Home > Uncategorized > Dead or alive

Dead or alive

Non so che percentuale di persone sta festeggiando la morte di Bin Laden. Qualcuno un po' più cinico, tipo me, si è messo invece a fare due conticini della serva.
Che cos'abbiamo come prova che Bin Laden è stato preso e ucciso? Il cadavere è stato buttato rapidamente in mare. Le foto, gli americani non sono sicuri di volerle mostrare. Una tizia, presentata come moglie di Bin Laden (ma vattelappesca), lo avrebbe riconosciuto. Un paio di esperti giurano che una fialetta di materiale biologico a loro passata per l'esame del DNA è compatibile col DNA di Bin Laden (dove avevate preso la sua impronta genetica? Chi garantisce che il proprietario del materiale genetico sia effettivamente morto?) E, diversamente dall'undici settembre – caso in cui controllare le centinaia di persone direttamente coinvolte sarebbe impossibile – qui si tratterebbe di controllare un manipolo di cinque-sei persone per affermare il fatto senza contraddizioni.

Insomma, il paradiso per il complottista che a questo punto si lancerà a trovare altri punti deboli nel racconto americano.

Allora, prendiamola da un altro punto di vista: come detto, agli americani non ci vuole molto a montare il caso come hanno fatto e a tenerlo in piedi. Ma a un Bin Laden effettivamente vivo e vegeto, che cosa basterebbe per sputtanare a livello planetario Obama, il suo staff, la CIA, l'esercito degli Stati Uniti, gli USA come nazione e l'Occidente credulone tutto, rinfocolando di brutto l'estremismo militante? Una foto con un giornale di oggi. Ce li vedete Obama e il suo entourage a prendersi questo rischio?

Io no. E quindi, se Osama Bin Laden non è morto, deve essere sotto il completo controllo americano. Che è quasi la stessa cosa.

Annunci
  1. maggio 3, 2011 alle 12:21

    esattamente le stesse cose che ci siamo detti in famiglia
    (+ qualche illazione sulla natura del computer "miniera di informazioni")
    ciao

  2. maggio 3, 2011 alle 12:28

    idem… anzi penso che sia morto da un pezzo e sono ben certi di questo di sicuro!

  3. maggio 3, 2011 alle 13:34

    dico solo una cosa.

    George Orwell è stato di una lungimiranza senza eguali….

  4. maggio 3, 2011 alle 15:59

    Indipendentemente dalla teoria del complotto, che credo sia la prima cosa che abbiamo pensato a tutti (lettori del tuo blog:-) ), quello che a me ha terrorizzato é stata l'interpretazione alla lettera del codice di Hammurabi o se vogliamo della legge del Taglione.
    E tutti zompettanti gridando 'giustizia'…

  5. maggio 3, 2011 alle 16:39

    it's called re-election campaign.

  6. maggio 3, 2011 alle 16:51

    YBAN: che tipo di illazioni? Se ti va di raccontare, eh…
    Lazorra: no, non credo proprio che qualunque presidente in qualunque momento avrebbe tenuto segreto il colpaccio del decennio. Che ci sarebbe stato da guadagnarci?
    tenebraetenebrae: George Orwell ha teorizzato delle cose. Alcune si sono avverate, alcune per fortuna no, alcune purtroppo promettono di poter andare ancora peggio.
    Salvietta: oddio, chiedi troppa razionalità a un popolo che non è più scandalizzato di tanto all'idea della pena di morte, guarda al mondo in bianco e nero e che ha subito il singolo attacco terroristico più massiccio della storia dell'Occidente. Ma, al di là di questo, non credo che i soldati fossero partiti con l'idea di ammazzarlo, da vivo sarebbe stato ancora più prezioso. Credo che abbiano semplicemente tenuto bassa la soglia di "rischio accettabile" per prenderlo vivo.
    Sullepunte: mah… Male non ha fatto di sicuro, ma trovo quest'analisi molto valida – troppo perché Obama coltivi veramente troppe illusioni su cosa ci si guadagna a cavalcare il fatto.

  7. maggio 3, 2011 alle 17:32

    l'ha buttata lì uno dei figli:
    see, computer
    magari l'hanno preso vivo, lo terranno sotto interrogatorio e quando ne avranno saputo abbastanza lo butteranno via

  8. maggio 3, 2011 alle 18:51

    YBAN: ugh… Non che si meriti la mia pietà, ma gli auguro proprio di essere morto, piuttosto

  9. maggio 4, 2011 alle 07:40

    mi ricordo bene il giorno dell'attentato alle torri, ero a casa della zia e non andai nemmeno a lavorare pomeriggio, è stato sconvolgente vedere tutto in diretta ammutolite entrambe sulle sedie senza parole…però spero pure io che non sia ancora vivo…

  10. maggio 4, 2011 alle 08:04

    Anche io ho avuto questo "tarlo", comunque sicuramente prima di fare dichiarazioni del genere gli americani sono stati ben sicuri che non potesse più nuocere. Nemmeno per me avevano intenzione di ucciderlo, sarebbe stato un colpaccio infinitamente migliore catturarlo vivo..poi tanto la verità, se e quando si saprà, ci trovera già vecchi 😦
    Cusèina

  11. maggio 4, 2011 alle 13:17

    Anche a me hanno colpito le immagini delle folle festose per le strade americane, tanto simili a quelle che si agitano in altre parti per festeggiare gli attentati contro gli usa. Certo da una parte Si celebra la morte di un assassino dall’altra quella di troppi innocenti, ma, insomma, a me fa impressione lo stesso. E poi, nessuno ci dice che quel pazzo non si sia organizzato a dovere per far andare avanti la sua macchina di morte senza di lui. La storia della frettolosa sepoltura in mare non se la sta bevendo nessuno, mi sa. Chissà quante cose non sapremo mai.

  12. maggio 4, 2011 alle 13:59

    io che sono complottista di natura mi sono  subito chiesto il perchè proprio adesso, quale ripercussione potrà avere negli eventi mondiali. difficile trovare una risposta, chi vivrà vedrà.

    per quello che riguarda i festeggiamenti, ho pensato che quando succederà da noi, il maledetto dividerà la popolazione pure da morto. chi festeggerà per le strade, chi piangerà sconsolato.

  13. maggio 5, 2011 alle 08:55

    Fondamentalmente quello a cui ho pensato è che ammazzà Bin Laden non serve a un cazzo. Controllarlo manco.
    Piuttosto sto periodo andrei a piedi.

  14. maggio 5, 2011 alle 13:50

    Zaub: controllarlo non serve sicuramente a niente. Spremerlo come un limone magari neanche, ma a qualcuno – non fosse altro che per rivalsa – potrebbe sembrare una buona idea.

  15. maggio 5, 2011 alle 17:03

    Bin Laden chiii?

  16. maggio 5, 2011 alle 19:28

    Zeus: quello cor nome da pennarello, c'hai presente?

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: