Home > Uncategorized > Dicette Alfano

Dicette Alfano

"È un grave vulnus quello di non consentire che un presidente del consiglio possa tranquillamente esercitare il suo mandato che certamente gli è dato dal popolo per un determinato periodo di tempo e debba invece andare a occuparsi dei suoi processi".

Secondo lo stesso principio, non è un grave vulnus che il presidente del consiglio non eserciti tranquillamente il proprio mandato che certamente gli è dato dal popolo per un determinato periodo di tempo in quanto occupato a fare tremila traffici e pasticci con le proprie aziende e nel rimanente gioca con le squadre di calcio salvo rompersene le scatole e preferire correre dietro alle sottane? Eliminato questo, eliminati i processi, diritto di esercitare garantito, vulnus eliminato.

  1. ottobre 8, 2009 alle 21:10

     vuoi negare i legittimi svaghi a chi tanto si prodiga per il popolo e magari infastidirlo con farsesche convocazioni in giudizio?
    guarda che poi gli s’inacidisce la pasta 

  2. ottobre 8, 2009 alle 22:17

    wow!!

  3. ottobre 9, 2009 alle 05:13

    beh sembra un po’ quella che nei tempi antichi definivano “tirannide”. Solo che persino all’epoca era riservata a particolari momenti di crisi…qui pretendono che sia la regola

  4. ottobre 9, 2009 alle 14:03

    Ma infatti. Qui in America, di cui i signori amano riempirsi la bocca a ogni due per tre, nessuno ha fatto sconti a Clinton perché era il presidente. Sarebbero tutti molto sorpresi di un discorso del genere. Bush l’ha passata liscia solo perché ha sbandierato la scusa dell’essere in guerra, ma Berlusconi che scusa avrebbe?

  5. ottobre 9, 2009 alle 14:32

    E non è un grave vulnus per il popolo avere un Presidente del Consiglio pluriimputato?
    Ché poi sono un paio di giorni che mi prudono le mani su un fatto, e mò lo esplico sul blog di Bostoniano
    Ma con che faccia Angelino è andato a dire, nell’arringa di difesa, che il Presidente del Consiglio è Primus super pares?
    Ma se perfino Alessandro Magno e Augusto avevano capito che non era il caso di renderlo così palese, e si erano definiti Primus inter pares
    Se fossi stata un menbro della Consulta io gli sarei scoppiata a ridere in faccia, mi sarebbe sembrata una battuta comica

  6. ottobre 9, 2009 alle 14:33

    Ovviamente mi autosegno con la matita blu meNbro, e mi autocondanno a scriverlo 100 volte in maniera corretta

  7. ottobre 10, 2009 alle 07:18

    poor berly, è una congiura dei magistrati coMMunisti che mangiano i bambini.

  8. ottobre 10, 2009 alle 08:53

    E’ come se i baristi s’incazzassero che non vado più a trovarli perché m’hanno ritirato la patente e devo fare gli esami del sangue.

  9. ottobre 10, 2009 alle 12:44

    quella del mint andrebbe mandata ai giornali, per insegnargli a fare i comunicatori. semplice, efficace, questa la capisce pure un berlusconiano.

  10. ottobre 10, 2009 alle 17:40

    molto più semplice la citazione del mio post odierno che Alfano,che per non dire niente usa un mare di paroloni ciao

  11. ottobre 14, 2009 alle 05:31

    # 9…"questa la capisce pure un berlusconiano".

    Non esageriamo mo’!

    Saluti dal MD!

  12. ottobre 14, 2009 alle 14:26

    Dora: infatti, credo che un berlusconiano gli direbbe che non deve bere (unico concetto che riuscirebbe a elaborare da tutta la frase).Saluti dal MA – dove sei, a Baltimore?

  13. ottobre 14, 2009 alle 14:51

    Si, non proprio Baltimore citta’ ma Baltimore county!
     

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: