Home > Uncategorized > Spettacolo TOTALE

Spettacolo TOTALE

Come facevo a non postarlo?

  1. novembre 25, 2009 alle 14:54

    Questo è quello che succede a dare in mano uno spettacolo a Animal.
    Menomale c’è il gamberetto.
    😀

    Rita

    (I miei preferiti sono lo scienziato verde con gli occhialini e i due vecchietti!!!)

  2. novembre 25, 2009 alle 15:05

    Io invece adoro il punto in cui entra tutto lo Scatafascio Elettrico. Mi dispiace solo che hanno tagliato una strofa e un solo, fatto trenta potevano fare trentuno!

  3. novembre 25, 2009 alle 16:03

    infatti l’ho postato anch’io su Tumblr!
    Troppo bello per non condividerlo con il mondo

    palbi

  4. novembre 25, 2009 alle 16:20

    AAAHAHHHH!!! CHE FIGATA!!!
    LO VOGLIO COME APERTURA DI OGNI GIORNATA LAVORATIVAAAA!!!

  5. novembre 25, 2009 alle 16:37

    Palbi: 

    Gatto: wow, che entusiasmo! Non ricordo di averti mai visto reagire in stile Rita!

  6. novembre 25, 2009 alle 18:26

    GRAN – DIO – SO!
    Vo subito a chiamare il Bibixy.

  7. novembre 25, 2009 alle 23:29

    e meno male che son passata prima qui….stavo per pubblicarlo io!
    Troppo bello!

  8. novembre 26, 2009 alle 08:37

    MA CHE SPETTACOLO!!!
    "Let me blow" AHAHAHAHAHAHAHAHHAH

  9. novembre 26, 2009 alle 08:46

    Comunque Animal è sempre il migliore. "Dada!?"

  10. novembre 26, 2009 alle 09:15

    Boston, mentre scrivevo l’ultimo post mi sono pure accorto che stavo usando una serie infinita di parentesi. Poi ho ridimensionato.

  11. novembre 26, 2009 alle 09:31

    EEEE ARIDAJE CON QUESTA COSA DELLO "STILE RITA" COME SE FOSSE QUALCOOOOSA DI DISDICEEEEVOLE!

    Rita, chisennò

  12. novembre 26, 2009 alle 14:57

    Perla: che ne ha detto? So’ curioso…
    Salvietta: ma pubblica!!! Come credi che lo abbia trovato, io? Sul blog di Attivissimo!
    Mint: anche Bip Bippadotta ("mahnah mahnah") non scherza!
    Gatto: siamo su terreni PERICOLOSISSIMI!
    Rita: essù, in fondo significa che TU hai uno stile, no?

  13. novembre 26, 2009 alle 19:18

    Diciotto anni già.
    Sembra ieri.

    (Sto invecchiando.)

  14. novembre 26, 2009 alle 21:31

    Quoto il #2…

    Meraviglioso.

    saluti.

  15. novembre 27, 2009 alle 16:00

    non lo vedoooooooooooooooooooooooooooooo!!!!
    Cappero.

  16. novembre 27, 2009 alle 19:41

    Loading: 
    FdV: urca, come mai?

  17. novembre 27, 2009 alle 20:21

    Non mi ricordavo che Piggy fosse così sexy….

    Una chiccosissima delizia, Bost. Ora sì che mi ricordo quanti anni ho.O_o

  18. novembre 28, 2009 alle 11:01

    Maravilloso! Pensare che una volta mi sganasciavo a vedere i due vecchietti… ora mi sento troppo come loro. Comunque il video (c’è anche l’auto-citazione, vedi qui…) entra di diritto nella mia top 3 (escludendo quelli dove non ci sono animali) insieme ad Ahmed (I kill ya!!!) e ai due orientali magrolini….
    Grande!

  19. novembre 29, 2009 alle 16:23

    Fantastico, adesso lo scarico e lo converto in sette-otto formati diversi!

  20. novembre 30, 2009 alle 16:44

     l’ho visto da artemisia di aboutblank
    mo lo riguardo

  21. dicembre 1, 2009 alle 15:34

    Ok, allora io mi astengo che ce lo avevo in caldo da un paio di dì!!!!!!!!!!!

    baci a tutti e tre!!!!!!!!!!

  22. dicembre 3, 2009 alle 15:25

    OT = ieri sera ti ho pensato. Ho cucinato i solditi funghi champignos in padella, ma senza olio (sono a dieta).
    Li ho riempiti di vino e limone e benchè cotti sono rimasti bianchissimi!
    E ho pensato: devo dirlo a Bostoniano…

  23. dicembre 3, 2009 alle 17:59

    Pillow, ma perché a dieta? Da dove dovresti perdere peso?

  24. dicembre 4, 2009 alle 14:16

    Bost…per la cosa che ti avevo domandato di là.
    Ero decisa a scoprire cosa mi avesse tratto in  inganno alla radio alle cinque e mezza del mattino… e l’ho scoperto… a questo link

    Passo la parte incriminata:
    Nel 1967 il complesso dei Who aveva prodotto un singolo dal titolo I Can See For Miles che l’articolo di un giornale specializzato aveva descritto come un concentrato di suoni caotici e frastornanti. Paul McCartney era rimasto talmente impressionato dalla recensione del disco che aveva deciso di comporre un pezzo sul modello di quello del gruppo inglese.

    HOLE!
    Scoperto il mistero.

    niente da fare io devo solo leggere, con l’ascolto sono una frana!

    Buon fine settimana

  25. dicembre 4, 2009 alle 14:24

    Volare: mah, non sono sicuro. Se dai retta a un cretino, Helter Skelter e I can see for miles non sembrano neanche partorite nello stesso universo. Helter Skelter è un esempio di hard rock / heavy metal ante litteram, molto basata sul blues. I can see for miles è un classico beat / rock inglese con più di un’occhiata a sonorità psichedeliche e armonie ben più complesse. Forse possono somigliare vagamente dal punto di vista della produzione, ma da un punto di vista compositivo e tecnico (musicale) non sono proprio apparentabili.

  26. dicembre 4, 2009 alle 15:00

    Dalle chiappe, dalle chiappe, Bostonia’, dalle solite IMMENSE CHIAPPONE!!!!

    (di cui alle go diapositiva qui sotto)

    (__!__)

  27. dicembre 4, 2009 alle 15:18

    Se tu mi dici che non si somigliano ti credo, può essere che avessero solo in comune gli strumenti usati.
    Una chitarra/ un basso/ una batteria/ un moog? non che abbiano usato i medesimi.

    però sai… per una ignorante musicale come la sottoscritta… era fin che mai per cogliere somiglianze, che non c’erano.

    Tutto per colpa di una risata in aereo.
    e di una sveglia alle 5 del mattino.

  28. dicembre 4, 2009 alle 15:56

    Volare: certo che avevano in comune chitarra, basso, batteria e voci, ma è vero per il 99.9% periodico della musica del periodo (e non solo). Molto riverbero in tutte e due, ma non è affatto inusuale. Ma l’atmosfera è proprio diversa.

    Pillow: ma va’… Sarebbe interessante sentire che ne dice Zeus

  29. dicembre 4, 2009 alle 17:35

    Bost.
    Hai ragione te.

    Punto

  30. dicembre 8, 2009 alle 06:59

    veramente stupendo😀

  31. dicembre 8, 2009 alle 14:29

    Volare: si dice che, quando il dito indica la luna, l’imbecille guarda il dito. Io devo aver guardato il dito ma, alla fine di quel link che hai messo, non riesco a trovare nulla di attinente a quello che ci stavamo dicendo! Mi sfreghi il naso contro la luna in maniera più esplicita, pleez?
    Cernobil: :-)

  32. dicembre 10, 2009 alle 23:19

    Bost… era solo per segnalarti dove ti avevo linkato… non c’era nessun dito che indicava niente.

    Ok avrei dovuto spiegare come mai avevo linkato la parola punto.

    Domando umilmente perdono per il tempo fatto perdere.

    Ok leviamo umilmente, che io l’umilità manco so dove sia!

  33. dicembre 10, 2009 alle 23:20

    Cosa sia NON dove…uffa!

  34. dicembre 14, 2009 alle 07:39

    Sul video non mi pronincio, sennò Bost ci rimane male.
    Sul culo della Pill invece potremmo aprire un dibattito.

  35. giugno 27, 2010 alle 04:44

    anche a mio figlio faccio vedere i Muppets! e l'anno prossimo ha deciso di vestirsi da gonzo per carnevale

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: