Home > Uncategorized > Tutto sta nel nome

Tutto sta nel nome

Insomma, arrivano questi e si dicono: ma sì, il mercato è maturo per un nuovo agrume. Facciamo un bell'ibrido. Una cosa che unisca al piacevole ma per molti eccessivo amaro del pompelmo il più complesso profilo aromatico e la dolcezza del mandarino. Grande idea, sulla carta. Troviamogli un nome: MAndarino + POmpelmo = Mapo.

Bel nome del cavolo, "mapo". Che mi rappresenta? Niente. E infatti il frutto è una cosa blanda, che unisce l'idiozia gustativa del mandarino non maturo a una polpa di pallida tristezza ereditata dal pompelmo.

Sono partiti col piede sbagliato. Hanno assemblato le caratteristiche sbagliate a partire dal nome. È mancato il coraggio di fare le cose fino in fondo. Che, se lo avessero chiamato "pompino", sarebbe stato tutta un'altra cosa.

  1. ottobre 30, 2010 alle 21:13

    No ecco… poi se io linko il tuo post mi vengono a dire che sul mio blog segnalo cose sconce.

    Che io devo ancora capire se segnalo di omicidi vari, forum su Criminal Minds mica dico la cronaca nera; o di ladri, forum su White Collar mica cronaca politica italiana eh, niente… segnalo te ed un innocente agrume.

    Tieniti o cielo!

    Misteri della censura… bah!

  2. ottobre 30, 2010 alle 21:39

    per un'equa attribuzione meglio pomprino
    tanto è suggestivo uguale

  3. ottobre 30, 2010 alle 21:52

            

  4. ottobre 30, 2010 alle 22:42

    sei un genio !

  5. ottobre 31, 2010 alle 04:27

    ha ha..hai ragione 
    (peccato che il mio primo commento qui sia proprio su questo post…)

  6. ottobre 31, 2010 alle 08:46

    "bentornata a casa, cara.hai fame? ti preparo qualcosa?"
    "no, caro, mi sono fatta un pompino in ufficio!"

  7. ottobre 31, 2010 alle 11:03

    Tu ridi ma secondo me sono saltati fior fior di manager su questo argomento.

  8. ottobre 31, 2010 alle 12:25

    Non posso credere che tu abbia scritto questa cosa…O_o

  9. ottobre 31, 2010 alle 14:21

    Ti giuro che di Mapo ne ho mangiati, ma non avrei mai pensato di essermi mangiata l'equivalente di "quellarobalì".Ooddio, sto ancora ridendo..
    Comunque il Mapo come ibrido non è poi così nuovo..Giorgio me li propina(con scarso successo) già da un po' di annetti.
    Ah, riferimento al post precedente:ritieniti fortunato.Io sono passata agli occhiali da bibliotecaria zitella già da due anni.
    'na tristezzaaaaaaaa!LaCusèina

  10. ottobre 31, 2010 alle 15:40

    nn potreo' + guardare un mapo con gli stessi occhi

    palbi

  11. novembre 1, 2010 alle 08:41

    E io che pensavo di avere raggiunto la riflessione hard definitiva su questo argomento (= ibridi onomastici dal pompelmo) quando dopo l'Oran Soda e la Lemon Soda era uscita la Pelmo Soda e io HO ANCHE DOVUTO RIFLETTERE sul perché non avessero seguito lo stesso schema delle altre chiamandola PompySoda.

    Rita

  12. novembre 1, 2010 alle 10:46

    C'è Bocchino in politica perchè pompino non può stare almeno nel reparto ortofrutticolo?

  13. novembre 1, 2010 alle 10:48

    comunque sono questi i post che mi rendono fiera di averti tra i miei link.

  14. novembre 1, 2010 alle 14:56

    Perché io ho fatto un lungo e circostanziato commento di risposta a tutti e ora mi risulta ingoiato (tanto per stare in tema) dal vorace esofago di Splinder? OK, manderò la solita prece alla piattaforma e procederò a scrivere quel che mi ricordo.

    Volare: mica c'è bisogno di aspettare un post del genere. Nel momento stesso in cui mandi qualcuno sul mio blog, quello vede il link a PUPPAMELO nell'apposita barra.
    YBAN: per una volta, per un'unica, piccola, insignificante volta, non sono d'accordo con te!🙂
    CloseTheDoor:🙂
    Giap: (qui non basta lo smiley, quindi mi produco nel gesto spiegato alla Winter sul suo blog)
    Elfonora: da qualche parte si dovrà pure iniziare. Connecticut, eh? Yale?
    Kat: ecco, lo spirito è proprio questo
    Mint: mai abbastanza. Hai presente "Philadelphia", la battuta su una nave carica di avvocati che affonda che sarebbe un buon inizio? Ecco, se poi ne affonda una carica di markettari è un buon prosieguo.
    Winter: e invece avesse stato proprio me!
    LaCusèina: confesserò che l'epifania sul mapo non l'ho avuta proprioproprioproprio l'altro ieri… Come, mezzelune da bibliotecaria già da due anni? Ma non sei, tipo, ESAGERATAMENTE più piccola di me?
    Palbi: che era esattamente l'obiettivo che mi ero prefisso!🙂
    Rita: ecco. L'importante è che, piano piano, uno alle cose ci arrivi.
    Wiwi: appunto! Che poi, la par condicio mi porta a ricordare come, alle ultime politiche, il candidato PD per il mio collegio si chiamasse Gino Bucchino. (ah, e grazie. M'imbarazzi…)

  15. novembre 1, 2010 alle 15:15

    Bost… ero ironica😛
    Ti pare che mi perdo l'occasione di linkare il tuo blog?
    Se non ho ancora linkato questo post specifico è solo perché non mi è ancora venuta l'ispirazione giusta su come segnalarlo, obbligando i miei tre lettori a cliccarci sopra.

    Sai una cosa tipo… dissertazioni culinarie ed ortofutticole… che uno sapendo che a volte qui si leggono ricette… caspita!
    Ecco… la segnalazione.

    Vado linko e torno… no ecco… forse non torno.
    Troppa paura di leggere la prossima ricetta.

  16. novembre 1, 2010 alle 21:31

    no….l'altra, la cugina povera..

  17. novembre 1, 2010 alle 21:46

    Uconn? E in ogni caso, che ci fai di bello?

  18. novembre 2, 2010 alle 01:31

    ahahahah, carina questa!

    Marica

  19. novembre 2, 2010 alle 08:38

    niente, confermo: ti stai Zeus_izzando.

    (se le cose fossero andate come da tu auspichi, ne avrei fatto incetta, ya know! – ecco, così quella fava quando passa e legge è contento, pure se l'ho anticipato.)

  20. novembre 2, 2010 alle 13:58

    Marica: San Diego, eh? Che bello, si stanno facendo sentire tutti gli emigranti🙂
    Pillow:🙂

  21. novembre 2, 2010 alle 17:17

    si sarebbero giocati gran parte dell'universo maschile.

  22. novembre 2, 2010 alle 17:18

    SUCCO DI POMPINO. E SAI COSA BEVI.

  23. novembre 2, 2010 alle 18:30

    Cinas: mica troppo. Se mi chiedono se desidero un pompino, magari pongo qualche condizione, ma la risposta è spesso "sì"
    Pillow: that's the spirit!

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: