Home > Uncategorized > Per nessun particolare motivo

Per nessun particolare motivo

Un Alessandro nel girello

Un Davide in slitta nel parchetto sotto casa

Così, era un po' che non vi scocciavo con foto dei pargoli

  1. febbraio 17, 2011 alle 19:36

    Ale c'ha gli occhi tuoi. Dado super-imbottito sembra ancora piccolo.

  2. febbraio 17, 2011 alle 20:06

    a me piacciono le facce dei bambini, altroché scocciarsi
    ciao

  3. febbraio 17, 2011 alle 21:09

    Oh ma che scocciatura?
    Quanto son belli!😀
    Vi secca a te e a Pigrazia coccolarli un poco anche da parte di una perfetta estranea?
    Grazie!

    ^_^

  4. utente anonimo
    febbraio 17, 2011 alle 21:31

    non li avevo ancora visti i tuoi pargoli

    direi che vi siete ben impegnati….visto il bel risultato🙂

    Fabiana

    http://www.creativando-creativando.blogspot.com

  5. febbraio 18, 2011 alle 07:38

    Io trovo che sia veramente sleale imbottire i bambini già guanciuti, perché il coefficiente di sofficità percepita si impenna e tu spettatore beccato a tradimento passi il tempo della contemplazione della foto chiedendoti che buffa sensazione debba essere prendere in braccio una massa tanto paffuta.

    E voglio dire, non sono pensieri a cui io sia preparata, ecco.

    Rita

  6. febbraio 18, 2011 alle 09:59

    Ma quanto è bello anche il piccino!
    Ah, che belle quelle gotine lisce, che poi è un attimo e si riempiono di peli e brufoli…

  7. febbraio 18, 2011 alle 10:09

    DOV'E' HOBBES? DOV'E' HOBBES?

    Nina

  8. febbraio 18, 2011 alle 10:10

    e vorrei aggiungere: minchia, alessandro e' sputato a te.

    Nina

  9. febbraio 18, 2011 alle 10:12

    che poi, scusa eh?, tutta quella neve e non avete fatto manco un pupazzo di neve degno di nota?

    http://www.mjlegel.com/Jokes/2008/Cartoons/snowmen/0120.jpg

    Nina

  10. febbraio 18, 2011 alle 13:36

    ERA ORA CRISTO SANTO!
    COME FAI A SCOCCIARE SE NON LO FAI MAI?
    MALEDETTA MODESTIA…..

    guarda "er mi' regazzo" come cresce…!!!!

  11. febbraio 18, 2011 alle 13:36

    aehm…"girello"?
    non è una astronave, quella?
    che diamine è tutta quella roba appesa?
    DIO QUANTO è BONO L'aLE!

  12. febbraio 18, 2011 alle 14:25

    Sullepunte: sì? A me sembra un ragazzone in quella foto
    YBAN, Volare, Fabiana:🙂
    Rita: se parli di Davide, la sensazione è di prendere in braccio un sacco di cemento. Siamo a 18 chili…
    Perla: ah, ma Alessandro è bravissimo, eh? Le guance ce le ha ancora lisce, ma con gli sfoghi sulla fronte riesce a fare cose che voi umani…
    Nina: Hobbes in quell'occasione ero io. Non mi si vede in foto perché sto scattando.
    Pillow: in effetti, quel girello è bello inquietante, per noi che siamo venuti su con cose più sobrie…

  13. febbraio 18, 2011 alle 14:30

    non vedo impronte tigresche sulla neve.

    Nina

  14. febbraio 18, 2011 alle 14:58

    Povera piccola umana… se pensi che le tigri lascino tracce visibili e vieni nella giungla armata di questa sicurezza, non duri cinque minuti

  15. febbraio 18, 2011 alle 15:58

    non farmi assalti quando torno da scuola perche' ti scuoio e ti lascio sdraiato davanti al camino.

    Nina

  16. febbraio 18, 2011 alle 16:29

    Assalti? Moi?

  17. febbraio 18, 2011 alle 17:27

    occhio che potrebbe diventare una storia sordida.

    Nina

  18. febbraio 18, 2011 alle 17:59

    Ricorda che sono l'unico testimone a favore riguardo quella storia degli spaghetti…

  19. febbraio 18, 2011 alle 19:06

    Machebbellini!!!
    :o)))

  20. febbraio 19, 2011 alle 00:24

    ma sono bellissimi!!

  21. utente anonimo
    febbraio 19, 2011 alle 00:47

    Ma che beeelli i nani!
    Dentro quel girello però sembra che ad Alessandro sia cascato adddosso uno scaffale di Toys'R'Us!
    Lo slittino in stile Calvin&Hobbes invece è priceless, altro che i freesbee giganti plasticosi… lo vogghio anche io!

    Alice giocattolatrice

  22. febbraio 19, 2011 alle 14:27

    Xan, Fruttacandita:🙂
    Alice: sì, effettivamente quel girello è un po' barocco. Lo slittino stile C&H piaceva tanto anche a me (si noti il passato), ma è bastata quella mezz'ora di discese perché iniziasse a sfasciarsi completamente, nonostante ci stesse su solo Davide. Materiali di merda e lavorazione anche peggiore. Ora abbiamo preso uno di quei cosi plasticosi, costato un terzo, ci possiamo andare tutti e due e va alla super-stragrande. Lo so, il mondo è molto ingiusto.

  23. febbraio 19, 2011 alle 16:43

    chi ha detto spaghetti?

    Nina

  24. febbraio 21, 2011 alle 10:04

    E mi perdo i post piú belli…quando finirá il tour de force??Sigh sigh

  25. febbraio 21, 2011 alle 13:41

    Sono entrambi sullo stupenderrimo massivo – il secondo me so fatta l'idea che te somija.

  26. febbraio 25, 2011 alle 19:56

    Oh ma che belli🙂

  27. febbraio 28, 2011 alle 15:39

    che spettacolo!
    ma tu puoi pubblicane anche 100 di foto! è un piacere per la vista e per il cuore.

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: