Home > Uncategorized > E poi, a volte, mi piacciono un po’ meno

E poi, a volte, mi piacciono un po’ meno

Terremoto ad Haiti. Aiuti internazionali che si mobilitano. Un tale reverendo Pat Robertson, di professione televangelista (poco noto in Italia ma potenziale candidato alle future elezioni), sostiene che boh… mah… Sì, la sofferenza è enorme, ma non dobbiamo scordarci un fatto… Perché Haiti era sotto il giogo francese ai tempi di quello lì, Napoleone terzo o come si chiamava. E come se ne sono liberati? Facendo un patto col diavolo, ecco come, e da allora la loro terra è piagata da sconvolgimenti sociali e naturali come ovvia conseguenza. Quindi boh, speriamo che da questa storia ne esca del buono.

Che mi sconvolge forse meno dei risultati del sondaggio qui sotto.





OK, un ottantatre per cento considera la cosa per la castroneria che è. Mi preoccupa il diciassette per cento che la trova verosimile, di cui più di metà decisamente probabile. È la memoria addolcita dalla distanza che mi fa pensare che forse in Italia il sondaggio andrebbe diversamente?

  1. gennaio 15, 2010 alle 06:32

    non ne sarei troppo sicura
    l’Aids "flagello per i peccati" si è portato anche da queste parti
    (bisognerebbe far notare al figlio di Roberto che, implicitamente, considera il dominio francese un dono divino – ma sarà di quelli come Franco Cardini, che considerano dono divino ogni dominio)
    ciao

  2. gennaio 15, 2010 alle 06:53

    Bisognerebbe che qualcuno mandasse al figlio di Roberto (come dice Yet)  i risultati del sondaggio, ma ruotati di 90° in senso antiorario… 
    Bye. L.

  3. gennaio 15, 2010 alle 08:03

    non so.
    spero, ma non so.

  4. gennaio 15, 2010 alle 09:28

    OT = me sa che faccio prima a venì io da voi, e solo per voi. Ok?

  5. gennaio 15, 2010 alle 11:39

    Tremate, adoratori del diavolo.

  6. gennaio 15, 2010 alle 13:08

    Io non ne sarei tanto convinta, sai?

  7. gennaio 15, 2010 alle 15:58

    YBAN: e specialmente il proprio sulla congregazione di fedeli paganti
    Lemny: mi ero accorto della fallicità del grafico, ma ci voleva una mente matematica per metterla giù con questa classe.
    Cinas: siamo in due a sperare
    Pillow: mi sa anche a me. Ti racconterò in privato.
    Mint: te che pronunci queste parole mi sai un po’ di Don Zauker…🙂
    ProfA: nemmeno io ma, come dice Cinas, non so ma ci spero

  8. gennaio 15, 2010 alle 16:09

    Ah, Boston stai tranquillo che se una cosa del genere l’avesse detta il papa in Italia quell’83 sarebbe un 38.

    Io ne sono sicura.

     

  9. gennaio 15, 2010 alle 16:28

    Dora: eppure, sono sicuro che il Papa non direbbe una cosa di questa portata. Gli piacerebbe essere in un contesto storico-politico in cui potrebbe permettersela, ma sa benissimo che, nonostante tutto, non c’è (ancora)

  10. gennaio 15, 2010 alle 18:16

    Boston, ho la tua stessa sensazione.
    E io sono di qua dal guado.

    saluti.

  11. gennaio 15, 2010 alle 18:21

    forse non avrebbe detto una cosa  cosi’ ma di cose assurde il pastore tedesco ne dice parecchie. La chiesa si schiera contro la depenilalizzazione dell’omosessualita’. Mi sai spiegare che senso ha? Ti sembra normale? Ma soprattutto ti sembra normale che se la debbano prendere con gli omosessuali che comunque non hanno colpa di essere quello che sono ma lo sono e basta? E poi cosa sono? Ma dove sta scritto che straight e’ giusto e gay non lo e’? Ma la smettessero una volta per tutta con i loro dogmi del cavolo e lasciassero vivere in pace le persone che la vogliono pensare diversamente! Ma perche’ si accaniscono contro certe categorie? Io proprio non me lo spiego.

  12. gennaio 15, 2010 alle 19:00

    Loading: ma dici la mia stessa impressione a ruoli invertiti o la mia stessa impressione, punto?
    Dora: l’ultima che ho sentito è questa. Per questo, dico, se potesse farebbe volentieri discorsi medioevali ma si rende conto che sono un po’ troppo. Comunque, se la religione così com’è concepita in Occidente non stracciasse i maroni coi dogmi, la gente si accorgerebbe che non serve a nulla.

  13. gennaio 15, 2010 alle 19:51

    Secondo me la religione serve ed e’ sempre servita all’uomo per poter rendere meno amara l’idea della morte.

  14. gennaio 15, 2010 alle 20:33

    Ohcccazzo.

  15. gennaio 15, 2010 alle 20:46

    Dora: diciamo per dare un senso al mondo che non capiva, và, che la morte era solo un aspetto.
    Winter: urca, che sintesi!

  16. gennaio 15, 2010 alle 21:55

    Non credo che il papa l’avrebbe detto. È reazionario ma razionalista.
    No, penso che in Italia ci beviamo tante idiozie ma di questo genere no. Non fa parte della nostra cultura.

  17. gennaio 15, 2010 alle 23:53

    Gonnamoltocorta: dici che siamo più per il nuovo miracolo italiano? Possibile, ma siamo anche quelli di padre Pio e del sangue di San Gennaro, non si sa mai…

  18. gennaio 16, 2010 alle 05:16

    Sono anch’esse creature di Dio.

  19. gennaio 16, 2010 alle 11:46

    No no Boston, la tue e punto.
    Ovviamente.

    saluti.

  20. gennaio 16, 2010 alle 19:31

    scherzi? da noi se qualche chierico azzardasse una simile teoria, tempo dieci minuti fiorirebbero talk shows in cui ci sentiremmo dire che "in effetti quelli erano proprio dei fornicatori… e anche un po’ troppo abbronzati…"

  21. gennaio 17, 2010 alle 00:02

    Non so, secondo me ci sono delle grosse differenze tra gli evangelisti americani  (e altri gruppi conservatori protestanti, come alcuni presbiteriani) e i cattolici. Questo non significa che il papa non dica cose aberranti, ma a certi livelli forse i cattolici non ci arrivano. Io non ho mai sentito in Italia, nemmeno da persone molto credenti, dire che la Bibbia debba essere presa alla lettera. Qui dove vivo (in Nuova Zelanda, un paese che si vanta della sua laicita’, ma e’ pieno di gruppi cristiani conservatori da brivido) sento dire che la Bibbia e’ ‘scrittura divina’ nel suo intero e come tale va presa alla lettera addirittura in aule universitarie….

    zazie

  22. gennaio 17, 2010 alle 16:08

    Mi accodo all’ultimo commento: quando mi sono sposata, mio marito era convinto che Adamo ed Eva fossero REALMENTE esistiti, questo per dire che se il Papa avesse di simili esternazioni, tante persone "gnoranti" potrebbero andargli dietro, purtroppo!
    (per rassicurare il popolo: io a mio marito ho fatto un tale lavaggio del cervello che insomma, l’ho condotto a migliori e più moderni pensieri… io sono atea…)

  23. gennaio 18, 2010 alle 07:51

    AUGURIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!

  24. gennaio 18, 2010 alle 09:10

    Auguri cusèin..scusa il ritardo!Nel weekend abbiamo "sciucciato" Apocalypto e l’atmosfera era un po’ tesa (hai in mente l’astinenza di uno che si fuma tre pacchetti di nazionali al giorno e cui vengono fatte sparire anche le stecche nascoste nella scarpiera?)Spero che tu abbia festeggiato a dovere..gastronomicamente parlando s’intende!
    Baci Cusèina

  25. gennaio 18, 2010 alle 16:35

    Mint: eccomeno
    Loading: OK, grazie per il chiarimento
    Metropoleggendo: mi sembra più un commento da politicante televisivo. Di solito, non hanno bisogno dell’imbeccata di qualche chierico per uscirsene con cose del genere.
    Zazie: i cattolici cercano sempre di barcamenarsi con più prudenza. Non è una maggiore razionalità, solo un atteggiamento più politico. (Nuova Zelanda, eh? Mi mandi un Sauvignon buono?)
    Angela: uh, mamma mia! E magari si è anche contato le costole per convincersene?
    Pillow: GRAAAAAAAZIEEEEEE!!! 
    LaCusèina: grazie! Però il termine "sciucciato" mi manca…. dovrai rendermi edotto!

  26. gennaio 18, 2010 alle 19:54

    Sorry.. avrei dovuto scrivere S-ciucciato, forse era più chiaro a livello fonetico.In pratica al nano sono stati tolti tutti i suoi feticci ciucciabili di caucciù.Ovviamente la colpa non è nostra ma dell’omino dei ciucci.:-)))
    Baci la cusèina

  27. gennaio 18, 2010 alle 20:22

    Ah, OK, ora capisco (d-uh!)

  28. gennaio 18, 2010 alle 23:39

    In effetti il Sav (come i miei studenti chiamano il Sauvignon, bonta’ loro!) e’ una delle poche cose decenti a livello culinario che hanno da queste parti. Anche il Pinot Noir di Central Otago non e’ male, ma molto piu’ caro.
    Ti mando un brindisi virtuale, allora🙂
    zazie

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: