Home > Uncategorized > Basta

Basta

L’altro ieri mattina, Davide entra in camera da letto. Pigrazia lo sente arrivare e si nasconde sotto le lenzuola. Quando lui arriva, gli dico "Dov’è la mamma?" Lui capisce. Mi molla l’orsetto e la coperta che si è portato appresso dicendo perentoriamente "Tieni Dado e copertina" (sarà la quinta frase di senso compiuto che azzecca) per poi dedicarsi al molto più importante compito di scoprire la mamma.
Ieri, non monitorato per meno di 30 secondi, ha riempito di scarabocchi a penna quasi indelebili un mobile (bianco) della cucina. Sgridato sonoramente, ha iniziato a singhiozzare in maniera incontrollata. Qualche minuto dopo, sempre singhiozzando disperatamente, ha trovato il coraggio di tornare da me – alle prese con carta e solvente per lo smalto delle unghie nel tentativo di pulire il pulibile – e fare quel che gli ha detto di fare Pigrazia, cioè dirmi "Scusa Papà!" fra i singhiozzi. Quell’immagine mi strappa ancora il cuore in due e spero sinceramente che da questa storia ne abbiamo imparato tutti e due – lui a non scrivere sui mobili, io a dirgli le cose diversamente.

Questo per dire: ho ben altro nella vita a parte il nano di Palazzo Grazioli. È ora che me ne renda conto e la faccia basta per un po’ con i post su di lui. Spero per il più possibile.

  1. ottobre 14, 2009 alle 18:05

     giusto
    (sappi comunque che i bambini sono abilissimi a farti passare dalla parte del torto)
    ciao

  2. ottobre 14, 2009 alle 18:09

    però guarda che sono dei commedianti nati…sarebbero tutti da Oscar..Enrico addirittura se facciamo finta di niente viene lì e ti dice "Guarda! Io sto piangendo!" con un’ espressione degna della Duse

  3. ottobre 14, 2009 alle 18:26

    YBAN, Tortadimele: grazie. Il punto è che sono coscientissimo di questo fatto e Davide è un ben noto istrione. Ma ieri non era una recita, era dolore vero. E purtroppo sono anche cosciente di essere un genitore a volte inutilmente irascibile.

  4. ottobre 14, 2009 alle 18:32

    credo che lo siamo quasi tutti, e diffido molto di più dei genitori che non sbroccano mai…

  5. ottobre 14, 2009 alle 19:03

    A me sembrate solo sani di mente, parere da zia di due nipotonzole con genitori che reputo fantastici e che di tanto in tanto sbroccano come normale e sano, per entrambe le parti.

    Quanto al basta post sul presdelcons, la penso come te, certe volte non vale la pena dei nostri pensieri, nemmeno dei nostri minuscoli post su minorissimi blog. Anche se certe volte é difficile ignorare ciò che accade.

  6. ottobre 14, 2009 alle 19:13

    Ti dirò: noi (perlomeno io) siamo abbastanza in crisi epr la quantità di sgridate che diamo all’incontenibile pargolo. Però al momento non si riesce a trovare un’alternativa valida ed efficace, e non è possibile fargli fare sempre tutto.

  7. ottobre 14, 2009 alle 19:19

    Magari mi sbaglio, ma io tendo a diffidare di chi non ha mai momenti di accensione verbale… temo sempre un esplosione di catastrofiche proporzioni il giorno che sbroccano sul serio.

    Però solo te sai se hai veramente esagerato, comunque… in sto periodo pare che l’estro artistico dei pargoli con genitori con blog sia molto ma molto attivo… haem… che sia solo un caso?

    O sti qui hanno una qualche linea di comunicazione a voi sconosciuta?

    Tipo amici che escono dai muri delle cucine!
    So che hai capito a chi e cosa mi riferisco.

    Ciao

  8. ottobre 14, 2009 alle 19:46

    Tortadimele: qui ho conosciuto un sacco di genitori apparentemente imperturbabili i cui figli non sono più ingestibili di Davide. Non ho ancora capito che cosa gli mettono nel succo di frutta o che cosa si mettono loro nel caffè, ma vorrei proprio scoprirlo
    Anna8: per questo ho detto che spero di non doverci rifare su un post a breve, significherebbe che ne ha combinata un’altra che è semplicemente troppo. Oddio, o che gliene è andata storta una grossa come il Lodo Alfano… Ho cambiato idea: in questo senso, spero di avere di che scriverne quanto prima!
    Volare85: parallelo interessante! Mi chiedo se i due nani non si siano scambiati suggerimenti creativi quando si sono incontrati… Comunque, Davide ne ha ancora da imparare da quella faccia di tolla dell’hobbit piccolo!

  9. ottobre 14, 2009 alle 19:59

    magari anche i nani hanno un blog e domani scriveranno tutti dei post con un tono del tipo "Ooooh ragazzi! Continuiamo con l’occhio da triglia e la lacrima che questi qua li freghiamo!!!"

  10. ottobre 14, 2009 alle 20:12

    "Chiagne e futte", si dice a Napoli

  11. ottobre 14, 2009 alle 20:14

    E "Chi chiagne fotte a chi ride", tanto per restare in tema.
    :o)

  12. ottobre 15, 2009 alle 07:31

    Mi faresti un favore Bost? Un momento in cui siete entrambi tranquilli e sereni, magari mentre lui sta giocando con Dado, gli daresti un bacione da parte mia? Ma grosso però, con uno schiocco sonoro su una guanciotta bella.
    Immagino i lacrimoni che aveva… e non ci posso pensare. Caspita quanto è difficile fare i genitori! Un abbraccio per Te e Pigrazia.
    Bye. L. HD

  13. ottobre 15, 2009 alle 13:20

    Lemny: già provveduto, anche se fra noi più che bacioni sonori girano abbraccioni (cose da maschi, insomma)

  14. ottobre 15, 2009 alle 14:34

    Poreeeetoooo.
    Cocco di papà

  15. ottobre 15, 2009 alle 14:34

    Ho scoperto le faccine, ragazzi.
    Siete fottuti.

  16. ottobre 15, 2009 alle 14:38

    Mint: secondo Google Labs, in Gmail dovrebbe presto essere disponibile un’iconcina rappresentante uno stronzo fumante con tanto di mosche…

  17. ottobre 15, 2009 alle 15:38

    Questi babbi: tutte mammolette!

  18. ottobre 15, 2009 alle 15:48

    Alkanette: ti assicuro che purtroppo ho il problema contrario…

  19. ottobre 15, 2009 alle 17:15

    Cos’è, un’insinuazione!? Vengo lì?

  20. ottobre 15, 2009 alle 17:33

    Seee, "vengo lì"… Sei solo chiacchiere e distintivo!

  21. ottobre 15, 2009 alle 21:30

    ora piantiamola di incarnare l’orco cattivo delle favole che come vedi non ci crede nessuno.
    capita.
    poi non so se reggeresti a un secondo saggio di contrizione sulla melodia di " scusa papa’ ", quindi vedrai che non capitera’ piu’.

  22. ottobre 15, 2009 alle 21:53

    Mi vuoi troppo bene, Sullepu’… salvo sgridarmi quando poi invece ritieni che sto facendo l’orco!

  23. ottobre 16, 2009 alle 07:15

    Bostoniano, tu m’hai provocato e mo’ te magno.

  24. ottobre 16, 2009 alle 13:23

    Tu e che esercito, Mint?

  25. ottobre 16, 2009 alle 13:41

    Bostoniano,

    Tutte le sere, prima di mettere la mia bimba di 20 mesi a letto mi faccio una domanda: "ma perche’ tutti i benedetti giorni mi leggo le notizie che vengono dall’Italia e mi torturo? perche’ continuo a leggere del nano e delle sue peripezie e di come stia rovinando il nostro paese quando potrei tranquillamente godermi il mio esilio volontario, la mia famiglia e il mio paese ospite e fregarmene tutto sommato di cio’ che avviene oltreoceano? Ma perche’ mi sveglio tutte le mattine, accendo il computer, leggo cio’ che avviene in Italia e mi magio pane e veleno (o come diceva Toto’, no guaglio’ non scherziamo, qua’ si mangia solo veleno!!![Miseria e nobilta’.])..?"
    E quindi mi riprometto di svegliarmi il giorno dopo e di ignorare tutto cio’ che avviene in Italia e godermi la vita qui’ e la mia bella, anzi bellissima famiglia.
    Ma poi puntualmente che faccio?
    Mi sveglio il giorno dopo, accendo il computer e leggo le avventure dell’ottavo nano.
    Sono arrivata alla conclusione che sono masochista.

    Buona giornata! E dai un bacione a Davide, anzi due o tre!

  26. ottobre 16, 2009 alle 14:10

    Abbiamo finito il testosterone?

  27. ottobre 16, 2009 alle 15:01

    Dora: la foto di tua figlia col furetto che le ha rubato il ciuccio è da oscar! Comunque io ci ricado perché un giorno mi piacerebbe anche tornare, ma non posso dire che quello lì mi stia preparando un terreno favorevole.
    Mint: finito? Io sono una FONTANA di testosterone! (Sarà per quello che mi cascano i capelli…)

  28. ottobre 16, 2009 alle 15:32

    Pure io, e ce li ho lunghi e fluenti.
    Tiè.
    (E vado in crisi d’astinenza da Gazzetta)

  29. ottobre 16, 2009 alle 16:38

    Non ci posso credere: superi l’astinenza da Guinness ma quella da Gazzetta ti provoca crisi? Beh, non c’è che dire:

  30. ottobre 16, 2009 alle 21:11

    percorso difficile essere genitori.. personalmente ho straboccato diverse volte..e mi dispiace d’altra parte dobbiamo mettere dei cartelli SI’ e dei cartelli NO..e…non cedere!
    sigh..è dura!

  31. ottobre 17, 2009 alle 02:07

    AHAAHAHAHAHAHAH!!!!

  32. ottobre 17, 2009 alle 06:47

    Apocalypto è un provocatore..se le cerca insomma, e le scene madre tipo "maaamma, facciamo paceeee..posso darti un baciiino?"tra urla e singhiozzi sono all’ordine del giorno.Questa cosa  continua a farmi stare male..non mi ci abituo.Ma tengo duro.
    Ieri mi stava macinando i marrons mentre cucinavo e l’ho minacciato di orrendi castighi, lui mi ha risposto beffardo "sì sì, mandami in camera mia..a piangere un po’, hehe".Quando entra nella preadolescenza voglio trovarmi in Costarica…

  33. ottobre 17, 2009 alle 06:49

    ovviamente il commento 32 è riferito al tuo pseudo nipote..firmato Lacusèina

  34. ottobre 17, 2009 alle 12:12

    Sono contenta che tu abbia deciso di cambiare tema. È giusto informarsi e informare, ma preferiamo tutti leggere delle guanciotte tenere di Davide, piuttosto che ripensare anche qui a quello là: è già bravo da solo ad essere onnipresente.

    P.S. Ma quanto è irascibile il Conte quando è in astinenza?

  35. ottobre 17, 2009 alle 15:01

    T’ho sentita, sbarba.

  36. ottobre 17, 2009 alle 18:59

    Contissimo, lo sanno tutti che resti comunque il mio eroe. Abbiamo solo scoperto il tuo tallone d’Achille, ma giuro che non lo diremo alla Spectre.

    Almeno finché non raddoppiano l’offerta, vero Boston?

  37. ottobre 17, 2009 alle 20:12

    Parole sante, Meche. Che pidocchiosi…

  38. ottobre 17, 2009 alle 20:16

    LaCusèina: io vorrei tanto trovarmi in Costarica ben prima che il tuo pseudonipote entri in preadolescenza. Si potesse, domani andrebbe benone.

  39. ottobre 18, 2009 alle 06:54

    Io ve lo confesso: una delle cose che mi mancano di più dell’Italia è sedermi al bar col caffè e leggere i voti della Gazza il giorno dopo la partita dell’Inter.

  40. ottobre 18, 2009 alle 15:04

    Mint, eccheccavolo, noi volevamo VENDERE il tuo tallone d’achille e tu lo REGALI???

  41. ottobre 18, 2009 alle 15:16

    Prima regola: togli la terra sotto i piedi dei nemici.

  42. ottobre 19, 2009 alle 11:57

    boston tu lo sai che davide ha capito il tuo punto debole vero?sei fregato ragazzo…:)

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: