Home > Uncategorized > Gli italiani stanno benissimo: hanno tutti il cellulare di ultima generazione

Gli italiani stanno benissimo: hanno tutti il cellulare di ultima generazione

La prossima volta che lui, o chi per lui, fa un discorso del genere per dire che le cose vanno bene, casomai c'è da fare una manovra ma saranno solo tagli, vi prego: traducetegli questo. Che sì, si parla degli Stati Uniti, ma abbiamo decisamente preso questa direzione (solo che da noi sarà peggio)

  1. utente anonimo
    agosto 10, 2011 alle 20:57

    Ma certo che stanno benissimo…sono precari, non arrivano a fine mese, ma hanno la fortuna di avere un grande stronzo (scusate il francesismo) come presidente. che potesse vivere con mille euro al mese. neanche con diecimila ci riuscirebbe.

  2. agosto 10, 2011 alle 21:46

    Eh ma sanno dove tagliare no?
    Certo nella mia(e non solo la mia) liquidazione.
    Per cui in teoria dovrebbero essere già state pagate le tesse no?
    il 21% della cifra che era stata accantonata dall'azienda in 17 anni di lavoro… se lo magna lo stato.
    Che io mi illudevo avesse già rosocchiato il rosicchiabile da lì.
    Appunto pie illusioni.😦
    No, non voglio dire che è giusto evadere… le tasse si devono pagare… sia chiaro, ma non capisco quante volte deve pagare chi ha l'indicazione lavoro dipendente.
    Che poi ho dei conoscenti furbissimi che se ne escono a dirmi: Ma te una volta avevi un negozio chissà quanto avete messo via.
    Brutti cretini… se il negozio è fallito io avevo giusto i debiti da pagare.
    Se rendeva bene col cavolo che andavo a lavorare in fabbrica.
    Ok no… divagazioni.
    Di una che si sente deficente per non aver saputo mai fare la furba.
    Ho detto che mi ci sento, ma mi sa che lo sono.

  3. agosto 11, 2011 alle 05:09

    a parte che non è vero, come disse mia mamma: il cellulare mangia e non si mangia
    ciao

  4. agosto 11, 2011 alle 06:03

    Da brividi. Come se i tagli non li pagassimo; se non concretamente con un esborso, ne risente la qualità della vita.
    Comunque, Volare, meglio da dipendente che partita IVA: lì proprio non ti lasciano respirare. Ho provato un anno e l'ho chiusa di corsa.
    Ed anche il discorso tasse, si pagano volentieri se le cose funzionano. Visto che l'Italia è un paese di merda e di tasse ne sono già state versate a sufficienza per ingrassare i maiali, non ne vedo l'utilità.

  5. agosto 11, 2011 alle 07:49

    c'è da fare una manovra ma saranno solo tagli
    ci stanno praticamente tagliando le vene

  6. agosto 11, 2011 alle 13:31

    Anonimo: il PresDelCons riuscirebbe a vivere eccome, con mille euro al mese, anche meno. Suoi. Gli altri trenta-quarantamila li farebbe spendere ad altri. Sempre stato un maestro, in questo.
    Volare:😦
    YBAN: il punto è che il cellulare 1) ormai non costa più molto, specie se lo prendi tramite contratto con il fornitore della linea, 2) è una necessità. Per molti lavori, hai molte meno speranze di essere considerato. Quindi, considerarlo segno di benessere è proprio un'idiozia.
    Mint: li paghiamo eccome: chi mette i soldi per i servizi tagliati se non chi ne deve usufruire comunque?
    Xan:😦

  7. agosto 11, 2011 alle 23:28

    volete che vi dica che aspetto il mio tfr da oltre un anno?? ditta in liquidazione, l'inps attende il fallimento poi, forse, mi daranno circa il 70% che mi tasseranno….

  8. agosto 13, 2011 alle 11:42

    E adesso ci accorpano col Basso Veneto, che vergogna. Poi si lamentano che la montagna si spopola.

  9. agosto 14, 2011 alle 13:23

    "La casta" non sa nemmeno cosa voglia dire stentare ad arrrivare a fine mese!

  10. agosto 15, 2011 alle 17:04

     Mint, noi stiamo per finire sotto i veronesi e padovani, figurati. forse possiamo chiedere il dominio Estense come ai vecchi tempi

  11. agosto 16, 2011 alle 13:57

    non capirebbe comunque, anche se traducessimo il link…😦

  12. agosto 17, 2011 alle 08:48

    De Rovigo no me intrigo.
    Sembra che ci calvino per via dell'estensione della provincia. Secondo me finisce tutto in una bolla di sapone.

  13. agosto 19, 2011 alle 15:01

    Mint… Le province invisibili!

  14. agosto 25, 2011 alle 18:47

    Io ne uno vecchio, che ogni volta che metto la data non ci crede manco lui.

    Forse vuol dire che sono povero.
    …e finora non m'era sembrato.

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: