Home > Uncategorized > Escalation nella corsa agli armamenti

Escalation nella corsa agli armamenti

(12:37:29) Pigrazia: hai presente la definizione di projectile vomit?
(12:38:00) Pigrazia: tuo figlio ha inventato il projectile poop
(12:47:41) Bostoniano: oh
(12:47:48) Bostoniano: dammi qualche dettaglio in più
(12:48:19) Pigrazia: lo stavo cambiando, e gli ho alzato le gambette
(12:50:26) Pigrazia: è partita una scarica liquida con semi gialli che ha coperto meta stanza, incluso il copriletto appena lavato, la testiera del letto, il pavimento, il suo swaddler dall’altra parte del letto e la maglia di sua madre

  1. settembre 17, 2010 alle 17:30

    Ma parli di AJ? Come fa un lattante ad avere semi gialli nella cacca se beve solo latte? Comincio a preoccuparmi seriamente

  2. settembre 17, 2010 alle 17:34

    quale figlio?condivido l'apprensione di Dora

  3. settembre 17, 2010 alle 17:41

    eh eh eh… è proprio "seedy", ed è normale nei bambini allattati al seno:http://www.associatedcontent.com/article/1933518/understanding_the_consistency_of_infant.htmlPerò la scarica da "esorcista in retrospettiva" è stata un'esperienza indimenticabile…

  4. settembre 17, 2010 alle 17:46

    A voi genitori devono mettervi qualcosa in quel che mangiate o in quel che bevete, perché io lo avrei già riportato al negozio appellandomi al diritto di recesso.

  5. settembre 17, 2010 alle 18:06

    Perchè il nomignolo di ammiraglio ora mi pare quasi azzecato? No dico… corsa agli armamenti! ^_^Oh a tutta prima mi ero preoccupata pure io della cosa dei semi, ma per mai fortuna son arrivata a leggere i commenti che la mamma aveva già spiegato.Per la serie si impara sempre qualcosa.

  6. settembre 17, 2010 alle 18:16

    Ah!!!! E' seedy looking, ovvero dall'aspetto rassomigliante semi gialli. Ecco, quindi non ci sono davvero semi gialli dentro la cacchina! Per un momento ho pensato che gli davate da mangiare chesso', semi di senape, o soya, o peggio ancora arachidi, anacardi….e ci credo bella mia che vi faceva le scorreggione descritte da Bostoniano alcuni post fa! Povero piccolo! Al posto suo avrei fatto un putiferio! Da ridurvi tutti alla maschera a gasper protesta!!!!

  7. settembre 17, 2010 alle 18:40

    neanche due settimane di vita e gia' fa sembrare sphalmen un pivello.(@pigr: lo sapevo io che ti dovevo prendere la cerata da pioggia e non la maglietta per regalo! e tu che sostenevi di non avere occasioni per metterla… )

  8. settembre 17, 2010 alle 18:42

    se continua così, gattonerà a reazione e decollerà una volta acquisita la stazione eretta

  9. settembre 17, 2010 alle 18:47

    (se yet ha ragione e questa cosa non smette in un paio di mesi, io arrivo che state re-imbiancando casa, in pratica)

  10. settembre 17, 2010 alle 19:10

    Sullepunte: per fortuna, gran parte delle zone comuni della casa sono di quel tono aranciato che non richiederebbe riverniciaturaYBAN: almeno non gattonerebbe all'indietro come qualcun altroDora: non preoccuparti, sappiamo che queste cose possono dare allergia. Col suo Negroni delle sette e mezza, solo patatine e olive. E poco Campari, che anche quello disturba.

  11. settembre 17, 2010 alle 19:15

    Volare: blog di pubblico servizioXan: ti rivelerò una cosa che non so se sei pronta per sapere, ma bisogna che prima o poi tu sappia: NON si prendono in un negozio.

  12. settembre 17, 2010 alle 19:19

    Che amore di bimbo!!!Già mi sta molto simpatico!Non mi spiego ancora i semini gialli però…

  13. settembre 17, 2010 alle 19:22

    Sapa: troppa composta di fichi all'ultima degustazione di vino e formaggi

  14. settembre 17, 2010 alle 21:37

    oppure il cabernet sauvignon  che ha bevuto con le cozze crude.

  15. settembre 17, 2010 alle 22:08

    Mio figlio non berrà MAI un rosso morbido e fruttatone con le cozze!!!

  16. settembre 17, 2010 alle 23:04

    Che il gusto per un buon bianco con il pesce lo si coltiva da piccini.Oh non troppo piccini però eh :-PDavide che va all'indietro era una forza… ne conosco un'altro con lo stesso vizio, uno dei moschettieri. Andrà lontano mi sa…(No, non so come sgambetti il microbbitt, uno degli altri!)

  17. settembre 18, 2010 alle 06:14

    Anche Pipik cacava in zona Schifano! Fortuna però la gittata era più bassa.Forza e coraggio:)Ma piuttosto Pierantonio Agilulfo (PPPP:) dorme? è bravino? e come sta il bostonano1?

  18. settembre 18, 2010 alle 06:46

    Tranquilli: col tempo migliorerà la mira…Cassandra

  19. settembre 18, 2010 alle 07:58

    Nulla in confronto all' ansia da non produzione…di solito bastano due giorni senza cacca per mandare in crisi tutto il parentame!Mio marito voleva portare la pupa all'ospedale e ancora oggi (sono passati 10 anni) non è ancora convinto di aver fatto bene ad aspettare.

  20. settembre 18, 2010 alle 16:35

    Ma prima di questa performance ha anche ruotato il sedere di 360°?

  21. settembre 18, 2010 alle 18:36

    Zaub: Alessandro sta benone, per adesso è normalissimo (né più né meno lagnoso della media). Davide, che dire… non gli piace non essere più al centro del creato, ma non ne fa una colpa ad Alessandro. Che, viceversa, gli piace moltissimo.Cassandra: uhm, stai cercando di motivare il tuo nick?Pierosky: ansia da mancata coproduzione, check! Davide poteva stare una settimana senza cacca, gli abbiamo fatto di tutto per sturarlo. È partito per davvero quando è passato ai cibi solidi, ora è una sicurezza.ProfA: no, ma di sicuro aveva regolato l'alzo per la massima gittata.

  22. settembre 19, 2010 alle 17:08

    Stavo giusto domandandomi del vino, ma Boston mi ha tolto tutti i dubbi. Mi raccomando: vino rigorosamente italiano eh? Un Nero d'Avola, un buon brunello di Montalcino, un Tignanello (molto buono, glie lo consiglio vivamente) se invece preferisce il bianco consiglio un greco di Tufo. Mi raccomando a scegliere bene la cantina perche' la qualita' cambia molto. 

  23. settembre 19, 2010 alle 19:23

    Purtroppo, ultimamente dire "Brunello di Montalcino" è lo stesso che dire "Nero d'Avola"! No, meglio un bel Turriga di Argiolas, ad averci i soldi. Ma si parlava di cozze. Non le mangio, ma l'odore mi ispira sapori robusti. Probabilmente reggono un rosso leggero, ma penso che varrebbe la pena berci un Breg di Gravner o un Trebbiano di Valentini – sempre a proposito delle cantine che fanno la differenza.

  24. settembre 20, 2010 alle 02:06

    Hai ragione sulle cozze ci vuole un bianco o un rosso leggero. Alla sua eta' comunque meglio non appesantirlo troppo, mi raccomando non esageriamo con le dosi!!!!

  25. utente anonimo
    settembre 20, 2010 alle 09:49

    semini gialli?cazzo ha mangiato, un fico d'india?e se sì, grande invidia.Un po' meno per l'adorabile madre.Pills

  26. settembre 20, 2010 alle 14:01

    Pillow: invidia? Perché? Gradisci? Ce ne ho alcuni in frigo. Se ti sbrighi a fare un salto qui, una di queste sere ce li mangiamo.

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: