Home > Uncategorized > Poi non vi scoccio per un po’ con la politica

Poi non vi scoccio per un po’ con la politica

Ma agli italiani, il fascismo davvero dispiace tanto? Insomma, l’elettore di destra che si considera antifascista, perché si considera tale? L’unica risposta che potrei dare è che il fascismo ha la colpa storica di aver trascinato l’Italia in una guerra che si è combattuta in casa, perché per il resto, dov’è la differenza con lo stato di cose attuale, fatti gli ovvi distinguo di metodo dovuto unicamente al contesto storico? Vediamo:

  • Controllo dei mezzi d’informazione: check. Quello lo ha fatto con la nazionalizzazione e il Minculpop questo comprandoseli e facendo leva sulla sudditanza politica del management
  • Razzismo pilotato per offrire alla gente un capro espiatorio: check. "Milano sembra l’Africa", "Sono contrario a una società multirazziale".
  • Paternalismo politico: check. C’è addirittura chi lo chiama "papi", ma questo forse non c’entra
  • Ragioni dell’opposizione ignorate: check. La sinistra dice solo fesserie.
  • Delegittimazione dell’opposizione: check. Frattini è arrivato a dire che chi si vergogna di Berlusconi si vergogna di essere italiano.
  • Tutela e perpetuazione del potere: check. Devo andare in dettaglio?
  • Culto della personalità: check. Il faraone sta cercando di farsi edificare la piramide, peccato che questo implichi anche far transitare mezzi di trasporto occupati da persone su uno dei ponti sospesi più lunghi del mondo, costruito in zona sismica e su un braccio di mare notoriamente pieno di correnti. E che, una volta giunti dall’altra parte del ponte, ci si pari davanti un sistema stradale assolutamente non in grado di reggere altro traffico.
  • Uso della violenza a scopo repressivo: check. G8 di Genova, anyone?

Forse sbaglio a fare di queste domande retoriche. Perché temo quante persone a destra potrebbero rispondere "in effetti, a pensarci, cos’ha di male ‘sto fascismo?"

Ma per tutti quelli che dicono che Berlusconi e il fascismo sono esperienze differenti, beh… siete disposti a dargli tempo? Non gli serve mica altro.

Advertisements
  1. giugno 8, 2009 alle 16:24

    agli italiani il fascismo non dispiaceva neanche allora. non gli e’ dispiaciuto finche’ non hanno fatto la fame in guerra, finche’ la russia, finche’ la grecia etc etc.
    non li hai sentiti mai i vecchietti che dicono cose come “quando c’era LUI” …
    visti i precedenti, recenti e non, credo che si possa dire tranquillamente che molti italiani non vogliono diritti ma privilegi, che sono razzisti e di bassissimo livello culturale, e che non sanno cosa sia la democrazia. perche’ la democrazia deve venire dal basso, non si esporta, se la gente non la capisce non e’ il diritto di voto che fa la differenza fra democrazia e dittatura….e scusa lo sfogo!e’ che oggi sono molto pessimista.

  2. giugno 8, 2009 alle 17:15

    Ancorablu: quindi ti concordi tendenzialmente con l’analisi di Cinas?

  3. giugno 8, 2009 alle 18:18

    Palle: agli italiani il fascismo non andava neanche allora, solo che erano abituati a stare sotto re e reucci vari da sempre.
    Con sessant’anni di repubblica si dovrebbe stare più attenti, ma sono giunto alla conclusione che non ce ne libereremo mai finché non passerà la Grande Consolatrice.
    Siamo un popolo di ignoranti, questa è la verità.
    Guarda i vecchi: è difficile trovare un razzista perché la fame nera l’hanno vissuta.
    (Io al G8 c’ero, una volta o l’altra devo raccontartela)

  4. giugno 8, 2009 alle 18:51

    be’, spero che questo finisca sui libri di storielle e non su quelli di storia
    ciao

  5. giugno 8, 2009 alle 19:17

    Mint: subito dopo la seconda vittoria di Bush Junior, iniziò a girare un adesivo di quelli che gli americani appiccicano ai paraurti, che diceva “Well, I was not using my civil liberties anyway”. Sono sicuro che l’italiano medio la vede e la vedeva così: in fondo, se non sono fra quelli che ci vanno direttamente di mezzo (e non ci sono), che me ne sbatte?

  6. utente anonimo
    giugno 8, 2009 alle 19:35

    Ciao! capito qua per caso e non posso che darti ragione! a ulteriore sostegno della tua tesi ti propongo di andare a vedere questo: http://www.youtube.com/watch?v=HJ2KQoaKXHM
    Fa molto propaganda di regime, ed è questo che ci propone oggi la tv.

    Cla

  7. giugno 8, 2009 alle 19:52

    Cla: omadonnasanta…

  8. giugno 8, 2009 alle 19:57

    @Boston: a me quell’essere mi fa paura davvero.
    @Mint, e se la storia del G8 tu ce la raccontassi riaprendo bottega?

  9. giugno 8, 2009 alle 20:09

    Perla: hai una testa che è troppo oltre. Mint? 🙂

  10. giugno 8, 2009 alle 20:27

    sì, il fascismo non dispiace troppo.

  11. giugno 8, 2009 alle 21:08

    Allora, mia nonna ha 90 anni, ed è molto molto lucida. Lei mi dice sempre che si ricorda il fascismo con nostalgia. Era una ragazza e come tale si divertiva un bel po’. Suo padre un pochino meno. In casa sue era infatti proibito nominare il Duce. Per farla breve, mio padre, qualche anno fa ha smesso di portarla a votare, per impedire che votasse Fini. Però non sopporta il “papi papi papiciulo”: che vorrà dire?

  12. giugno 8, 2009 alle 21:09

    Toccherebbe rispolverare Gobetti. Lui sì che ne capiva. E infatti l’hanno gonfiato di mazzate.

    Ma il fascismo non ha fatto niente di male, eh. La prossima volta che mio zio [tutti abbiamo un parente di destra, in famiglia] se ne esce con ‘sto pippone, devo ricordarmi di ricordarglielo.

  13. giugno 8, 2009 alle 21:10

    Uh vuol dire che tuo padre è una persona da stimare, Angela. =P

  14. giugno 8, 2009 alle 22:27

    Mi viene in mente Montanelli. Lui, uomo di destra, aveva previsto la deriva antidemocratica del berlusconismo e la commentò affermando rassegnato che gli “italiani non sono capaci di concepire una destra senza manganelli”. Aveva ragione.

  15. giugno 9, 2009 alle 01:01

    cinas: è un classico, non esce mai di moda
    Angela: vediamo, qual è la provenienza di tua nonna? Il fatto che in certe parti del nord “ciulare” stia per, beh, si capirà, dà a “papi papi papiciulo” (sicura che poi sia una sola parola?) un sapore tutto particolare
    Ryuko: quando che c’era lui, i treni arrivavano in orario. E l’Italia era rispettata, e al caso temuta.
    Katika: oggi troverebbero qualche pennivendolo rampantello da 4 soldi disposto a dargli del povero coglione

  16. giugno 9, 2009 alle 03:27

    Seee, il G8, cosi’ mi arriva la Digos a casa.
    Sai l’unico sistema per mandare all’aria questo sistema?
    Colpirli dove fa loro male: disobbedienza fiscale. La piazza è inutile, va solo bene per ritorcerla contro al grido di: “Visto? L’opposizione è in grado di fare solo questo.”
    Non bisogna pagare ici, bollo auto, strappare le multe, niente tv, niente telefono.
    Vedrai che i soldi per fare i voli di stato per le troie e i puttanieri inizieranno a mancare.

  17. giugno 9, 2009 alle 07:03

    Ma questa è l’argomentazione preferita dal berlusca! Mint, da te non me l’aspettavo mica.

  18. giugno 9, 2009 alle 08:23

    ok, dopo i risultati delle amministrative il mio ottimismo è calato. Però ribadisco che il calo di consensi al suo partito sia un segnale da non buttare nel cesso, almeno ci dice che un pò di disgusto colpisce anche i sudditi del re. Forse non tutto è perduto.
    Forse… 😦

  19. giugno 9, 2009 alle 09:36

    Senza volero ti ho leggermente copiato, solo nel titolo… sia chiaro il tuo testo è ad un altro livello.

    http://latanadirabb-it.blogspot.com/2009/06/amministrative-poi-basta-politica-forse.html

    allora oggi vi ho messo una pezza, linkandoti… ok magari ne facevi a meno, ma a me spiaceva dare l’aria di… bha non so manco io cosa.

    http://latanadirabb-it.blogspot.com/2009/06/davvero-non-ne-parli-piu.html

    Oggi al lavoro dovrò sforzarmi di…tacere.
    Buona giornata.

  20. giugno 9, 2009 alle 11:09

    Boston, Posso darti un bacio in fronte?

    La prima volta che ho visto lo spot su Napoli linkato più sotto, sono rimasta con la bocca aperta per 15 minuti di seguito.
    E non sto esagerando!

  21. giugno 9, 2009 alle 13:18

    Mint: non funzionano le piazze, non funziona l’astensionismo fiscale, non funziona la violenza né il cercare di farli ragionare. Funziona solo affrontarli con dei fatti seri e delle persone serie, senza stare a fare gli imbecilli e pensare come dividersi un potere ancora da raggiungere. Oddio, in effetti credo che un ritorno agli anni di piombo li spaventerebbe, ma devo dire che spaventerebbe pure me.

  22. giugno 9, 2009 alle 13:27

    Ryuko: berlusca crede nell’autoastensionismo fiscale, non in quello generalizzato. Anche se per parlare spesso usa altre forme verbali, il suo cervello ragiona esclusivamente alla prima persona singolare.
    Sunflower: purtroppo ha ragione Cinas quando dice che, su dieci italiani, quattro virgola otto riescono a fare quadrato quando i tempi sono difficili e cinque virgola due sono divisi e litigiosi (e qualcuno sente pericolose attrazioni verso i quattro virgola otto). Credo che la cosa vada letta come “non vogliamo darti carta bianca per fare quello che ti pare nel paese” (frenata alle europee) “ma quegli altri non capiscono veramente più una mazza di quello che la gente vuole e stanno lì a gingillarsi sui massimi sistemi, quindi fuori dai governi locali” (crollo del centro sinistra alle amministrative).
    Volare: figurati se hai copiato me, non pretendo mica di essere originale o dire cose che lo siano. Se hai un certo orientamento, in questi momenti certi ragionamenti ti vengono spontanei.
    ProfA: certo che puoi. Stamattina l’ho fatto vedere anche a Pigrazia, stiamo ancora cercando di capire dove possono essere finite le braccia che ci sono cadute.

  23. giugno 9, 2009 alle 17:39

    Boston, fatti veri e concreti?
    Pure su wikipedia c’è la lista dei processi a Berlusconi.
    Fatti più veri e concreti di questi non so quali siano, e la gente va a votare un pluri inquisito dicendo pure che è in gamba.
    Ryuko, non è astensionismo fiscale e basta, è astensionismo totale.
    Io non voglio finanziare un’associazione a delinquere.

  24. giugno 9, 2009 alle 17:49

    Mint: per “fatti veri e concreti” intendo un programma della sinistra spiegato al colto e all’inclita e che parli alla pancia delle persone. I fatti sul nano si sanno (e si ignorano).

  25. giugno 9, 2009 alle 19:53

    “Si sanno”. Non generalizzare. Li sai. Li so. Li sappiamo. Ma c’è un sacco di gente che non ne sa proprio niente. Tipo la storia delle foto di El Paìs. Alcuni la ignorano completamente. Altri ignorano il fatto che il casino sia successo per l’uso dei voli di Stato, più che per gli invitati discutibili. E intanto lui dice che l’archiviazione è sicura. Se lo dice lui, ha ragione di sicuro.

    Ho fatto tanta di quella bile in questi giorni che credo di averne abbastanza.

  26. giugno 9, 2009 alle 20:34

    Ryuko: non mi venire a dire che gli elettori del nano non sanno che cosa si dice di lui… Parte se ne frega e parte non ci crede. Non credo che ci sia qualcuno in Italia a non sapere che girano foto di una festa alla villa di Berlusconi, solo che molti non vedono niente di male nel fatto che uno si faccia una festa a casa sua girando seminudo e, potendo, invitando tante giovani gnocche; altri danno credito a chi parla di Photoshop (“Sì, sono io, ma non ero nudo!”); e altri ancora si rifiutano di ascoltare qualunque cosa si dica di Berlusconi, “tanto voi ne parlate sempre e solo male”. Non mi dire che questo è “non sapere”, è “voltare la testa”. Ma sapere, si sa.

  27. giugno 10, 2009 alle 10:58

    Vivendo in irlanda, sono subissata di domande su Berlusconi a ogni elezione!

    Mi chiedono perche’,se tutti gli italiani parlano male di berlusconi,lui continua a vincere le elezioni…

    Io ho la mia idea: secondo me Berlusconi piace perche’ la gente vuole essere come lui..non vogliono pagare le tasse,vogliono macchinoni con belle e giovani gnocche (o,nel caso di donne,vogliono accaparrarsi un Papi che renda la loro vita “semplice”), vogliono fare festa nel villone,vorrebbero permettersi,come lui, di fare quel che cazzo gli pare senza pagarne le conseguenze.

    Ecco,lo dico:secondo me i suoi elettori gli invidiano la faccia tosta nel seguire solo le proprie voglie e desideri,ed e’ per questo che lo ammirano e votano.

  28. giugno 10, 2009 alle 14:08

    AleSegretaria: noi non troviamo nessuno che parli bene di Berlusconi perché difficilmente ci accompagnamo al suo elettore medio e, quando lo facciamo, di norma è in minoranza e tace. Ma trovandomi per forza di cose ad essere a volte circondato da tali personaggi, posso garantirti: ce n’è eccome, di gente che ne parla benissimo e lo vota a martello. La mia percezione coincide coi fatti, sono davvero uno su tre. Quanto alle motivazioni dei suoi elettori, ne sento a carrettate. Tutte indifendibili, tranne una: “Mi dici che cosa farebbe di meglio la sinistra se, quando c’è stata, non ha fatto una beata mazza?”

  29. giugno 11, 2009 alle 00:39

    mi sembra che da qualche settimana stia arrivando in soccorso l’inquisizione straniera nei confronti del Maledettissimo, via murdock via obama non so. spero tanto che crolli tutto da un giorno all’altro come un castello di carte perché qualche gruppetto ha deciso che è giunta l’ora, perché non siamo così impermeabili da questi giudizi, perché si capisce che non siamo tutti coglioni e la consistente parte sana capirebbe. Mi piace coltivare la speranza… 😉

  30. giugno 11, 2009 alle 01:22

    Il fatto e’ che gli stranieri sentono parlare italiani all’estero e normalmente loro non lo voterebbero (o non lo votano comunque vista l’assenza dalla patria).

    Io l’anno scorso ho provato a scendere per votare,ma sinceramente ho rinunciato dopo aver visto che il biglietto mi sarebbe costato 300 euro!

  31. giugno 11, 2009 alle 01:24

    ps:(scusa ma sono logorroica stasera) per quanto riguarda la sinistra, io credo che cio’ che la rappresenta meglio ancora adesso e’ la frase di Moretti “D’Alema,di’ qualcosa di sinistra!” (O prodi,o chiunque altro…)

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: