissimo, e dì a MrC che le plafoniere del Mount Vernon Hospital di Cambridge erano dritte, verificato di persona!!! 🙂 )

  12. giugno 2, 2009 alle 16:24

    guarda, su tutta questa cosa non ci sono veramente parole…che non si dimetta poi, per me e’ allucinante…credo che soltanto in italia e in certi paesi sudamericani un presidente con accuse del genere resti al suo posto…qui c’e gente che si e’ dimessa per mettere in alto alla pila il permesso di soggiorno della babysitter…e se n’e’ andato coperto di vergogna…

  13. giugno 2, 2009 alle 17:22

    Nuria: “qui”, con tutti i suoi difetti, è una delle più antiche democrazie del mondo. Troppo avremmo da imparare…

  14. giugno 2, 2009 alle 19:13

    Copio e incollo da una mail ricevuta dalla mia corrispondente dagli USA:

    NY Times on Berlusconi:
    Imagine a world in which Donald Trump owns NBC and lives in the White House, while grooming Miss California USA to run for Congress, and you may be half way to understanding Italian politics.

    ma se leggi i commenti degli amabili pro-nano su Corriere.it, ti puoi rendere conto di quanto il fondo sia stato toccato e si stia scavando come talpe. (di questo passo arriveremo presto al nucleo della terra, dove fa un caldo bestia come all’inferno, non per niente….)

  15. giugno 2, 2009 alle 19:19

    Ah ah! E l’attacco alla Veronica nazionale, allora? Ma si faccia tutta la brianza, ma chissenefrega! Che figure di perecottari che facciamo all’estero, ma ci sta bene, oh se ci sta bene! Così impariamo a votare papi!
    (sono cinica, uffa!)
    Ciao Bostoniano, ti leggo sempre, sai?
    Angela C.

  16. giugno 2, 2009 alle 20:29

    Mirabelle: sì, in effetti quell’incipit rende bene la visione che l’intellighenzia di questo paese comunista ha dell’unto del Signore. Non che non avrebbe un suo pubblico anche qui, eh? Fra gli ispanici meno scafati penso che er Peròn de noantri farebbe strage di consensi, e mica solo fra loro
    Angela C.: ciao a te, mi fa piacere sentirlo! Spero che continuerai anche dopo 2-post-2 quasi in fila dedicati alle mie superficiali farneticazioni politiche (d’altronde, se non lo faccio sul blog…)

  17. giugno 3, 2009 alle 19:23

    Paolo Guzzanti ha lasciato il PdL qualche mese fa e adesso è nel PLI.
    Non è rinsavito, no, non temere.
    E io mi chiedo ancora come un imbecille di questa risma possa aver contribuito al corredo genetico di tre geni [plurale di genio] quali sono i suoi figli.

  18. giugno 3, 2009 alle 20:48

    Ryuko: sarà stata la mamma (resta lo stesso l’interrogativo di come si sia fatta convincere per ben tre volte eccetera)

  19. giugno 3, 2009 alle 22:37

    Non capirete mai.
    Il vero problema degli italiani è sapere se il Milan cederà Kaka.

    saluti.

  20. giugno 4, 2009 alle 14:41

    Loading: e infatti, i tifosi milanisti hanno iniziato a tirare fuori i cartelli anti-Berlusconi quando l’ipotesi ha iniziato a girare.

  21. giugno 4, 2009 alle 19:30

    Lasciate ogni speranza o voi che pensate.

    saluti.

  22. giugno 5, 2009 alle 10:21

    UN SALUTO DALLA:

  23. giugno 6, 2009 alle 12:12

    #9
    posso essere volgare come la situazione impone?
    colui prende i piccioni e senza la fava

  24. giugno 6, 2009 alle 17:23

    …ieri ho sentito la notizia su AljazeeraNews e stamattina ho ascoltato uno stralcio di conversazione tra due diplomatici che si vergognavano di dover rilasciare dichiarazioni sul tema qui a Kabul…
    non c’è che dire: essere italiani all’estero è sempre un piacere!

  25. giugno 7, 2009 alle 09:05

    Voglio segnalarvi questo lavoro televisivo molto interessante sul tema dell’immigrazione

  26. giugno 7, 2009 alle 22:16

    Veramente al G8 ci ha provato ad avvicinarsi a “Mr Obama”, ma la Regina di rosa vestita lo ha zittito…
    Cassandra

  27. giugno 8, 2009 alle 13:14

    non so voi, ma vedendo i risultati elettorali vengo colta da un filo (ma solo uno, che il nano è duro a morire) di speranza e di ottimismo politico

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: