Home > Uncategorized > Arrivederci ad altrove

Arrivederci ad altrove

Dunque, non credo che aiuterà nella mia stipsi creativa, ma ho deciso di cambiare piattaforma. Sono contento di lasciare Splinder con una foto molto carina, altre spero di pubblicarne a breve nel blog nuovo, che per ora è vuotino. Lo trovate qui:

Bostoniano.tumblr.com

Non cambia nulla o quasi, persino il titolo è lo stesso. Naturalmente, l'account Splinder me lo tengo, con relativi permessi di accesso. Vi aspetto di là e buona permanenza!

Categorie:Uncategorized
  1. ottobre 11, 2011 alle 22:44

    Sti traslochi.
    Imballato tutto per bene?
    A rileggersi.

  2. ottobre 11, 2011 alle 23:25

    non mancherò
    ciao

  3. ottobre 12, 2011 alle 10:37

    Come cacchio si commenta di là?

  4. ottobre 12, 2011 alle 11:09

    Quoto Mint. Perche' senno', dal mio punto di vista, ci siam giocati il Bostoniano.

    Nina

  5. utente anonimo
    ottobre 12, 2011 alle 12:19

    stessa domanda di Mint

    Gatto

  6. ottobre 12, 2011 alle 13:55

    mi unisco alla BIGGEST UNANSWERED QUESTION…

    T&T

  7. ottobre 12, 2011 alle 14:10

    Basta commentare qui no?
    Ad ogni post là qua ci sarà un impennata tale nei commenti che… raggiungerà il record di commenti su splinder.
    (Non so quale sia il record)

    ok no… troppo complicato.

  8. ottobre 12, 2011 alle 14:31

    Buongiorno a tutti. Vi state facendo la stessa domanda che mi stavo facendo ieri dopo aver scritto il post e aver provato a cliccare su Comments. In teoria, per attivare il sistema doveva essere sufficiente fare una cosa che mi sembrava un filo troppo semplice. Avrei dovuto sospettare che le cose semplici non lo sono mai quando ho visto che il template non mi caricava il widget di Flickr…

    Abbiate fede, riuscirò a farli partire. Nell'interim… potete fare come dice Volare. O tuittarmi a @SBBoston (per chi ha twitter). O venirmi a trovare su Google+ (ma solo per leggere, per commentare vi serve avere un account. Che, ad esempio, Nina, Rita e Mint potrebbero attivarsi con due click, visto che l'account Gmail ce l'hanno già). Io, dal canto mio, continuerò ad usare l'account Splinder per venirvi a rompere le scatole come fa un certo Wayne.

  9. ottobre 12, 2011 alle 14:49

    Bost a me gugole più ha sospeso il profilo.
    Mi sa che a breve anche blogger mi sbatte fuori.
    Su splinder ho sempre e solo scritto commenti.
    E sto pensando di non scrivere altri post.
    Manco finisco l'alfabeto per dire.
    Cosa state facendo con quelle bottiglie di spumante?
    Ho detto post… sul blog nei commenti vi vengo ancora a rompere.
    Almeno fino a che anche splinder non mi butta fuori!😉

  10. ottobre 12, 2011 alle 15:47

    OK, i commenti sono attivi – uff, se è stata ostica. A en user et abuser!

  11. ottobre 12, 2011 alle 17:39

    "ci ho messo tipo dieci minuti per identificare cosa sta intorno alla prue! maro' gia' mi ci orientavo poco prima, questa volta mi ci vorra' il gps per tornare a casa…"

    questo e' quello che avrei scritto di la' se l'open ID option funzionasse
    che su gmail ho il nome per intero e anche no
    gli altri mi paiono opzioni oltremodo inutili e alcune dannose (tipo facciabuco)

    insoooomma… spero che l'openID thing sia veloce da sistemare, se no nel frattempo le cose te le dico a voce

  12. ottobre 12, 2011 alle 19:01

    Sullepunte: non ho idea del perché Open ID non funzioni, ma puoi commentare come utente + email non pubblicata, eh?

  13. ottobre 12, 2011 alle 19:13

    Ma splinder ti faceva così tanto schifo?

  14. ottobre 12, 2011 alle 19:31

    nuuuu, mi mette il mio nome intero cosi'!! (ti sei mai accorto che in chat non mi chiamo sullepunte?)

  15. ottobre 12, 2011 alle 20:00

    Io l'ho seguito al di là dell'Oceano, ma su tumbler… NEIN!!!

  16. ottobre 12, 2011 alle 20:01

    (così impara a traslocare senza rendere prima conto alla famiggglia)

  17. ottobre 12, 2011 alle 20:33

    ecco bravo, ho seguito il tuo consiglio e sono andata a guardare google+ e in quattro e quattr'otto blogger e google+ mi hanno costruito il profilo google+ e mi hanno pure perculato perché non ho amici da mettere nei cerchi…  😦

    …dovevo leggere prima il commento di pigrazia che non a caso ti conosce bene!!

  18. ottobre 12, 2011 alle 21:18

    Xan: me ne stavo scocciando, sì
    Sullepunte: ma assolutamente no, nel modo più assoluto! Vai a vedere i commenti al primo post, ce n'è uno che dice "prova commento guest" a nome di Prova_Farlocca che linka al mio blog Splinder. Quello che si vede lo controlli tutto tu a manina.
    pigrazia: solo perché vuoi dimostrare che il tuo nick è meritato
    Lublu: beh, era diretto a chi Google+ lo usa o non ha problemi a usarlo. Ma ora sono disponibili le altre opzioni, come spiegavo a Sullepunte. Dopo aver scritto il commento e fatto clic su Post as, ti compare la finestrina dove mettere quello che vuoi: la tua email (che non viene visualizzata), il tuo nick (che viene prelevato di default dall'email, è vero, ma puoi sovrascriverlo con quello che ti pare) e, se vuoi, il link al tuo eventuale blog

  19. ottobre 13, 2011 alle 05:28

    Traditore!
    E cos'ha Tumblr che Splinder non ha, eh? E' più giovane? Più figa?
    Eccolollà, basta che ne vedano un'altra che passa e… puf!, tutto l'amore di un tempo è dimenticato!😀

  20. utente anonimo
    ottobre 13, 2011 alle 08:32

    Stavo scherzando Bost!
    Che google+ è 6 mesi che mi "rompe" perché io lo utilizzi e non vedeva l'ora che andassi a curiosare su un profilo. A quel punto ho dato l'ok e ora ce l'ho.
    Ma tanto continuo a usare fb.

    Tumblr comunque mi faceva commentare solo con nome e cognome reali  o per lo meno non ho trovato un altro modo per farlo.

    lublu

  21. ottobre 13, 2011 alle 10:46

    Ma uffa. Ora mi tocca studiare ‘sto google+.

  22. ottobre 13, 2011 alle 12:10

    OK, dai, rivela a tutti che era solo una mossa per riscontrare un'impennata di commenti.
    Il tuo consulente marketing aveva ragione: in certi casi ci vuole il coup de théâtre.

  23. ottobre 13, 2011 alle 12:21

    (eh eh eh…)

  24. ottobre 13, 2011 alle 17:07

    ma che cavolo! io ho pure fatto resuscitare il mio account su twitter, aperto l'anno scorso e subito abbandonato.

  25. ottobre 13, 2011 alle 17:31

    Xan: tutto quel che dici, ed è pure intelligente
    Lublu: c'è, c'è, il sistema, ed è pure abbastanza semplice
    Kat: non occorre, vedrai
    Pigrazia: maddeché!

  26. ottobre 14, 2011 alle 14:40

    Comunque il titolo "Arrivederci ad altrove" per i bonelliani assume un significato sinistro.

  27. ottobre 14, 2011 alle 16:20

    Mint:🙂

  28. ottobre 17, 2011 alle 21:21

    Ma di che cazzo state parland… Oggesù! Ma figuriamoci! Da vedere è orripilante, solo per lasciare un commento ci vuole un master al MIT. Vabbè, casomai mi lasci un messaggio in segreteria eh.
    Pigry, te rimani qui vero?

  29. ottobre 17, 2011 alle 21:39

    Zeus, vabbè, non che ti si vedesse troppo spesso. Se sei TROPPO VECCHIO per memorizzare una nuova procedura, che sarà mai…

  30. ottobre 18, 2011 alle 10:47

    Ha parlato il bambinello ha parlato.
    E comunque i cambiamenti di blog sono destabilizzanti. E ricomunque di là è incommentabile. Semplicità ci vuole, perchè credi che il mio idolo sia Keith Richards? Tre accordi tre, possibilmente sempre i soliti Mi LA SI. Tutto il resto sono inutili orpelli.

  31. ottobre 18, 2011 alle 10:48

    E riricomunque te ultimamente frequenti troppo la Pillow e la Mata

  32. ottobre 18, 2011 alle 11:26

    Sì, io non amo cambiamenti ingiustificati, lascio le sperimentazioni a quel Superggiovane di  mio marito.
    E visto che abbandona il tetto coniugale, io mi tengo la casa.
     

  33. ottobre 18, 2011 alle 13:30

    Zeus: lo sai che ho sempre tifato Townshend, fra i due. Uno che ti fa "Can't explain" con i tre accordi che dici, poi compone Quadrophenia. E comunque, della (falsa!) semplicità di Richards ne dovremmo parlare in privato, che il bastardo ha le sue belle sorprese.
    Pigrazia: fattene un motivo. Qui non c'è più nessuno, lo so che ti piace ancora parlare coi vicini per le scale, ma fra un po' staccano le utenze e portano via i mobili.

  34. ottobre 19, 2011 alle 07:40

    Lo so Bost, mannaggia. Che quando provo a star dietro a una cosa qualsiasi di Exile butto tutto all'aria dopo cinque minuti. E' l'idea della Tele accordata tutta uguale e con solo cinque corde che mi attizza. (ok, fine della disquisizione tecnica per distrarlo…)

    Pigry, mentre il Superggiovane sperimenta dellà facciamogli credere che qui non ci sia più nessuno. La mia mail e il mio numero ce l'hai vero?

  1. No trackbacks yet.

Emmò, ariccontateme quarcosa VOI!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: