Home > Uncategorized > We stay put well, we stay…

We stay put well, we stay…

Bostoniano sta traducendo una cosa e gli casca l’occhio su un paio di Orrori nell’originale inglese. Contatta quindi in chat il responsabile, ossia il collega D del post precedente.
Si tenga conto che D, ex autore di manualistica tecnica (e, si suppone, in possesso di laurea in materie umanistiche), è ora product manager dell’infrastruttura aziendale per la formazione on line
Come da tradizione, gli errori sono in rosso.

Bostoniano [14:53]:
Hi D
Bostoniano [14:54]:
please, tell me that what I am seeing is NOT an actual screenshot from actual content in our learning management system
Bostoniano [14:54]:
"You’re Company’s Process"???
Bostoniano [14:55]:
that’s a first grader’s sort of mistake 
Collega D [15:02]:
No, that wasn’t actual content. That’s a screen shot that was set up for that demo…I should of caught that 

Eh, gli americani sì, che sono avanti. Da noi, per arrivare a laureati con simili problemi di ortografia c’è voluta una generazione in più.

Nota – non anglofoni, perdonatemi: tradurre non avrebbe senso. Sappiate solo che siamo a livello di "L’hanno scorso dei miei conoscienti mi anno presentato una mica loro".

  1. agosto 24, 2010 alle 20:39

    si può riciclare per una prova di caccia all'errore

  2. agosto 25, 2010 alle 06:46

    qui c'è uno che non sa quando ci va l'acca nel verbo avere.

  3. agosto 25, 2010 alle 07:10

    Penso che nemmeno il mio inglese sia a questi livelli… Anche se…lo ammetto, io parlo l'itanglish! E lo parlo solo in estate.A parte gli scherzi, in negozio gli americani mi capiscono (almeno uno sforzo lo fanno!) gli inglesi no (o fanno finta di non capire per ridere alle mie spalle O.o). Quindi W GLI AMERICANI!P.S. Se mi servirà un aiuto per le traduzioni di articoli scientifici in inglese ora so a chi rivolgermi!😛

  4. agosto 25, 2010 alle 08:56

    Of course! … di corsa!

  5. agosto 25, 2010 alle 09:21

    Yet, semmai "caccia all'Orrore".brrrrrNina

  6. agosto 25, 2010 alle 10:31

    Io non dovevo leggere questo post prima di pranzo.

  7. agosto 25, 2010 alle 11:42

    Senti, il mio capo scrive "Ad ok".Ogni volta che leggo le sue mail mi viene da tirare il portatile nel muro.

  8. agosto 25, 2010 alle 13:26

    Boston,il primo errore in rosso (you're company process) l'hai fatto tu o lui?Perche' da come sta scritto nel post sembra che l'errore sia tuo.il secondo errore e' abbastanza comune, lo leggo spesso.

  9. agosto 25, 2010 alle 14:11

    YBAN: per principianti…Cinas: "hacca", non acca Saparunda: sì, eh? A chi?Alkanette: Nina: già!!!Meche: scusa, in effetti ci voleva il disclaimerMint: mi arrendo, questa non si batteDora: beh, è l'errore (altrui, probabilmente suo) che ha fatto partire la chat. Ma, onestamente, mi sembra abbastanza chiaro. Non ci metterei tre punti interrogativi scandalizzati se fosse mio, no?

  10. agosto 25, 2010 alle 15:52

    BostonTe l'ho chiesto perche' il tuo post dice:Bostoniano [14:54]:"You're Company's Process"???quindi a me sembra che sia Bostoniano e non Collega D a scrivere questa frase.O sono io che non ho capito?

  11. agosto 25, 2010 alle 15:59

    Dora: sono io che TRASCRIVO quello che altrui ha scritto. Nota, oltre al tono sbalordito, che è l'unica frase fra virgolette della chat…

  12. agosto 25, 2010 alle 16:23

    Capito ora.

  13. agosto 25, 2010 alle 16:27

    Si ma questo comunque sta n'guaiato. Io i laureati li sgamo con roba tipo cosa vuoi per desert? il cheescake o la torta al cioccolato?I diplomati invece se ne escono con cose tipo: please be patience, we are working for you.

  14. agosto 26, 2010 alle 05:59

    Non so in America, ma in Lombardia mediamente fan più errori ortografici i laureati dei diplomati, a quanto mi risulta dai testi che devo impaginare (faccio il grafico, haimé)

  15. agosto 26, 2010 alle 13:28

    Cristina: qui ho una mia teoria da sociologo dei poveri. Perché gli scritti di un non laureato arrivino ad essere impaginati e pubblicati, detto non laureato deve avere contropalle ed esperienza (se no farebbe altro nella vita che non scrivere). Invece, un laureato è molto probabile che scriva per campare anche se non è la sua vocazione, e che quindi produca cacca. Verosimile?

  16. agosto 28, 2010 alle 20:09

    Non laureata, ma diplomata in cazzeggio telefilmico… che lavoro potrei trovare visto che il mio attuale di operaia pare essersi dissolto?Cercasi esperti in orrori ortografici per caso? :-P^_^

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: