Home > Uncategorized > Partenza a freddo

Partenza a freddo

Potevo dedicare il primo post dell'anno a un sacco di cose. Qualche ricetta. Un aggiornamento sui nani. Reportage sulle vacanze italiane, con annesse scuse a chi si è fatto molto sentire ma senza che si quagliasse un saluto di persona (ciao, Pillow). I miei 23 anni (per gamba). Ma no, la pigrizia regna sovrana. Ci vuole una motivazione forte.

Il tempo, ad esempio. Stamattina, la temperatura era meno uno. Farenheit. Si calcoli la temperatura in Celsius sottraendo trentadue dai Farenheit e dividendo il risultato per uno virgola otto. O magari ve lo dico io: meno diciotto virgola tre periodico. Che, però, il vento arrotonda a una temperatura percepita di meno venticinque. Sempre Farenheit. Stessa formula per calcolare i Celsius. Che sarebbero per l'esattezza meno trentuno virgola sei periodico.

A parte che al montanaro dell'Oman, a chi altro non sembra niente di eccezionale?

  1. gennaio 24, 2011 alle 15:53

    e il gesto dell'ombrello sorge spontaneo!!!
    (no e' che oggi ci sta la massima a 40F, tipo e' piu' freddo in padania. )

  2. gennaio 24, 2011 alle 16:11

    è la glaciazione prossima ventura, altroché

  3. gennaio 24, 2011 alle 16:52

    Dai dai dai… confessa che la mia minaccia di un papiro riassuntesco ti ha sbloccato le dita congelate!
    😛
    Se sapevo che bastava così poco…. minacciavo prima!

    brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
    E io che ho sentito freddo vedendo le foto delle pattinatrici a meno nove.

    argh!

  4. gennaio 24, 2011 alle 16:53

    Ops… mi sfuggì la cosa del genetliaco.

    Ma auguri!

    ^_^

  5. gennaio 24, 2011 alle 17:29

    ah, auguri
    i progressi dei piccoli interessano, sì
    ciao

  6. gennaio 24, 2011 alle 18:01

    Allora avevo ragione che fa davvero freddo! Stamattina qui' in Maryland il termometro della macchina segnava 1 F, credevo fosse rotto ma poi sono scesa dalla macchina e ho messo la mano su un pezzo di ferro e mi ci si e' rimasta attaccata su.

    Poi un po alla volta anche perche' sono passata a guidare al sole e piu' verso il mare la temperatura e' cominciata a salire ed e' arrivata addirittura a 8 F. Ho pensato: meno male ora fa caldo!
    Capisci? caldo!!!!! Io che quando ero in Italia con 5 gradi centigradi battevo i denti!!!!!

    Dora

  7. gennaio 24, 2011 alle 19:13

    Sullepunte: pl, pl, pl.
    YBAN: assolutamente
    Volare: meno nove? Tiepido…
    YBAN: arriveranno aggiornamenti
    Dora: è proprio così che si finisce! Questo Natale stavo sempre a levarmi i maglioni…

  8. gennaio 24, 2011 alle 21:37

    Ma che si fa quando fuori ci sono temperature così? Si rimane in casa o si affitta una slitta e si va a lavorare?

  9. gennaio 24, 2011 alle 21:58

    Katika: si ringrazia ancora una volta il fatto di avere una 4×4 con il riscaldamento elettrico dei sedili, si sale, si dedica un commosso pensiero a chi sta nella stanza dei bottoni a giocare col termostato e si parte.

  10. gennaio 25, 2011 alle 09:09


    M'HAI RIMASTO SOLA.

  11. gennaio 25, 2011 alle 11:06

    Sono agghiacciata.
    (Ah, ah).

    (No, veramente. Oltretutto c'ho la mente affollata di queste immagini dickensiane strappacore, tipo te che in un momento di pace cerchi di fare due note alla chitarra e ti aliti sulle dita bluastre sperando che la sensibilità torni almeno un po').

    Rita

  12. gennaio 25, 2011 alle 12:18

    ecco, e ora mi sento in colpa ad avere un banale freddo a -6…

  13. gennaio 25, 2011 alle 18:58

    a me sembra terrificante. anzi, agghiacciante.
    (io sono di quelle persone che, non appena la temperatura scende al di sotto del +24 Celsius, si lamenta che fa freddo)

  14. gennaio 25, 2011 alle 20:05

    Pillow: scusascusascusascusascusa!!! E l'inondazione, e le cavallette…
    Rita: la verità è molto meno strappacore. Praticamente, il problema lo aggiro non suonando affatto – e il freddo non c'entra nulla
    Povna: ma no, come dico a Saparunda altrove, alle giuste condizioni di umido è un tuo pienissimo diritto
    iosempreio: anche io nasco così, e non vedo l'ora di poter tornare ad essere quella persona

  15. gennaio 27, 2011 alle 18:15

    No, ma… Così, tanto per dire: per avere un aggiornamento sui cuccioli a chi bisogna rivolgersi? Occorre presentare domanda in carta bollata in triplice copia?Mettersi in ginocchio e pregare? Sperare che ti passi il blocco dello scrittore? Un gallo ad Esculapio? Orzata col latte?
    Intanto riempili di baci da parte di zia Lemny.
    Bye. L.

  16. gennaio 27, 2011 alle 18:52

    Lemny: orzata col latte no, ma potresti provare con una granita, metà mandorla e metà gelsi. O una bottiglia di un marsala secco, diciamo metodo Solera sopra i vent'anni dovrebbe andare bene (qualche riserva buona di Florio o qualcosa di Marco de Bartoli, ad esempio). Comunque sì, il blocco dello scrittore ha colpito malamente.

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: