Home > Uncategorized > A volte riescono persino troppo…

A volte riescono persino troppo…

"I love it when a plan comes together"

"Adoro i piani ben riusciti!"

E insomma, un giorno, per distrarci dalle cose PALLOSISSIME di cui ci stavamo occupando con la giuliva traduttrice tedesca, abbiamo iniziato a parlare di vini e relative bottiglie. Dopo un po', immaginiamo quanto ci divertiremmo di più, piuttosto che a classificare e tradurre terminologia CAD, meccanica e compagnia cantante, ad occuparci una volta tanto di terminologia enologica.

Puff! Sulle spalle ci troviamo il classico angioletto e il classico diavoletto. Il diavoletto suggerisce: "Pesce d'aprile!!!" L'angioletto prova a controbattere, ma è uno contro tre. Decidiamo che il primo aprile mandiamo fuori una lista di termini enologici da tradurre, urgentissimi, relativi a un prodotto nuovo che "porterà la gestione del ciclo di vita dei prodotti nell'industria enologica".

Arriva il 31 marzo. La crucca confeziona una splendida lista di termini e relative definizioni tirate giù da Internet. Io, dal canto mio, ci aggiungo un termine, "Poisson's ratio". È un termine che esiste veramente e misura una proprietà fisica dei materiali, ma lo definisco come "la percentuale di persone che cascano in un pesce d'aprile. Che ne facciate parte o meno, state zitti fino alla rivelazione ufficiale! ". Così, con tanto di smiley.

Confeziono anche un messaggio usando il nostro modulo di assegnazione ufficiale, nel quale spiego che mi spiace ma il lavoro è urgente, ci è piombato letteralmente fra capo e collo "come uno scherzo di cattivo gusto", che ci servono i termini tradotti di corsa ma, innanzitutto, di familiarizzare molto bene con l'elenco dei termini, in particolare quello a riga 21 (Poisson's ratio, appunto), e di non provare a tradurre nulla se non si è sicuri di aver capito tutto e aver discusso gli eventuali dubbi con me. Penso che, tranne che scrivere a caratteri rossi "ATTENZIONE, PESCE D'APRILE" nell'intestazione del modulo, non si può rendere lo scherzo più palese. Il mio obiettivo dopotutto non è far perdere mezza giornata alle persone ma solo fargli prendere un momento di accidente e far fare due risate al momento dell'epifania, che mi immagino pressoché immediatamente successivo. Per essere sicuro che venga letto subito, lo classifico come urgente.

Mando il messaggio ai traduttori d'oltremare (Spagna, Italia, Cina, Taiwan) e pregusto quando, il giorno dopo, lo manderò anche a quelli in ufficio qui a Boston.

La mattina dopo, guardo la mia posta: tre dei quattro traduttori hanno risposto RESTITUENDO IL LAVORO FINITO (l'italiano è in ferie, quindi non fa statistica) e mettendo in copia il capo per conoscenza. Colpo apoplettico, spiegazione, scuse imbarazzate, immediato affossamento del resto del piano, discorsetto col capo nel pomeriggio (andato per fortuna bene, perché mi ha visto mortificatissimo e non incline a ripetere simili cazzate a breve).

Spiegazione di cinese 1 (cinese 2 non ha ancora letto i messaggi, credo): avevo in qualche modo subodorato la fregatura ma non volevo creare problemi in caso fosse vero, quindi ho preferito farlo. Spiegazione di spagnolo: credevo che gli scherzi si facessero il 14 aprile (!) e che la frase cazzenga fosse una cosa temporanea rimasta per errore a qualcuno (!!!).

Insomma, al di là che da uno spagnolo mi aspettavo uno spirito un tantino più pronto, resta la domanda: devo pensare che questo è il livello di attenzione che questi dedicano alla lettura delle istruzioni di traduzione e delle definizioni dei termini? Bah!

  1. aprile 1, 2011 alle 20:16

    Eccheormai ne dicono tante dipersulserio che spiegare che scherzi  è un problema!

  2. aprile 1, 2011 alle 20:18

    Sì, ma cazzo, "credevo che gli scherzi si facessero il 14 aprile" è a livello di "avevo le lune di Saturno negli occhi" offerta da Lucy a Charlie Brown come motivazione per non aver preso una palla facilissima durante una partita di baseball…

  3. aprile 1, 2011 alle 20:58

    beh ti è venuto proprio bene lo scherzo quest'anno  

  4. aprile 1, 2011 alle 21:00

    scherzo riuscito, no?
    ciao

  5. aprile 1, 2011 alle 21:02

    lazorra, YBAN: non direi. Non ha riso nessuno, di sicuro non io…

  6. utente anonimo
    aprile 1, 2011 alle 21:14

    Hehe, sono traduttrice anch'io e un po' li capisco i miei poveri colleghi, se c'era il fuso orario di mezzo e il lavoro era urgente!😉
    Vivo in Spagna e qui gli scherzi si fanno il 28 dicembre (el día de los santos inocentes).
    Paola

  7. aprile 1, 2011 alle 21:33

    Paola: capirei un traduttore freelance, ma questi sono dipendenti. Non c'è mai stato nessun problema a ridiscutere scadenze improponibili. E poi, a pensare come non sono state lette attentamente le istruzioni, ti dirò: mi scoccia in vista dei lavori seri. E spiega tutta una serie di casini passati. (OK, va bene, sono anche un po' storto per come il nostro scherzo bellissimo sia andato completamente in vacca)

  8. aprile 2, 2011 alle 08:40

    però il capo è proprio privo di umorismo e fino a prova contraria dovrebbe essere preoccupato dei dipendenti che non hanno capito piuttosto di preoccuparsi di te che hai fatto lo scherzo…abbiamo finito l'umorismo nel mondo…

  9. aprile 2, 2011 alle 14:07

    Lazorra: oddio, mi dispiace di aver fatto fare al capo una figura che non si merita. Non è affatto privo di umorismo, era giustamente un po' scocciato (e non lo ha fatto neanche pesare tanto, ti dirò) che tre persone abbiano perso due-tre ore per una fesseria in un momento di lavoro piuttosto intenso. E, in effetti, preoccupato magari no, ma sorpreso che i traduttori non avessero capito lo è stato.

  10. aprile 2, 2011 alle 14:25

    Termini enologici… magari solo a leggerli hanno fatto sbronza!:-D
    Comunque ben vi sta a voi che invece di lavorare😛 cazzeggiate!😉

  11. aprile 2, 2011 alle 14:50

    Ma guarda il caso, in questo blog cercano la traduzione del termine cazzeggiare.
    Mi sa che fa la fine degli zucchini… che in inglese si dirà anche in un modo ma negli USA mi pare proprio che li chiamino come noi, pronuncia a parte.
    Vero?

  12. aprile 3, 2011 alle 12:47

    O sono fessi persi oppure t’hanno fatto un controscherzo pesante.

  13. aprile 3, 2011 alle 19:23

    Io credo che si stiano dando dei cretini e ti odino (vergognandosi anche un po', che è l'additivo peggiore all'odio) per aver fatto fare loro (ma solo per colpa loro) una figura da appunto cretini col capo.

    Parimenti, credo che sotto sotto il capo più ci pensa più si senta grato nei tuoi confronti per esserti dimostrato un gradino più su dei tuoi colleghi quanto a vivacità intellettuale e standard di intelligenza.

    Non so dire quale sia il bilancio di pro e contro…

    Rita

  14. aprile 4, 2011 alle 21:58

    sei un grande.

  15. aprile 4, 2011 alle 22:38

    Ma che lo spagnolo é mallorchino? Qui si offendono e mettono il muso per tutto. So rrayosi, come dice Holy…

  16. aprile 5, 2011 alle 13:51

    ahahah io l'ho trovato divertentissimo lo scherzo ahah scommetto che l'italiano avrebbe capito =))
    anche a noi è arrivata una mail urgentissima da lavorare il primo aprile e nessuno si è meravigliato di veder comparire un pesce al posto di una delle solite statistiche sul budget!

  17. aprile 5, 2011 alle 18:59

    Volare: posso confermare per gli zucchini (pronunciati come da noi), ma per il cazzeggiare no. A pensarci, non saprei dirti se c'è UNA traduzione precisa o se userei termini diversi a seconda del contesto
    Kat: sono semplicemente più in modalità "pilota automatico" di quanto non mi aspettassi (le asiatiche, dallo spagnolo un po' più di malizia era lecito aspettarsela)
    Rita: per fortuna, non credo. Lo spagnolo l'ha presa alla "'sti grandissimi cazzi, tanto mi pagano lo stesso". La cinese che lo ha fatto perché le pareva uno scherzo ma non voleva creare guai in caso fosse vero mi ha risposto in maniera molto amabile. L'altra cinese non pervenuta, ma il fatto che sia in ferie e molto incinta fa pensare che abbia altro per la testa.
    birrabionda: mi sento un filo coglione, a dirtela tutta
    Salvietta: madrilegno (che fa rima con "di legno", in questo caso). Pensare che è simpatico e sembra sveglio…
    ojamajo: mi piace pensare anche a me che lo avrebbe capito (se fai un po' di lettura di arretrati, scoprirai che è un mio ex capo che ho raccomandato io per l'assunzione, quindi voglio pensare che sia vispo di testa); ma, dopo come sono andate le cose, dubito di tutti!

  18. aprile 6, 2011 alle 07:03

    Ma il pesce d'aprile non è fatto apposta perché gli altri ci caschino?
    E mi pare che ci siano cascati, no?
    Come pere. Cotte. Nel vino.

    (La prossima volta appiccica dei pescetti dietro le spalle dei tuoi colleghi, salutandoli con una pacca sulla spalla… Pare sia un pesce d'aprile divertentissimo…)

  19. aprile 6, 2011 alle 14:59

    sembra una barzelletta: c'è un cinese uno spagno e un italiano…

    e l'italiano se la salva, appunto perchè era in ferie. tutto torna.

  20. aprile 6, 2011 alle 15:18

    Xan: anni fa, nel posto dove lavoravo c'era un noto affettuoso che ti metteva sempre una mano attorno alle spalle quando ti veniva a parlare. Abbiamo approfittato di questa sua nota caratteristica per fargli appiccicare sulle spalle di un tizio, facciamo che si chiamasse De Rossi, un pregevole disegno di un pesce con la faccia del soggetto e il corpo a forma di scatoletta con su scritto "Tonno De Rossi". Il De Rossi girò col foglietto sulla schiena un buon paio d'ore. Se ne accorse quando, andato al bar a prendere un caffè, notò la strana ilarità degli altri avventori.

  21. aprile 6, 2011 alle 15:22

    Gatto:🙂

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: